+ Rispondi alla Discussione
Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima
Risultati da 1 a 50 di 87

Lavorare in Thailandia (permessi e fondare ditte)

Ultimo Messaggio di matcip il:
  1. #1
    Esperto L'avatar di Andrez
    Data Registrazione
    Mar 2005
    Località
    Sull'isola del giorno prima
    Messaggi
    8,249

    Lavorare in Thailandia (permessi e fondare ditte)

    Chi c'è stato, conosce bene l'angoscia che prende al rientro in Italia.

    E la frase che non ci si riesce più a togliere dalla testa; ... - voglio tornare là!

    E' un passo che molti hanno fatto ed altrettanti stanno sognando; trasferirsi in Thailandia ed aprire una piccola attività in uno dei tanti fantastici angoli tropicali che il Siam offre.


    Per aprire un'attività in Thailandia occorrono alcuni importanti documenti;
    • innanzitutto procurarsi un Visa Non Immigran B; che consiglio di richiedere al Consolato di Milano. Per ottenerlo è spesso indispensabile una lettera di una Company Thai che richieda qui i vostri servizi, motivandoli.
    • Una volta arrivati con il Non Immigran B sarà possibile, con l'assistenza di un buon Commercialista (Business Assistance) fondare una Company Limited che di solito richiede una spesa di circa 30-50.000 Baht.
    • Con la L.t.d. sarà poi abbastanza semplice ottenere un Work Permit per lavorare ed ogni altra documentazione.
    Un'alternativa è individuare una Company esistente (di solito gestita da italiani) ed iniziare la collaborazione con essi; questo spesso consente di ottenere il Work Permit e quindi di poter lavorare senza problemi.


    E' bene essere molto cauti nel valutare le centinaia di offerte del tipo:
    • "vendo bar"
    • "vendo ristorante"
    • "vendo gelateria"
    Spesso (davvero molto spesso) si tratta solo di ingarbugliate situazioni di cessione di confusi ed insicuri share holder agreement o di strutture inserite in locali in affitto validi solo per pochi mesi.


    Proponete le vostre situazioni ed idee qui; faremo il possibile per offrirvi le nostre migliori opinioni.
    Ultima modifica di Andrez; 20-03-08 alle 18:25

  2. #2
    Esperto L'avatar di Jioda
    Data Registrazione
    Mar 2008
    Messaggi
    100
    Condizione necessaria per ottenere un ( uno ) Work Permit e' che la Company abbia un capitale sociale di 2.000.000 di baht ed assunto almeno 3 dipendenti Thai.

    Se si desidera ottenere 2 Work Permit il capitale sociale deve essere di 4 milioni e i dipendenti 6 e cosi' via....

  3. #3
    User L'avatar di truzzetto
    Data Registrazione
    Mar 2008
    Messaggi
    18

    help me pls

    Ciao giorgio piacere mi chiamo Tiziano molto probabilmente tornero in thailandia entro la fine dell anno per restarci vengo in thailandia da due anni per studiare thai massage a chiang mai purtroppo sempre giusto un paio di mesi ora non ho piu legami in italia che mi tengano ho 26 anni vorrei veramente provare a tornare per vivere in thai ... cerco di informarmi molto su internet su tutto cio di cui abbia bisogno ho conosciuto gente veramente gentile su altri siti che ha potuto spiegarmi in ambito legale come concretizzare l idea di aprire un piccolo bar normale .... tutto il mio entusiasmo purtroppo è stato nettamente frenato dai miei amici thai qui in italia con cui lavoro con i massaggi ma molto di piu da questi utenti su internet residenti da una decina di anni come te chi a korat chi a puket.
    Nonostante cio come ho letto che scrivevi tu i farang che lavorano in thai subiscono molti controlli dalla polizia e se si lavora senza permesso si rischiano anche tre mesi di prigione pero loro mi dicono che l 80 % dei farang intestano tutte le carte ad un thai ( eventuale moglie ) e poi loro non possono lavorarci dentro ma praticamente ne sono i titolari..... a quanto ho capito cosi si rischia il carcere ?? io avrei intenzione di venire e fare le cose in regola con un visa non immigran B e vogli fare subito la domanda del permesso di lavoro perche mi hanno detto che quanto meno in attesa che te lo diano sembra si possa lavorare correggimi sempre se sbaglio io cerco conferme e altre persone che possono informarmi.
    A dir la verita non sono davvero piu sicuro di aprire un piccolo bar ho veramente pochi soldi pensavo potessero bastare ma a quanto pare non è cosi e poi ne nascono tanti e ne falliscono altrettanti ogni anno. Cmq prendendo per esempio sempre un piccolo bar ... per prenderlo in gestione e poterci lavorare dentro devo per forza costituire con altre sei persone una limited company di cui massimo 3 farang? fondarla prevede un esborso in denaro da depositare?? se si quanto potrebbe essere approssimativamente? queste sono cose che capisco poco anche in italiano.... come vedi ho laconfusione in testa il fatto ho giusto un po di soldi da parte non sono tanti non sono pochi di certo qui non ci puoi fare davvero niente, tu di cosa ti occupi in thailandia???? oppure che lavori si possono trovare in thai ? io sono anche molto esperto nella coordinazione delle affissionioni pubblicitarie ed espertissimo nell affisione stessa si possono trovare lavori analoghi fattibili pensi?? scusa davvero se ti scoccio e ti mando questa mega email cosi di impatto ma se sei cosi gentile da rispondermi ne sarei davvero grato anche se mi racconti la tua esperienza ne faro tesoro ciao spero a presto Tiziano email : jackflash_@hotmail.it

  4. #4
    User L'avatar di truzzetto
    Data Registrazione
    Mar 2008
    Messaggi
    18
    secondo voi ce un netto diminuimento del turismo nelle localita di mare in thai nella stagione monsonica rispetto al nord tipo a chiang mai dove ce meno turismo ma diciamo o potuto constatare continuo. l altr anno a giugno io ero a chiang mai e tutta la gente diceva che nelle isole e cmq nel sud in posti di mare non c era piu un turista perche pioveva sempre . In periodi del genere riuscite a sopravvivere con le vostre attivita in thai ?? bisogna stare attenti?? vi chiedo questo perche vorrei davvero venire per cominciare qualcosina giu verso krabi non ci sono mai stato ma tutti mi dicono che è un posto molto tranquillo e ancora molto thailandese privo di "puttanieri, classici turisti pessimi" tipo pattaya che non sopporto davvero. voglio venire inthai per vivere una vita semplice e ritrovare il valore vero delle cose naturali. Praticamente quindi non conosco nulla di krabi e neanche so se possa essere costosa tipo samui e phuket o piu cheap tipo chiang mai e dintorni

  5. #5
    Esperto L'avatar di Jioda
    Data Registrazione
    Mar 2008
    Messaggi
    100
    Citazione Originariamente Scritto da truzzetto Visualizza Messaggio
    mi dicono che l 80 % dei farang intestano tutte le carte ad un thai ( eventuale moglie ) e poi loro non possono lavorarci dentro ma praticamente ne sono i titolari..... a quanto ho capito cosi si rischia il carcere ?? io avrei intenzione di venire e fare le cose in regola con un visa non immigran B e vogli fare subito la domanda del permesso di lavoro perche mi hanno detto che quanto meno in attesa che te lo diano sembra si possa lavorare
    Ciao Truzzetto,

    la via piu' semplice per aprire una attivita' e' quella di intestare ad un Thai, come dici tu molti farang lo intestano alla moglie o fidanzata che sia.... ma e' anche la piu' rischiosa perche' nel momento in cui l'amore finisce, finisce anche il tuo investimento ed a te rimangono solo un pugno di mosche.

    Facendo cosi' , non e' che tu sei il titolare, tu sei solamente "quello che paga" ed ovviamente non puoi lavorarci.

    Per quanto riguarda il permesso di lavoro, questo ti da la possibilita' di lavorare, ma SOLO dal momento in cui te lo rilasciano ( non basta farne la domanda ).

    Citazione Originariamente Scritto da truzzetto Visualizza Messaggio
    Cmq prendendo per esempio sempre un piccolo bar ... per prenderlo in gestione e poterci lavorare dentro devo per forza costituire con altre sei persone una limited company
    normalmente per piccole attivita' come la gestione di un bar, non e' conveniente aprire una company, e per una attivita' simile e' molto difficile che ti rilascino il permesso di lavoro.

    Cosa intendi per "lavorarci dentro"?
    Se lo vuoi gestire lo puoi fare facilmente stando a sedere fuori dal bancone.
    Non puoi fare i cocktail, servire e prendere i soldi dai clienti.

    Citazione Originariamente Scritto da truzzetto Visualizza Messaggio
    secondo voi ce un netto diminuimento del turismo nelle localita di mare in thai nella stagione monsonica rispetto al nord tipo a chiang mai dove ce meno turismo ma diciamo o potuto constatare continuo. l altr anno a giugno io ero a chiang mai e tutta la gente diceva che nelle isole e cmq nel sud in posti di mare non c era piu un turista perche pioveva sempre .
    Ovviamente in bassa stagione ci sono meno turisti, ma ogni anno la percentuale di presenze aumenta.

    La cosidetta stagione delle piogge e' caratterizzata da acquazzoni di breve durata ( 10 - 20 minuti) alternati da parecchie ore di sole.
    Questi temporali si verificano soprattutto al tramonto per poi smettere nel giro di un' oretta.

    E' molto raro che piovi per 24 ore per giorni di fila.

    I prezzi ad Ao Nang stanno avendo un'impennata non indifferente ( dato che e' una nuova localita' turistica) e tutto dipende da cosa vuoi fare ed in che zona vuoi aprire il businnes ( per es. a quale distanza dal mare, etc.).
    Ultima modifica di Andrez; 23-03-08 alle 21:30

  6. #6
    User L'avatar di truzzetto
    Data Registrazione
    Mar 2008
    Messaggi
    18
    normalmente per piccole attivita' come la gestione di un bar, non e' conveniente aprire una company, e per una attivita' simile e' molto difficile che ti rilascino il permesso di lavoro.
    Cosa intendi per "lavorarci dentro"?
    Se lo vuoi gestire lo puoi fare facilmente stando a sedere fuori dal bancone.
    Non puoi fare i cocktail, servire e prendere i soldi dai clienti.
    Sawadee krap!!! Sabai dee mai krap?
    Ecco è proprio a questo punto che sorgono i miei dubbi: se però non si apre una company non hai il permesso di lavoro e quindi tu con la tua risposta mi rimandi sull'opzione rischiosa di intestare tutto ad una Thai eventuale girlfriend??
    Non c'è una via di mezzo ovvero non aprire una Company ma nello stesso tempo fare le cose in regola?
    A me piacerebbe molto poter lavorarci dentro e far tutto quello che serve; ... le mie amiche Thai mi dicono sempre non fidarmi mai ad intestare niente a nessuna perché loro hanno degli stratagemmi per metterti in mezzo farti spendere tutti i soldi e te ne torni a casa.
    Vedevo anche a Chiang Mai nonostante il mio bar preferito era gestito da solo Thai tutti ragazzi come noi la polizia quasi ogni sera arrivava a lamentarsi di qualcosa e loro gli lasciavano una mazzetta anche magari la musica un po' più alta del solito diventava un problema non so non riuscivo a cogliere a pieno quali fossero i problemi di quel bar, comunque mi dice la mia amica che pagano una sorta di pizzo alle guardie per non farsi fare storie per qualche licenza che non hanno "MAI ROO"
    ... non mi vorrei trovare in mezzo a storie di questo genere anche perchè ho notato la facilità con cui the land of smile possa diventare the land of cry; incomprensioni strane con la polizia preferirei evitarle ...

    Potete raccontare le vostre esperienze?
    Secondo voi quindi io da partenza cosa sarebbe più opportuno che faccia?? Dato che molti lavori siano proibiti in Thai per i farang quali rimangono fattibili?
    La storia delle affissioni è proprio da escludere vero?
    VI ringrazio per tutte le risposte che mi date per me sono oro; khop kun krap prung nee pop kan mai.
    Ultima modifica di Andrez; 24-03-08 alle 14:28 Motivo: aggiunto [quote] - tolto sms style ed errori battitura

  7. #7
    User L'avatar di truzzetto
    Data Registrazione
    Mar 2008
    Messaggi
    18
    ma come metto anche io la mia immaginetta personale ???

  8. #8
    Esperto L'avatar di Andrez
    Data Registrazione
    Mar 2005
    Località
    Sull'isola del giorno prima
    Messaggi
    8,249
    Ciao Truzzetto

    l'immaginetta si chiama Avatar; per metterla vai nel tuo Pannello Utente (barra di navigazione blu in alto), cerca Avatar e segui le istruzioni.


    Ho messo il [quote] nel testo che hai riportato dal post precedente, così da renderlo meglio comprensibile.

    Cerca di evitare lo stile sms e cura adeguatamente la punteggiatura.

    Dai un'occhiata alle Regole del Forum prima di postare di nuovo

  9. #9
    Esperto L'avatar di Jioda
    Data Registrazione
    Mar 2008
    Messaggi
    100
    Citazione Originariamente Scritto da truzzetto Visualizza Messaggio
    se però non si apre una company non hai il permesso di lavoro e quindi tu con la tua risposta mi rimandi sull'opzione rischiosa di intestare tutto ad una Thai eventuale girlfriend??
    Non c'è una via di mezzo ovvero non aprire una Company ma nello stesso tempo fare le cose in regola?
    Ciao Truzzetto,

    fino ad ora ho cercato di parlare di businnes in generale ( grandi e piccoli ), ma mi sembra di aver capito che tu sia interessato all'apertura di un bar.

    Partendo dal presupposto che i farang non possono comprare ( tranne ultimamente alcune piccole concessioni ), tu puoi intestarti a tuo nome il contratto di affitto del locale ( i farang possono prendere in affitto ) e intestare le licenze ad un amico thai o alla fidanzata, etc.

    In questo caso tu sei "titolare del locale" , ovvero quello che deve pagare l'affitto, ma assolutamente non puoi lavorarci fisicamente, ma puoi star li e controllare che il tuo staff mandi avanti le cose a tuo piacimento.

    Le tue amiche thai hanno ragione, si sentono milioni di storie tutti i giorni riguardanti farang che hanno intestato il tutto alla girlfriend del momento, la quale, finito l'amore, si e' preso tutto e se il farang voleva entrare nel proprio locale, lei aveva i poteri per chiamare la polizia e farti sbattere fuori.... ma se il locale e' intestato a te, lei si puo' prendere solo le licenze, che tu con un paio di migliaia di baht puoi rifare intestandole ad un altro nome thai.

    Non dimenticarti che la gestione dei bar non e' semplice come si crede.
    Non sono mai in regola di fronte alla polizia e questi si sentono liberi di richiederti qualche favore in cambio di chiudere un occhio.
    Manca sempre un qualche documento: hai la licenza per i liquori, per le sigarette, per la musica, ma...... la musica non deve essere alta ( chi decide la soglia del volume?), la musica va spenta ad un certo orario, la gente non deve ballare ( se balla ti serve una licenza per disco ), non devi avere impianti di luce da disco ( strobi, laser, o luci che vanno a ritmo di musica, etc.) altrimenti sei una disco e non un bar, non devi avere le ladybar ( la prostituzione e' vietata in Thailandia), ma chi stabilisce che il tuo staff sono cameriere e non ragazze che si vendono?

    Non avendo una company
    Ci sono milioni di pretesti per cui la polizia ti possa chiedere un qualcosa.
    Devi mantenere sembre buone relazioni con loro, ma a volte non basta.

    Se dovessi aprire un ristorante, per esempio , tutti questi problemi riguardanti la polizia decadrebbero in buona parte.

  10. #10
    Esperto L'avatar di Jioda
    Data Registrazione
    Mar 2008
    Messaggi
    100
    Citazione Originariamente Scritto da truzzetto Visualizza Messaggio
    Dato che molti lavori siano proibiti in Thai per i farang quali rimangono fattibili?
    I lavori vietati ai farang in Thailandia sono:

    Lavori manuali
    Lavori in all'agricoltura e allevamento con eccezione a lavori specialistici
    Carpenteria, falegnameria e altri lavori legati alle costruzioni
    Lavorazione di bambu' o rattan
    Tessitura manuale di sroffe o sete
    Fabbricazione di strumenti musicali thailandesi
    Lavorazione di oro, argento, altri metalli preziosi , di bronzi o nikel e di pietre preziose
    Produzione di materassi o coperte
    Prodotti con immagini di Budda
    Produzione di vestiti, ceramiche, coltelli, ombrelli , scarpe, cappelli
    Autista e guida turistica
    Venditore all’asta
    Contabilita' o ragioneria
    Salone di bellezza o parrucchiere
    Lavori di mediazione o di agenzia eccetto internazionali
    Lavori di ingegneria civile e architettura con eccezione a lavori specialistici
    Venditore ambulante
    Commesso/a
    Lavori di ufficio o di segreteria
    Servizi legali

  11. #11
    User L'avatar di truzzetto
    Data Registrazione
    Mar 2008
    Messaggi
    18
    Citazione Originariamente Scritto da Jioda Visualizza Messaggio
    Ciao Truzzetto,

    fino ad ora ho cercato di parlare di businnes in generale ( grandi e piccoli ), ma mi sembra di aver capito che tu sia interessato all'apertura di un bar.

    Partendo dal presupposto che i farang non possono comprare ( tranne ultimamente alcune piccole concessioni ), tu puoi intestarti a tuo nome il contratto di affitto del locale ( i farang possono prendere in affitto ) e intestare le licenze ad un amico thai o alla fidanzata, etc.

    ...

    Se dovessi aprire un ristorante, per esempio , tutti questi problemi riguardanti la polizia decadrebbero in buona parte.



    prima di decidere vorrei prima vedere un po nella citta in cui desidero restare cosa possa di piu servire tra un piccolo bar o un piccolo posticino per le colazioni o un paninaro cose del genere insomma. Oppure eventualmente trovare un lavoro li,ma non so quali competenze siano necessarie e quali lavori si possano trovare; so che molti sono proibiti per i farang ma mi sembra di aver letto su i vostri post che si possa vendere con internet ( non specificate se necessitano i soliti mille permessi): e poi ci sono lavori di assistenza, coordinamento e collaborazioni con le cucine italiane in thai quest ultime con regolare permesso di lavoro che si riesce ad ottenere piu facilmente grazie alla domanda della societa per cui lavorerai. Anche a riguardo di questo mi piacerebbe essere piu informato.
    Punto secondo: il contratto di affitto del bar te lo puoi intestare sempre a patto che tu abbia il permesso di lavoro??? o anche senza e con un visto turistico per esempio??
    Ma tu non puoi lavorarci dentro significa che nemmeno puoi insegnare ai tuoi collaboratori qualche "chicca" italiana e dargli una mano per esempio per ristrutturare il locale??
    In tutta questa operazione cioe:1 il locale è di un thai che lo mette in affitto e tu farang puoi intestarti il contratto di affitto di questo locale dal thai.2 Tu a tua volta intesti le varie licenze che ti servono a dei thai brave persone corrette.3 Non puoi lavorarci ma puoi star li come un semplice turista a controllare che pero i tuoi collaboratori si comportino con professionalita e correttezza. OK in questi 3 punti c'è qualcosa di illegale o qualcosa che possa infrangere le leggi thai o tutto liscio come l olio???
    I controlli dei polizziotti sanguisuga quanto sono frequenti invece??

    Invece aprendo un ristorante si deve percio aprire ineccepibilmente una company? sarebbe cmq una situazione piu stabile per un futuro meno allo sbando giusto?? voi di che vi occupate di bello in krabi?? o per lo meno come mandate avanti la "baracca" ???? grazie per la pazienza di rispondermi la vostra gentilezza vi fa onore
    Ultima modifica di Andrez; 25-03-08 alle 08:29

  12. #12
    Esperto L'avatar di Jioda
    Data Registrazione
    Mar 2008
    Messaggi
    100
    Citazione Originariamente Scritto da truzzetto Visualizza Messaggio
    quest ultime con regolare permesso di lavoro che si riesce ad ottenere piu facilmente grazie alla domanda della societa per cui lavorerai. Anche a riguardo di questo mi piacerebbe essere piu informato.
    Punto secondo: il contratto di affitto del bar te lo puoi intestare sempre a patto che tu abbia il permesso di lavoro??? o anche senza e con un visto turistico per esempio??
    ....
    I controlli dei polizziotti sanguisuga quanto sono frequenti invece??
    E' come stipulare un contratto di affitto per una camera, per una casa o per un posto macchina, quindi lo puoi fare con qualsiasi tipo di visto.

    Diventa tutto piu' semplice se una societa' Thai ti vuole assumere.
    Con la lettera con la quale la societa' richiede la tua prestazione ti rechi in Italia in una ambasciata Thai per richiedere il visa Non Immigrand B.
    Una volta ottenuto il visa e tornato in Thailandia, la societa' ti regolarizzera' il tuo work permit.

    Se hai tutti i documenti in regola e gestisci il locale rispettando rigorosamente la legge, la polizia non puo' farti assolutamente nulla.
    Ricordati sempre che nel momento in cui fai qualsiasi lavoro manuale ( piantare un chiodo, pitturare un muro...) diventi un farang che lavora senza work permit con tutte le conseguenze gia' dette.

  13. #13
    Esperto L'avatar di Andrez
    Data Registrazione
    Mar 2005
    Località
    Sull'isola del giorno prima
    Messaggi
    8,249
    Se hai tutti i documenti in regola e gestisci il locale rispettando rigorosamente la legge, la polizia non puo' farti assolutamente nulla.
    Ecco, questo è un importante aspetto che Jioda evidenzia; mettersi in regola e rispettare le normative.

    E' un luogo comune da sfatare quello che non si è mai in regola e quindi la polizia ha sempre qualcosa a cui attaccarsi.

    Esistono precise e chiare normative.

    Siamo noi farang che tendiamo a non rispettarle e se mai un torto va addebitato alla polizia è di chiudere spesso un occhio alle nostre negligenze a all'approssimazione con cui ci accostiamo alle loro leggi.

    Spesso, ma non sempre, che poi si finisce con l'esagerare e allora sono costretti ad intervenire.
    Ed ecco allora che comincia la solfa; - "qui non c'è niente di sicuro, tutto è in mano a loro, fanno quello che vogliono, se ne approfittano perchè siamo farang" ... ecc.


    Ecco, questo è un luogo comune da sfatare, che deve cessare.
    Le normative in Thailandia ci sono e sono chiare.
    Rispettarle e mettersi in regola significa godere dell'ampio rispetto delle autorità innanzitutto e poi anche dei Thai.

    Mettendosi in regola, completamente, non si ha nessun tipo di problema.
    Mai.

  14. #14
    User L'avatar di truzzetto
    Data Registrazione
    Mar 2008
    Messaggi
    18
    ciao ragazzi invece non mi avete mai risposto riguardo qualche lavoro di gestione di spazi pubblicitari e affissione.
    E invece parlando di voi, potreste raccontare il vostro esodo dall italia in the land of smile ? siete riusciti ad integrarvi nell ambito lavorativo?? di cosa vi occupate? le vostre aspettative sono state adempite (si dice cosi??) ?? credo che il racconto della vostra esperienza personale possa essere di grande aiuto per la gente che legge i post affamata di informazioni nonche sia di grande pertinenza con questo forum specifico

  15. #15
    Esperto L'avatar di Andrez
    Data Registrazione
    Mar 2005
    Località
    Sull'isola del giorno prima
    Messaggi
    8,249
    non mi avete mai risposto riguardo qualche lavoro di gestione di spazi pubblicitari e affissione.
    Non trattiamo l'argomento, quindi siamo impreparati.

    parlando di voi, potreste raccontare il vostro esodo dall'Italia in the land of smile ?
    Sono arrivato qui la prima volta nel 1985, mi è piaciuto e ci sono venuto a vivere


    siete riusciti ad integrarvi nell'ambito lavorativo??
    Professionalmente mi trovo molto bene.


    di cosa vi occupate?
    Gestisco l'albergo che ho creato.
    Se poi clicchi ai link che ha in firma Jioda, oltre al banner rosso che ha in alto nella pagina, scoprirai le sue attività.


    le vostre aspettative sono state adempite? (si dice cosi??)
    Le mie aspettative sono state ampiamente corrisposte, più di quanto auspicassi inizialmente.
    Ultima modifica di Andrez; 26-03-08 alle 09:07

  16. #16
    User L'avatar di truzzetto
    Data Registrazione
    Mar 2008
    Messaggi
    18
    Ciao ragazzi
    esiste qualche link valido da consigliarmi ove si possano sfogliare inserzioni di proposte di lavoro in thai anche per farang?

  17. #17
    Esperto L'avatar di Andrez
    Data Registrazione
    Mar 2005
    Località
    Sull'isola del giorno prima
    Messaggi
    8,249
    Ce ne sono parecchi; questo ad esempio è relativo all'area di Phuket, mentre questo tratta le offerte della zona di Krabi.

    Sconsiglierei però vivamente di usare questi canali, in quanto è molto difficile per chi non vive qui comprendere le reali situazioni delle varie offerte e quotidianamente farang in arrivo cadono in ogni tipo di raggiro.
    E va ricordato che sono quasi sempre messi in opera da altri farang del posto, in quanto quasi mai i nuovi arrivati arrivano a trattare con i Thai.

    La via migliore è sempre quella di usare la poca esperienza maturata nei viaggi precedenti per scegliere dove si vuol vivere e cosa si vuol fare.

    Se non si hanno ancora le idee sufficientemente chiare, è bene programmare un ulteriore permanenza per chiarirle.

    Dopodichè, a idee chiarite, si cominciano a cercare i contatti giusti in loco; un buon business assistant se si ha intenzione di iniziare una qualche attività, o una attività seria ed avviata, meglio se di italiani, con i quali possa apparire possibile far partire un rapporto di collaborazione.

  18. #18
    User L'avatar di truzzetto
    Data Registrazione
    Mar 2008
    Messaggi
    18
    ciao andrez tu che stai in thai da molti anni, ti capita spesso di sentire oppurtunita di lavoro accettabili ? gli italiani per quali tipi di lavoro sono piu ricercati?

  19. #19
    Esperto L'avatar di Andrez
    Data Registrazione
    Mar 2005
    Località
    Sull'isola del giorno prima
    Messaggi
    8,249
    Non ho capito bene cosa intendi per "opportunità di lavoro accettabili".

    Forse intendi se qui vi sono frequenti offerte di lavoro valide per italiani; in questo caso dobbiamo riconsiderare un pò il concetto di lavorare e cercare lavoro in Thailandia diversificandolo da quello italiano.

    La disoccupazione è ancora un problema per la Thailandia e vista la drammatica situazione dei Paesi confinanti (Birmania, Laos, Cambogia e Malesia) deve costantemente combattere per evitare che masse di mano d'opera estera si offra a prezzi irrisori togliendo il lavoro ai Thai.

    In questi provvedimenti sono contenute le severe regole che precisano la concessione del Work Permit; se si porta capitali e professionalità non vi è nessun problema, altrimenti non c'è nulla da fare.

    Come dicevo in altra area, vi sono alcuni lavori che sono consentiti liberamente al farang anche senza work permit, ma sono finalizzati alla sua sussistenza, come il pescatore che pesca per sè o chi coltiva riso o banane per sè, senza venderle o commerciarle in alcun modo.
    (vediamo di pubblicare una lista di questi lavori consentiti)

    Quindi la domanda diventa; hai professionalità e capitali da portare?

    Di interessante vi sono due aspetti:
    - visto l'attuale livello dell'economia Thai (ma attenzione, sta crescendo molto in fretta!) con cifre ancora ragionevoli, muovendosi bene è ancora possibile fare qualcosa di remunerativo.

    - visto l'attuale livello della professionalità Thai (ma anche questo sta crescendo molto in fretta!) di solito il farang occidentale di per sé è portatore di un livello di conoscenza del mercato decisamente superiore alla media Thai, consentendogli quindi facilmente di interagire in modo competitivo con parecchie realtà di mercato.

    Detto questo, raramente i Thai cercano personale farang, ed i farang che cercano personale farang lo fanno consapevoli che lo stipendio medio di un tecnico esperto Thai è di 6.000 baht/mese; (circa 120 €.) (una housekeeping o un operaio manovale guadagna 3.000 Baht/mese).

    Immaginiamo un Resort gestito da una Company italiana che ha un Restaurant Manager Thai che coordina uno staff camerieri-cucina di 30 persone e che fornisce circa 300 coperti/giorno per un salario di circa 12.000 Baht, 240€./mese.

    Ovviamente a pari resa, ad un italiano egualmente esperto non potrebbe fornire più di 240 €./mese.
    E ricordiamo che non esistono tredicesime, TFR, mutua-infortunio nè pensione, ma solo la Social Insurance che consente di ottenere prestazioni ospedaliere e medicine gratuite.

    Diverso può essere l'impegno lavorativo a contratto.
    Tu trovi un'attività che ti piace, tu piaci a loro e ti affidano che so, una baretto in spiaggia decentrato, oppure il marketing di un diving o di una disco, (o la società di una barca ) e ti riconoscono una percentuale sugli income; se sei bravo e ti applichi può essere facile arrivare a cifre interessanti ed in breve ad un livello di conoscenza tale da poter far partire un'attività tua.

    Comprenderai quindi che vi sono aspetti e situazioni che rendono indispensabile accostarsi all'argomento con un concetto ben diverso da quello che usiamo in Italy.
    Ultima modifica di Andrez; 28-03-08 alle 11:06

  20. #20
    User L'avatar di truzzetto
    Data Registrazione
    Mar 2008
    Messaggi
    18
    Non avendo una company
    Ci sono milioni di pretesti per cui la polizia ti possa chiedere un qualcosa.
    Devi mantenere sembre buone relazioni con loro, ma a volte non basta.

    Se dovessi aprire un ristorante, per esempio , tutti questi problemi riguardanti la polizia decadrebbero in buona parte.[/quote]


    La polizia tratta direttamente con te ? Anche se tu non sei dietro al bancone e quindi sei come un normale cliente?? Cioè loro praticamente se sanno che sei tu il burattinaio che muove indirettamente i fili del bar che fanno ??? non ti fanno storie strane?? come per esempio dichiarano che ti hanno visto lavorare senza permesso di lavoro e se non gli dai molti soldi ogni volta rischi la carcerazione?? (paranoie)

  21. #21
    Esperto L'avatar di Jioda
    Data Registrazione
    Mar 2008
    Messaggi
    100
    Citazione Originariamente Scritto da truzzetto Visualizza Messaggio
    come per esempio dichiarano che ti hanno visto lavorare senza permesso di lavoro
    Non siamo nei paesi dei balocchi , come moltra gente crede, anche in Thailandia ci sono le LEGGI.
    Quindi SOLO nel caso in cui trasgredisci la legge ti possono imputare di qualcosa..... e non per sentito dire o perche' solo pensano/credono che.......

    Se ti trovano con un pennello in mano e sporcho di vernice davanti una parete mezza dipinta, vagli te a spiegare che stavi passando per caso.
    Oppure, tornando al tuo esempio, se sei dietro al bancone di un bar e stai servendo una birra, o se stai facendo un cocktail..etc e la polizia arriva , cosa vai a dire?.... tutto quello che vuoi, ma non ti crederanno mai.
    Tu li NON LO PUOI fare!

    Se a differenza tu gestisci il tuo locle preso in affitto ( che lo sappiano o meno ) solo parlando/insegnando allle persone che ci lavorano le cose da fare, nessuno ti potra' MAI far nulla, non stai trasgredendo la legge.

  22. #22
    Esperto L'avatar di Andrez
    Data Registrazione
    Mar 2005
    Località
    Sull'isola del giorno prima
    Messaggi
    8,249
    Non avendo una company
    Ci sono milioni di pretesti per cui la polizia ti possa chiedere un qualcosa.
    Non si tratta di pretesti, ma di leggi da rispettare.

    In Italia non è forse la stessa cosa?
    Ti sembra che sia possibile che nelle nostre città si possa affittare un locale e dentro organizzi un bar senza licenza, senza PI, senza avere una Ragione Sociale?
    Alla Polizia Comunale o alla Guardia di Finanza che ti verrebbero a chiedere questi documenti in poche ore dall'apertura, di che li accusi ... di pretesti?



    Devi mantenere sempre buone relazioni con loro, ma a volte non basta.
    Le Forze dell'Ordine di tutti i Paesi vanno rispettate, così come le leggi.
    Tutto qui.

    "Devi mantenere buone relazioni con loro" fa parte di un concetto fantasioso quanto gratuito; partendo con questo piede non si può fare nulla qui, salvo trovare problemi.

  23. #23
    User Newbie
    Data Registrazione
    Apr 2008
    Messaggi
    1

    Buonasera a tutti...thailandesi e non!

    Allora io sono Marco e sono originario di Napoli.
    A trent'anni mi ritrovo a lavorare a Dublino, in Irlanda.
    Sono ingegnere in una compagnia di telecomunicazioni e faccio questo mestiere ormai da sette anni.
    C'e' un ottavo anno, che mi sono preso di vacanza prima di approdare nell'isola verde, in cui sono stato in Africa (Zambia principalmente ma anche Mozambico, Malawi, Botswana e Tanzania).
    Il motivo per cui sto postando il mio messaggio in questo forum credo sia chiaro a tutti.
    In Thailandia sono stato solo a Koh Samui, Koh Phangan e nelle altre piccole isole della zona e naturlamente me ne sono innamorato.
    Adesso a distanza di quattro anni da quel viaggio e innaffiato dalla pioggia insistente di Dublino mi sta sovvenendo l'idea di spostare le radici in una terra piu' radiosa, solare, accogliente. Dove il bel tempo non e' un'utopia ma esiste davvero. Senza che mi dilungo troppo giungo alle conclusioni: un anno e mezzo (scadenza inizio 2010) pensate che basta per architettare questo passaggio in Siam? L'idea (anche questa molto scontata) e' quella di aprire un bel ristorantino. Quanto puo' richiedere il disbrigo delle pratiche burocratiche?
    Io un nuovo giretto da quelle parti avrei pensato di farlo il prossimo gennaio. Servirebbe per creare dei contatti ed eventualmente avviare trattative.
    Per il lavoro che faccio non ho troppe ferie e quindi la cosa avrei pensato di gestirla da qui affidandomi a qualche serio businness cosultant Thailandese, magari mi costa un po' di piu' ma intanto mi mantengo i guadagni irlandesi.
    Conoscete mica una agenzia affidabile che curi questo tipo di cose? Nel caso avete dei nomi (di agenzie), vi dispiacerebbe postarli cosi' che magari gli do' un colpo di telefono e comincio a farci amicizia?!

    Basta! Sono andato lungo...

    Grazie a tutti!

    PS: bello sto forum!

  24. #24
    Esperto L'avatar di Jioda
    Data Registrazione
    Mar 2008
    Messaggi
    100
    Citazione Originariamente Scritto da MarcoNapoli Visualizza Messaggio
    L'idea (anche questa molto scontata) e' quella di aprire un bel ristorantino. Quanto puo' richiedere il disbrigo delle pratiche burocratiche?
    ....
    Per il lavoro che faccio non ho troppe ferie e quindi la cosa avrei pensato di gestirla da qui affidandomi a qualche serio businness cosultant Thailandese
    Ciao MarcoNapoli,

    Bisogna vedere se il posto/locale scelto lo vuoi prendere in affitto o comprarlo, se te lo vuoi intestare o se lo intesti ad un amico/amica Thai, se vuoi lavorarci tu personalmente o solo gestirlo senza lavorarci, etc... le variabili sono tante .

    Se intendi intestarti il tutto devi fare una company con minimo altre 6 persone in cui figuri che il 51% sia intestato a Thai ed il 49% allo straniero.
    Per fare tutte le pratiche per costituirla normalmente ci vogliono un paio di mesi.
    Puoi avviare alcune pratiche da dove sei - sconsigliato -, ma in molti documenti serve la fotocopia del passaporto con il visto di entrata.
    Probabilmente vorrai ottenere anche un work permit, ci vorra' un po' piu' di tempo ma necessita tassativamente la tua presenza in Thailandia.

    Se vuoi prendere le prime informazioni direttamente da un serio businness cosultant Thailandese, puoi guardare qui.

  25. #25
    User L'avatar di paolocris
    Data Registrazione
    Mar 2008
    Messaggi
    28

    Heilà!

    Ciao ragazzi.

    Già che ci sono ve lo chiedo:

    1) Sapreste dirmi, con esattezza, quale iter burocratico dovrei seguire esattamente per la mia prossima permanenza di tre mesi in Thailandia?

    2) Nel caso in cui dovessi trovare un'opportunità di investimento valida durante quel periodo quali sarebbero, sempre da un punto di vista burocratico, i passi necessari? Dovrei rientrare comunque in patria o potrei prolungare direttamente la mia permanenza?

    Grazie in anticipo !

  26. #26
    Esperta L'avatar di Mamilu
    Data Registrazione
    Jan 2005
    Località
    Krabi Thailand - VE member
    Messaggi
    1,625
    Per restare 3 mesi in Thailandia è necessario ottenere un visto turistico (vi sono diverse combinazioni per permanenza e numero ingressi) presso l'Ambasciata di Roma o il Consolato di Milano, Viale Berengario, 15. - Tel 02.460.299

    Se hai una regolare posizione INPS e ne mostri i documenti diviene più semplice ottenere un Visto con una permanenza più lunga.



    Puoi anche arrivare privo di Visto; all'entrata ti autorizzeranno una permanenza per un 1 mese, trascorso il quale dovrai uscire (di solito in Cambogia per chi è a Pattaya o in Malesia per chi è a Phuket e Krabi) e rientrare, ottenendo un ulteriore mese ogni volta.

    E' possibile ottenere 2 settimane supplementari presso i locali uffici immigrazione.

    E' da evitare rimanere oltre la scadenza del visto in quanto conteggeranno una multa giornaliera di oltre 500 baht (anche questa sta variando)



    Nel caso tu decida di intraprendere in Thailandia, innanzitutto dovrai fondare una Company e per farlo ti occorrerà un Visto Non Immigrant "B", per ottenere il quale dovrai presentare:
    1. Un formulario di richiesta del visto
    2. Due fototessera recenti a colori
    3. Il passaporto con validità non inferiore a 6 mesi + una fotocopia delle pagine da 1 a 3 e della pagina del rinnovo
    4. La prenotazione del volo o il biglietto aereo A/R + una sua fotocopia
    5. Una lettera di richiesta dalla ditta thailandese all’Ambasciata *
    6. Nel caso in cui il richiedente sia già proprietario o socio di una ditta in Thailandia, i documenti in piu’ da allegare sono:

    6.1. La registrazione della ditta presso la Camera di Commercio thailandese
    6.2. una fotocopia dello stesso autenticata dall'ufficio competente
    6.3. Il permesso di lavoro + una fotocopia


    * La "lettera" è un invito su carta intestata di una Company thai che si dichiara disponibile a collaborare con te; può essere quella di un Resort che si dichaira pronto ad assumerti o quella di un Business Assistant che dichiara di essere pronto a fare business con te.

    Questo è un esempio di "lettera":
    XXXX Company Limited.
    1234 - Bangkok - Sukunvit road.
    Tel ....... VAT number .........


    A chi di competenza.
    - data -


    Il sottoscritto XX YY, Direttore della XXXX Company Limited, dichiara di essere disponibile ad assumere il Sig. ZZ NN,
    nato a ....
    il ....
    titolo di studio ..........
    con l'incarico di (... Marketing Manager...)
    per il periodo dal .... al ......


    In fede
    XX YY
    Allegando copia della registrazione della Company presso la Camera di Commercio thailandese.


    Se ritieni di avere buone probabilità di procedere con la creazione di una Company, è consigliabile arrivare qui già con il Visa Non Immigrant "B", e quindi reperire qui una Company che ti metta a disposizione la lettera-invito.

    Altrimenti dovrai tornare.

    Spero di esserti stata d'aiuto
    Ultima modifica di Mamilu; 25-04-08 alle 09:48

  27. #27
    User L'avatar di paolocris
    Data Registrazione
    Mar 2008
    Messaggi
    28

    Grazie!

    Grazie molte Mamilu!

    Sei stata più che esauriente..Non avrei potuto chiedere di meglio.

    A presto!!!

  28. #28
    User L'avatar di paolocris
    Data Registrazione
    Mar 2008
    Messaggi
    28

    Sono vivo!!!

    Ciao ragazzi! Andrez, Jioda e tutta la banda al completo..


    Scrivo solo per rassicurarvi nel caso vi foste chiesti che fine avevo fatto (presuntuoso vero? He-He!)..D'altra parte vi ho martellato per quasi 2 mesi ininterrottamente e poi ecco che.. PUF! Scompaio nel nulla..

    Il fatto è che ho avuto qualche difficoltà in famiglia con una persona a me vicina che ha avuto dei problemi di salute e che ora necessita di assistenza.

    Inoltre sto lavorando come una bestia per mettere i soldi da parte e venire li da voi ma con il costo della vita attuale sono costretto a fare i salti mortali..Ormai non faccio più una fava, il massimo dello sballo è uscire al sabato (sempre che non faccia lo straordinario) a farmi duo o tre birre con gli amici e poi a nanna..

    Vorrà dire che dovrò recuperare questo andazzo monacale durante i tre mesi che intendo farmi in quel di Krabi e spero mi darete una mano in tal senso !!

    Come sempre vi saluto calorosamente e vi invito a farvi vivi se aveste delle novità..Ciao grandi!!!

    P.S.: Non so se ho fatto bene a postare questa mia in questo particolare spazio..In effetti è un pò off-topic...Mi aspetto una bacchettata dal buon Andrez!

  29. #29
    Esperto L'avatar di Jioda
    Data Registrazione
    Mar 2008
    Messaggi
    100
    Bentornato Paolocris,
    in questo ultimo periodo siamo stati tutti un po' impegnati per motivi diversi.

  30. #30
    Esperto L'avatar di Andrez
    Data Registrazione
    Mar 2005
    Località
    Sull'isola del giorno prima
    Messaggi
    8,249
    Mi aspetto una bacchettata dal buon Andrez!

  31. #31
    User L'avatar di paolocris
    Data Registrazione
    Mar 2008
    Messaggi
    28
    Spero che i vostri impegni siano stati più piacevoli dei miei caro Jioda...E ci vuole pure poco!

    Aiuto! Andrez mi importuna! He-He!! Piacere di risentirvi ragazzi...

    Già che ci sono ne approfitto per mettervi al corrente dei miei progressi:
    per il momento sto continuando con il mio vecchio impiego anche perchè il lavoro part time estivo che avevo trovato si è rivelato un clamoroso pacco.. Pertanto, secondo i miei calcoli, dovrei essere "economicamente pronto" per dicembre.

    Naturalmente più si avvicinerà il momento di partire e più mi sembrerà che i soldi da investire non siano sufficienti, ma questo è un meccanismo perverso che ormai ho imparato a conoscere...E prima o poi il salto bisogna pur farlo!

    Mi chiedevo inoltre: nella zona di Krabi qual'è (approssimativamente) la densità di italiani che hanno avviato con successo delle attività? E sareste voi in grado di mettermi in contatto, una volta giunto in loco, con qualcuno che sia affidabile? Oltre a Voi naturalmente...A proposito, non è che cercate un socio per qualche nuovo investimento, vecchi squali della finanza! Ha-Ha!

    Ciao!

  32. #32
    Esperto L'avatar di Andrez
    Data Registrazione
    Mar 2005
    Località
    Sull'isola del giorno prima
    Messaggi
    8,249
    Ciao Paolocris

    Con successo a Krabi e Aonang ha intrapreso meno di una decina di italiani.
    Con insuccesso quasi un centinaio in questi ultimi 18 anni.


    Ognuno vive una propria esperienza a sè, a modo suo, con professionale discrezione e spesso riservatezza.
    Tra i tnati che hanno fallito vi erano fricchettoni ed alternativi vari, compagnia allegra e variopinta ma che non è riuscita a concludere nulla ed ha quasi sempre dovuto lasciare quel pò che aveva investito.

    La nostra realtà [Jioda, io, Mamilu, Suphannee (la business assistant) e pure Giorgio] consente un approccio collaborativo molto ampio, grazie alla filosofia del ForumGT, quindi potrai contare sul nostro supporto e nel caso, non escludiamo possibili forme di compartecipazione.

  33. #33
    User L'avatar di paolocris
    Data Registrazione
    Mar 2008
    Messaggi
    28
    ...Già sapevo di poter contare sul vostro appoggio e l'idea di una potenziale collaborazione diretta mi rassicura parecchio, grazie Andrez.

    Per curiosità: il fallimento dei "fricchettoni" da cosa é stato principalmente causato? Dall'approccio sbagliato con l'ambiente locale (leggi, mentalità ecc.), da un'errata tipologia di investimenti o magari dall'impiego (orrore!) di un budget non adeguato...Oppure da una combinazione di tutte queste cose e non solo?

    Comunque immagino di sapere a che tipo di individui ti riferisci e sta pur certo, come spero si arguisca dal tenore dei miei post, che non hanno niente a che spartire col sottoscritto...

    Salutissimi!!!

  34. #34
    Esperto L'avatar di Andrez
    Data Registrazione
    Mar 2005
    Località
    Sull'isola del giorno prima
    Messaggi
    8,249
    Spero perdonerai il termine generico di fricchettoni; in realtà quelli sono solo una minima parte e la gamma è molto variegata.

    E' molto frequente che qui arrivino italiani (dai 20 ai 50 anni) e recependo immediatamente l'educata cordialità mista ad apparente ingenuità dei Thai, decidano di potersela giocare tranquillamente con loro, cosa oggi quasi impossibile in Italy.
    Si accostano così al business con superficialità ed impreparazione, investono cifre non sempre modeste in attività-patnership che quasi sempre mettono con estrema facilità nelle mani della loro convivente Thai, appena conosciuta nel bar all'angolo, dalla quale hanno avuto promessa di eterno e puro amore, e ci hanno creduto, e per un breve periodo di tempo se la spassano

    Poi dopo pochi mesi si accorgono che la partnership, quasi sempre in nome della thai (partecipare legalmente in una attività commerciale è un aspetto complesso ed impegnativo, come abbiamo ampiamente scritto) è di fatto in mano completamente a lei e che a lei l'amore è presto passato.

    E con esso la partnership e l'investimento iniziale.

    Abbiamo assistito a centinaia di casi di questo tipo; potremmo dire un 90% di chi intraprende qui, e le uniche variabili sono l'importo iniziale investito e la durata dell'avventura.
    A volte arrivano figli e tutto si complica, lasciando anche dolorosi strascichi affettivi.
    Ultima modifica di Andrez; 30-05-08 alle 11:21

  35. #35
    User L'avatar di truzzetto
    Data Registrazione
    Mar 2008
    Messaggi
    18
    ciao ragazzi non scrivo da un bel pezzo come state ?? sicuramente meglio di noi qui in italia dove mafie e disinformazione regnano sovrani a discapito delle persone oneste. Sta diventando un lusso comprare generi di prima necessità, pane 4 euro il kg, latte con un rincaro del 11% , pasta del 20% frutta e verdura del 7 % e comunque la situazione è molto peggio di come sembra grazie ai nostri giornalisti che scrivono sotto dettatura dei politici qui la gente non si rende conto che l informazione è imbavagliata.
    Mi servirebbero altre informazioni preziose sulla thailandia. Vendere articoli dalla thailandia all' estero senza nessun tipo di permesso è lecito?? Cioè in parole povere se io trovassi degli oggettini in thai da poter spedire a clienti all' estero (logicamente aumentando un po il prezzo per guadagnarci qualcosa) senza nessun tipo di permesso, tramite le poste thai per esempio o altri corrieri, cosa rischierei??
    L ultima volta che sono stato a bangkok ho provato a spedire dieci magliette in italia ad un amico proprio per vedere cosa succedeva. Queste magliette erano firmate billabong quicksilver ecc. la dogana le blocco nel nord italia non ricordo bene in quale citta e fecero un mucchio di problemi dicendo che sarebbero potuti diventare anche problemi di natura penale e che praticamente stavolta era andata così ce l hanno fatta passare liscia. Io non ho capito perche sia successo tutto questo. Voi lo sapete?? forse perche erano firmate o erano il falso? se spedissi cose non firmate succederebbe lo stesso?? Fatemi un po di luce argomentando un po il punto inport export anzi piu export che inport CIAO UN BACIONE A TUTTI

  36. #36
    Esperto L'avatar di Jioda
    Data Registrazione
    Mar 2008
    Messaggi
    100
    Ciao Truzzetto,

    il problema dipende dalle leggi in vigore nello stato in cui intendi spedire le tue merci.

    L ultima volta che sono stato a bangkok ho provato a spedire dieci magliette in italia ......la dogana le blocco nel nord italia
    In Italia bisogna pagare sicuramente l' iva su ogni prodotto e spesso ci sono dei dazi su certi tipi di oggetti provenienti da certi paesi.

  37. #37
    Esperto L'avatar di Andrez
    Data Registrazione
    Mar 2005
    Località
    Sull'isola del giorno prima
    Messaggi
    8,249
    C'è inoltre il reato di importazione, detenzione e commercio di marchi contraffatti.

  38. #38
    User L'avatar di truzzetto
    Data Registrazione
    Mar 2008
    Messaggi
    18
    Voi per arrotondare non esportate alcunchè?? quali sono i paesi che non fanno storie di imposte aggiunte per poche magliette spedite?

  39. #39
    Esperto L'avatar di Andrez
    Data Registrazione
    Mar 2005
    Località
    Sull'isola del giorno prima
    Messaggi
    8,249
    E' ancora possibile fare ottimi affari esportando pietre preziose o mobili e pezzi d'antiquariato, naturalmente con tutti i requisiti di legge richiesti da entrambi gli Stati, ma occorre essere esperti e profondi conoscitori sia di quanto trattato che dei relativi mercati.

  40. #40
    Utente Premium L'avatar di fabysnet
    Data Registrazione
    Jan 2005
    Messaggi
    121
    C'è qualcosa che è possibile esportare dalla Thailandia in modo abbastanza regolare e con bassi rischi; le copie celebri di orologi famosi.

    E' facilissimo reperire in tutta la Thailandia riproduzioni fedelissime di Cartier, Rolex ecc. anche con movimenti automatici, a prezzi bassissimi, da circa 5 € per quelli al quarzo, a 15 € per gli automatici.

    Sul mercato europeo sono facilmente vendibili a 150-200 €. e realizzando un sito in inglese sul quale offrirli e poi farli spedire da un Thai direttamente al destinatario per posta, uno ad uno, è possibile fare un discreto business.

    C'è sempre il rischio che una delle tante buste inviate venga aperta, ed il materiale eventualmente sequestrato in quanto considerato contraffatto, ma essendo "uno solo" la perdita è comunque contenuta ed il ricevente praticamente non perseguibile, in quanto ricevente UN orologio che risulterebbe in "omaggio".
    Ultima modifica di fabysnet; 04-06-08 alle 17:20
    Because Italian do it better! (...someone)

  41. #41
    User L'avatar di truzzetto
    Data Registrazione
    Mar 2008
    Messaggi
    18
    Citazione Originariamente Scritto da Andrez Visualizza Messaggio
    E' ancora possibile fare ottimi affari esportando pietre preziose o mobili e pezzi d'antiquariato, naturalmente con tutti i requisiti di legge richiesti da entrambi gli Stati, ma occorre essere esperti e profondi conoscitori sia di quanto trattato che dei relativi mercati.

    puoi linkarmi qualche sito dove posso approfondire l argomento nello specifico dunque? oppure dirci qualcosa in piu?

  42. #42
    Esperto L'avatar di Andrez
    Data Registrazione
    Mar 2005
    Località
    Sull'isola del giorno prima
    Messaggi
    8,249
    Citazione Originariamente Scritto da truzzetto Visualizza Messaggio
    puoi linkarmi qualche sito dove posso approfondire l argomento nello specifico dunque? oppure dirci qualcosa in piu?
    Sei dunque tu un esperto d'antiquariato o di pietre preziose?

  43. #43
    User L'avatar di truzzetto
    Data Registrazione
    Mar 2008
    Messaggi
    18
    no ! nè antiquariato nè pietre preziose però su a chiang mai ho visto moltissimi oggetti d artigianato e mobili in legno davvero bellissimi, argento a buon mercato e anche dei vestiti particolari decorati a mano

  44. #44
    Esperto L'avatar di Andrez
    Data Registrazione
    Mar 2005
    Località
    Sull'isola del giorno prima
    Messaggi
    8,249
    Come ho già scritto, se non si è esperti non si hanno le condizioni per accedere a questi tipi di business.

    Gli oggetti prodotti a Chiang Mai sono copie prive di valore reale e ben difficilmente esportandoli in Europa sarebbe possibile recuperare le spese d'acquisto, spedizione e sdoganamento.

    Esistono anche rari esemplari originali e di valore, ma tocca essere esperti, saperli riconoscere e valutare e quindi saper accedere ai canali di vendita in Europa.
    Ultima modifica di Andrez; 05-06-08 alle 15:13

  45. #45
    Utente Premium L'avatar di dead
    Data Registrazione
    Nov 2005
    Messaggi
    136
    Citazione Originariamente Scritto da Jioda Visualizza Messaggio
    Non siamo nei paesi dei balocchi , come moltra gente crede, anche in Thailandia ci sono le LEGGI.
    Quindi SOLO nel caso in cui trasgredisci la legge ti possono imputare di qualcosa..... e non per sentito dire o perche' solo pensano/credono che.......
    Anche in Thailandia??
    Direi solo in Thailandia!

    Da noi un Thailandese (o un albanese o un cinese) può entrare senza quasi controlli, con un visto turistico, aprire un attività commerciale con il 90% dei dipendenti in nero, fregandosene dei controlli igenici, ecc.
    Se ha l'incredibile sfortuna di essere scoperto dalla finanza o dalla ASL, non rischia quasi nulla perchè non è cittadino italiano. nel peggiore dei casi viene espulso (dopo tre giorni rientra e ricomincia in un'altra città) dal paese.

    E noi saremmo il paese civile? E gli altri quelli in via di sviluppo che devono essere aiutati?

    Provate a comportarvi alla stessa maniera in Thailandia e vediamo se vi lasceranno uscire dalla galera prima che i vostri nipoti siano diventati nonni!!
    Visit me@ DEAD

  46. #46
    Esperto L'avatar di Andrez
    Data Registrazione
    Mar 2005
    Località
    Sull'isola del giorno prima
    Messaggi
    8,249
    In effetti le autorità Thai sono molto attente e severe alle problematiche relative all'immigrazione.

    Se si rispetta le leggi è possibile vivere qui o intraprendere nel migliore dei modi.
    Altrimenti è molto facile essere espulsi, precludendo eventuali possibilità di rientro.

    La problematica italiana sull'immigrazione ed i recenti provvedimenti, sono un argomento che trattiamo in Società Civile; meglio approfondirlo dilà

  47. #47
    User L'avatar di dillinger
    Data Registrazione
    Jun 2008
    Messaggi
    16
    Ciao a tutti, ho letto con molto interesse la discussione.
    Cosa consigliereste di fare allora?
    Io sono in procinto di lasciare il mio lavoro (tecnico di regia televisiva) per iscrivermi ad una laurea triennale di medicina (che può essere ortopedico, ostetrico, fisioterapista, ortottico ecc..) nella speranza di trovare poi lavoro "facilmente" all'estero.
    Non voglio arrendermi all'idea di venire ad abitare a Phuket.
    Nel settore medico pensate che come dipendente non ci siano speranze di lavorare?
    Io non posso contare su soldi da investire (ho circa 25000 euro sul conto): secondo voi devo disilludermi?
    Io devo decidermi in fretta ho il test d'ingresso a tali facoltà a settembre

    Grazie ad andrez e jioda per le risposte che avete già scritto molto precise e cordiali.
    Ultima modifica di Andrez; 23-06-08 alle 19:40 Motivo: Maiuscole

  48. #48
    Esperto L'avatar di Andrez
    Data Registrazione
    Mar 2005
    Località
    Sull'isola del giorno prima
    Messaggi
    8,249
    Nel settore medico potresti trovare lavoro come assistente o infermiere se hai un relativo diploma ed esperienze, altrimenti non è tanto facile.

    Considera sempre che un infermiere Thai diplomato guadagna da 8.000 THB/mese, circa 150 €.

    Se hai altre idee o interessi non demordere però, che con 25.000 €. è possibile far partire qualcosa qui, ... ma con molta prudenza!

  49. #49
    User L'avatar di dillinger
    Data Registrazione
    Jun 2008
    Messaggi
    16
    è chiaro che l'inizio di un lavoro in thai è oneway a causa della valuta, più che altro, 8000 bath saranno abbastanza per vivere una vita umile e dignitosa?

    è incoraggiante sentirmi dire che con 25000 euri si può pensare a far qualcosa ma per prenderei in considerazione la cosa dovrei venire personalmente in loco e iniziare a rendermi conto di tutto. (cosa che conto di fare a novembre-dicembre di quest'anno[chiunque sia interessato ad unirsi mi contatti senza problemi])

    mi sembra di capire che la situazione ideale è avere una (anche piccola) pensione per permettersi la libertà senza nessun altra preoccupazione, come

    il buon Roberto che ci riporta la sua esperienza sul suo sito ciaophuket.it che approfitto per salutare se mai dovesse leggere questo forum


    comunque non voglio ancora escludere a priori il lavoro dipendente nonostante mi spaventi l'assenza del sistema pensionistico di tfr ecc.. (risulta anche a voi?)
    accidenti ci sarà un modo che si confà alla mia situazione/possibilità! per esempio, prima di automutilarsi per ottenere una pensione di invalidità,
    potrei progettare una società con un altro italiano nella mia stessa situazione. il problema però è capire subito se trovassi un altro straccione come me e avessimo 50mila euro in 2, sarebbe sufficiente per sistemarci entrambi? le incognite sono troppe, la miglior società è dispari e 3 son troppi... comunque scherzi a parte:

    ATTENZIONE!: per sapere se il mio eventuale titolo di studio è riconosciuto in thai devo chiamarel'ambasciata a roma? oppure devo dimostrare di aver già lavorato per x anni in tal settore? se fosse così il percorsosi allunga....

  50. #50
    User L'avatar di dillinger
    Data Registrazione
    Jun 2008
    Messaggi
    16
    ma se come si è detto precedentemente se la ragione sociale di una company deve essere 2000000 di bath per socio, la vedo dura...
    adesso non mi prendete in giro ma mi sa che un modo sarebbe davvero quello di intraprendere una relazione con una thai, far passare un bel po di tempo, vedere se lei continua a voler stare con me, findanzarsi, sposarsi senza fretta E POI cercare di sistemarsi nel suo paese natale...
    un motivo rassicurante starebbe nel fatto che una che non ci crede non si impegnerebbe per così tanto tempo. poi qualsiasi relazione può potenzialmente finire però...

+ Rispondi alla Discussione
Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima

Tag per Questa Discussione

^ Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
  • Il codice BB è Attivato
  • Le faccine sono Attivato
  • Il codice [IMG] è Attivato
  • Il codice [VIDEO] è Attivato
  • Il codice HTML è Disattivato
  • Trackbacks Attivato
  • Pingback Attivato
  • Refback Attivato

SEO by vBSEO 3.6.0 PL2 ©2011, Crawlability, Inc.