+ Rispondi alla Discussione
Pagina 2 di 2 PrimaPrima 12
Risultati da 51 a 75 di 75

E se volessi aprire un negozio online?

Ultimo Messaggio di SeoDonato il:
  1. #51
    User Attivo L'avatar di must
    Data Registrazione
    Mar 2005
    Località
    Gozo, Malta
    Messaggi
    4,347
    Segui must su Twitter Aggiungi must su Google+ Aggiungi must su Facebook Aggiungi must su Linkedin
    no, finché non raggiungo una determinata soglia di guadagno (qui sanno i commercialisti del forum, non chiedere a me ).
    ma il vero problema sono le AZIENDE che vendono su ebay (anche camuffati da privati).

  2. #52
    User
    Data Registrazione
    Jun 2006
    Località
    Rome
    Messaggi
    517
    Grazie, quindi, cari amici commercialisti...quale è questa benedetta soglia di guadagno?

  3. #53
    User Newbie
    Data Registrazione
    Sep 2006
    Messaggi
    5
    non passo fare a meno di inserirmi in questa discussione...
    io ho la fortuna di avere mio padre che è un grossista di bigiotteria all'ingrosso, e così ho da poco pensato di estendere l'attività, e ovviamente (essendo un povero ingenere informatico) ho pensato ad un sito web.per quanto riguarad la fornitura della merce quindi non posso dare aiuti visto che non ho avuto questo problema....

    per quanto rigiarda la partita iva non ho avuto molti problemi, sono andato dal commercialista e me ne ha aperta una in funzione della mia attitvità, il costo mi sembra sia stato di 80 euro. sono poi andato nella agenzia dell entrate che mi ha consegnanto in documento con in numero e la ragione sociale.
    il commercialista mi ha parlato di agevolazioni per inizio attività, del tipo che per i primi 3 anni le tasse sono abbastanza basse...

    nel forum ho aperto un treads in cui discutevo della convenienza di apriere un sito web o un negozio ebay. grazie ad alcuni consigli sono (quasi) arrivato ala conclusione che entrambi sia la scelta migliore.

    il mio business plan e abbastanza semplice: (che è anche quello che consiglio di fare....)

    una volta aperta la partita iva ed avendo la merce si può iniziare a vedendere qualcosa su ebay, il costo è abastanza basso e ti permette di fare delle prove: prezzo di vendita la pubblico della rete (cifra non semplice da individuare), oggetti che vanno per la maggiore, si inizia a fare dimestichezza con le modalità di pagamento e la spedizione.

    per quaste ultime questi sono i miei consigli (più che altro idee visto che devo ancora iniziare...)
    per il pagamento il metodo che va per la maggiore su ebay è paypal, occorre però un conto bancario grazie al quale inoltre si può includere come modalità di pagamento il bonifico bancario.
    prima su ebay si poteva usare la postpay, ora è vietata, ma avendo un sito internet si può implemetare questa modalità di pagamento che andrà per la maggiore.

    per le spedizioni sicuramente un coriere privato è la miglior scelta (TNT mailbox...) ,a ho notato che anche le poste non sono male (magari mi rimangerò tutto..) ovviamete questo è molto legato al tipo di merce che si vende.

    dopo essersi fatto un nome su ebay (vendendo anche all'estero su i vari ebay.com , ebay,fr, ebay.co.uk ....) si può iniziare a progettare un sito web.
    come già scritto un buon software è oscommerce, facile da usare e che permentte una buona (anche se non eccellente) gestione grafica del sito.

    per pubblicizzarlo si può investire qualcosa sull'adword di google.
    si paga a click, ovvero sul numero di persone che entra nel tuo sito online passando per il link di google. per dare un'idea con 50 euro mensili google ti manda sul tuo sito fino a 1000 persone

    a quel punto si può creare un canale di commercio fra il sito web privato e le inserzioni su ebay (magari raggruppate in un negozio ebay). per aumentare pubblicità (probabilmente la cosa più importanete per il commercio online) e quindi il Pagerank, in questo modo si puà apparire sempre più in alto durante le ricerche.

    inoltre si possono cercare blog e forum che parlano dell'argomento della tua merce e chiedere l'inserimento (sotto pagamento) del link al tuo sito.

    non bisogna inoltre scordare che per un'attività online bisogna offrire il diritto di recesso (mi sembra per due settimane), che probabilmete è la dannazione di tutti i negozi online.

    ovviamete aprire un sito web è un lavoro ricorsivo, ovvero non si smette mai di migliorarlo, la cosa che quindi consiglio (e che farò) sarà quella di iniziare anche quando ho dei dubbi sulla bontà del sito, e a seconda dei risultati fare modifiche.

    è ovvio che la mia piccola (e forse banale) argomentazione risulta essere abbastaza semplificativa, visto che una delle cose più importanti è il l'acquisto della merce e non ho trattato l'argomento....per quello bisogna girarsi un po intorno e vedere se alla fine quello che si prorpone ha un prezzo concorrenziole con quello della rete.

    ho comunque trovato informazioni interessanti nelle guide ebay...addirittuta in questo momento ebay offrre un servizio per coloro che hanno voglia di aprire un'attività e che non sanno come fare, che consite in 4 telefonate gratuite in cui ti viene spiegato un po tutto.
    poi si integra su forum come questi e dal commercialista.

    mi scusi per i sicuri errori grammaticali, e auguro al collega ingegnere la più grande fortuna

    ciao a tutti

  4. #54
    User Newbie
    Data Registrazione
    Sep 2006
    Messaggi
    7
    Citazione Originariamente Scritto da must
    no, finché non raggiungo una determinata soglia di guadagno (qui sanno i commercialisti del forum, non chiedere a me ).
    ma il vero problema sono le AZIENDE che vendono su ebay (anche camuffati da privati).

    scusate, ma sei io privato, acquisto 10 prodotti in cina, con conseguente esborso (iva e dazi doganali) e poi di questi 10 (che avrei dovuto usare io) 9 li rivendo.....cosa sto evadendo?? è una vendita tra privati, sbaglio?

  5. #55
    User Newbie
    Data Registrazione
    Sep 2006
    Messaggi
    7
    Citazione Originariamente Scritto da miwi
    Ciao Napo, io ho la tua stessa intenzione: rimanere dipendente e vendere sia su e-bay che tramite online store.
    Se ti può interessare, alcuni mesi orsono, dopo deludenti risposte dai commercialisti che su questo argomento ne sapevano meno di zero, sono andato all'INPS ad informarmi.
    E' emerso quanto segue:
    - Posso aprire la partita iva anche se sono dipendente.
    - Non sono tenuto a pagare la cifra minima di contributi INPS dato che ci pensa l'azienda dove sono assunto.
    - Non sono costretto a pagare gli anticipi per la parte di contributi che versa l'azienda.
    - Ovviamente debbo pagare l'aliquota sul guadagno generato da lavoro autonomo.
    - Per ottenere tali agevolazioni (non sono da poco) il lavoro da dipendente deve essere il lavoro prevalente.
    - Il criterio per stabilire quale dei due lavori sia quello prevalente è il tempo. Nel senso che se da dipendente lavori 8 ore al giorno e ne lavori 2 per la seconda attività, allora il tuo lavoro prevalente è quello da dipendente. Non importa se come dipendente guadagni 1000 euro e come autonomo ne guadagni 15000.


    Purtroppo mi fido poco anche della risposta dell'INPS.
    Non posso nemmeno darti notizie certe perchè ancora non ho aperto la partita iva. Vorrei farlo a giorni.

    Se anche tu ti informi, possiamo confrontare le informazioni ed evitare brutte sorprese. Vista l'incopetenza degli esercizi pubblici .......


    Ciaooooooooooooo


    quante informazioni....fantastico.
    sperando che l'INPS ti (ci) abbia dato una risposta adeguata.
    Unico dubbio è l'aliquota che pagherai, faccio un esempio:
    (premette che è un puro esempio)
    lavoro dipendente 100 (aliquota 30%) quindi versato 30
    lavoro autonomo 50 (questo reddito sommato al precedente è 150 che fa scattare l'aliquota successiva a 40%) il calcolo delle tasse viene fatto su 50 o sul totale 150?
    la differenza non mi sembra poca.
    spero di avere tue notizie in merito, io intanto cerco di informarmi.
    grazie ancora

  6. #56
    User Newbie
    Data Registrazione
    Sep 2006
    Messaggi
    7
    Citazione Originariamente Scritto da miwi
    Ciao Napo, io ho la tua stessa intenzione: rimanere dipendente e vendere sia su e-bay che tramite online store.
    Se ti può interessare, alcuni mesi orsono, dopo deludenti risposte dai commercialisti che su questo argomento ne sapevano meno di zero, sono andato all'INPS ad informarmi.
    E' emerso quanto segue:
    - Posso aprire la partita iva anche se sono dipendente.
    - Non sono tenuto a pagare la cifra minima di contributi INPS dato che ci pensa l'azienda dove sono assunto.
    - Non sono costretto a pagare gli anticipi per la parte di contributi che versa l'azienda.
    - Ovviamente debbo pagare l'aliquota sul guadagno generato da lavoro autonomo.
    - Per ottenere tali agevolazioni (non sono da poco) il lavoro da dipendente deve essere il lavoro prevalente.
    - Il criterio per stabilire quale dei due lavori sia quello prevalente è il tempo. Nel senso che se da dipendente lavori 8 ore al giorno e ne lavori 2 per la seconda attività, allora il tuo lavoro prevalente è quello da dipendente. Non importa se come dipendente guadagni 1000 euro e come autonomo ne guadagni 15000.


    Purtroppo mi fido poco anche della risposta dell'INPS.
    Non posso nemmeno darti notizie certe perchè ancora non ho aperto la partita iva. Vorrei farlo a giorni.

    Se anche tu ti informi, possiamo confrontare le informazioni ed evitare brutte sorprese. Vista l'incopetenza degli esercizi pubblici .......


    Ciaooooooooooooo
    Ciao Miwi,
    ecco cosa mi ha risposto un utente ebay che ho conosciuto, e del quale posto risposta:
    puoi aprire P.IVA anche se sei lavoratore dipendente (è sufficiente
    recarsi all'Ufficio IVA e, nel caso tu avvii una attività di commercio
    elettronico, dovrai almeno 30 gg. prima richiedere al tuo Comune il
    permesso
    ad esercitare commercio elettronico);
    - effettivamente se sei già un lavoratore dipendente assunto a tempo
    pieno e
    versi pertanto i contributi INPS, NESSUN ulteriore contributo è dovuto
    (nemmeno la quota minima di 2600 euro annui). Nel momento in cui si fa
    l'iscrizione alla Camera di Commercio, tuttavia, la Camera di Commercio
    stessa comunica all'INPS l'inizio attività, quindi dopo alcuni mesi ti
    arriverà dall'INPS la richiesta di pagamento dei contributi da lavoro
    autonomo. A quel punto sarà sufficiente che tu ti faccia rilasciare dal
    tuo
    datore di lavoro una dichiarazione che sei assunto a tempo pieno e
    consegni
    questa dichiarazione all'INPS (Ufficio Commercianti - Artigiani).
    - riguardo al pagamento delle imposte, esiste un legge del 2000 (L.
    388/2000) che prevede un regime agevolato nei primi tre anni per le
    nuove
    attività: tale regime prevede che sui redditi derivanti da tale
    attività di
    lavoro autonomo si paghi l'IRPEF del 10% SENZA fare il cumulo con i
    redditi
    da lavoro dipendente e quindi senza appesantire le aliquote dei redditi
    già
    percepiti!!! Inoltre c'è la possibilità di avvalersi dell'assistenza
    fiscale
    (tutoraggio) direttamente da parte del Ministero delle finanze: in
    pratica
    vanno comunicati telematicamente i dati relativi ad acquisti e vendite
    (con
    cadenza trimestrale) e il tutor calcola le Imposte da pagare.
    Camera di Commercio e Ufficio IVA ti daranno maggiori ragguagli in
    proposito.
    Più o meno cio che avevi scritto tu, quindi...proverò ora ad andare alla camera di commercio.
    ciao

  7. #57
    User Newbie
    Data Registrazione
    Sep 2006
    Messaggi
    1
    Citazione Originariamente Scritto da napo73
    Ciao Miwi,
    ecco cosa mi ha risposto un utente ebay che ho conosciuto, e del quale posto risposta:
    puoi aprire P.IVA anche se sei lavoratore dipendente (è sufficiente
    recarsi all'Ufficio IVA e, nel caso tu avvii una attività di commercio
    elettronico, dovrai almeno 30 gg. prima richiedere al tuo Comune il
    permesso
    ad esercitare commercio elettronico);
    - effettivamente se sei già un lavoratore dipendente assunto a tempo
    pieno e
    versi pertanto i contributi INPS, NESSUN ulteriore contributo è dovuto
    (nemmeno la quota minima di 2600 euro annui). Nel momento in cui si fa
    l'iscrizione alla Camera di Commercio, tuttavia, la Camera di Commercio
    stessa comunica all'INPS l'inizio attività, quindi dopo alcuni mesi ti
    arriverà dall'INPS la richiesta di pagamento dei contributi da lavoro
    autonomo. A quel punto sarà sufficiente che tu ti faccia rilasciare dal
    tuo
    datore di lavoro una dichiarazione che sei assunto a tempo pieno e
    consegni
    questa dichiarazione all'INPS (Ufficio Commercianti - Artigiani).
    - riguardo al pagamento delle imposte, esiste un legge del 2000 (L.
    388/2000) che prevede un regime agevolato nei primi tre anni per le
    nuove
    attività: tale regime prevede che sui redditi derivanti da tale
    attività di
    lavoro autonomo si paghi l'IRPEF del 10% SENZA fare il cumulo con i
    redditi
    da lavoro dipendente e quindi senza appesantire le aliquote dei redditi
    già
    percepiti!!! Inoltre c'è la possibilità di avvalersi dell'assistenza
    fiscale
    (tutoraggio) direttamente da parte del Ministero delle finanze: in
    pratica
    vanno comunicati telematicamente i dati relativi ad acquisti e vendite
    (con
    cadenza trimestrale) e il tutor calcola le Imposte da pagare.
    Camera di Commercio e Ufficio IVA ti daranno maggiori ragguagli in
    proposito.
    Più o meno cio che avevi scritto tu, quindi...proverò ora ad andare alla camera di commercio.
    ciao
    Salve sono nuovo è la prima volta che scrivo ma seguo il Forum già da un pò.

    Per quanto riguarda l'aprire un negozio online tramite tutto quello del quale siamo venuti a conoscenza, riporto quanto inviatomi dell'INPS:

    DOMANDA:
    Salve,
    la presente per avere chiarimenti ai contributi INPS:

    Stò avviando le pratiche per inizio nuova attività di commercio elettronico
    via internet.

    Essendo un lavoratore Dipendente e pagando già i contributi, sono costretto
    con l''attività di e-commerce a versarne altri o basta comunicare che tali
    vengono già da me versati con il lavoro prevalente?

    Grazie dell''interessamento.

    Cordiali Saluti.

    RISPOSTA:
    Gentile utente,
    con riferimento alla sua richiesta INPS.CCBFF.12/09/2006.0195670Le
    comunichiamo quanto segue:

    dal 1 gennaio 97 tutti coloro che svolgono un'attività genericamente
    riconducibile al settore del commercio e del turismo hanno l'obbligo di
    iscriversi alla gestione commercianti inps (cosidetto terziario avanzato);
    l'obbligo di iscrizione all'inps scatta in presenza dei seguenti requisiti:
    essere titolari o gestori in proprio di impresa, sia organizzata e diretta
    prevalentemente con il lavoro proprio, o i componenti della propria
    famiglia, partecipare personalmente al lavoro aziendale con carattere di
    abitualità e prevalenza, essere in possesso ove previsto, della licenza o
    autorizzazione, avere la piena responsabilità dell'impresa, per i soci di
    società a responsabilità limitata la partecipazioone con carattere di
    abitualità e prevalenza

    La ringraziamo per aver utilizzato il servizio INPSRisponde, non esiti a
    contattarci per ulteriori richieste.

    Quindi secondo me bisognerebbe o provare a far tutto e riportare sul Forum quello che succede veramente dato che nessuno conosce nulla di concreto e certo!!!!

    Ciao

  8. #58
    User Newbie
    Data Registrazione
    Sep 2006
    Messaggi
    7
    Citazione Originariamente Scritto da Ciolla
    Salve sono nuovo è la prima volta che scrivo ma seguo il Forum già da un pò.

    Per quanto riguarda l'aprire un negozio online tramite tutto quello del quale siamo venuti a conoscenza, riporto quanto inviatomi dell'INPS:

    DOMANDA:
    Salve,
    la presente per avere chiarimenti ai contributi INPS:

    Stò avviando le pratiche per inizio nuova attività di commercio elettronico
    via internet.

    Essendo un lavoratore Dipendente e pagando già i contributi, sono costretto
    con l''attività di e-commerce a versarne altri o basta comunicare che tali
    vengono già da me versati con il lavoro prevalente?

    Grazie dell''interessamento.

    Cordiali Saluti.

    RISPOSTA:
    Gentile utente,
    con riferimento alla sua richiesta INPS.CCBFF.12/09/2006.0195670Le
    comunichiamo quanto segue:

    dal 1 gennaio 97 tutti coloro che svolgono un'attività genericamente
    riconducibile al settore del commercio e del turismo hanno l'obbligo di
    iscriversi alla gestione commercianti inps (cosidetto terziario avanzato);
    l'obbligo di iscrizione all'inps scatta in presenza dei seguenti requisiti:
    essere titolari o gestori in proprio di impresa, sia organizzata e diretta
    prevalentemente con il lavoro proprio, o i componenti della propria
    famiglia, partecipare personalmente al lavoro aziendale con carattere di
    abitualità e prevalenza, essere in possesso ove previsto, della licenza o
    autorizzazione, avere la piena responsabilità dell'impresa, per i soci di
    società a responsabilità limitata la partecipazioone con carattere di
    abitualità e prevalenza

    La ringraziamo per aver utilizzato il servizio INPSRisponde, non esiti a
    contattarci per ulteriori richieste.

    Quindi secondo me bisognerebbe o provare a far tutto e riportare sul Forum quello che succede veramente dato che nessuno conosce nulla di concreto e certo!!!!

    Ciao
    ciao,
    penso comunque che sia questo che ci differenzia da un lavoratore autonomo:
    partecipare personalmente al lavoro aziendale con carattere di
    abitualità e prevalenza

    x noi non dovrebbe risultare nè abituale nè prevalente.

    cmq, non abbiate fretta, tra poco sentirò la camera di commercio.

    un saluto a tutti

  9. #59
    User Newbie
    Data Registrazione
    Sep 2006
    Messaggi
    7
    Ragazzi, incollo qui la mia richiesta all'INPS, con relativa risposta:
    Gentile utente,
    con riferimento alla sua richiesta INPS.CCBFF.15/09/2006.0199164Le
    comunichiamo quanto segue:

    la risposta che ha avuto è del tutto esatta, una volta accertato il
    rapporto di lavoro prevalente sarà cancellato come commerciante

    La ringraziamo per aver utilizzato il servizio INPSRisponde, non esiti
    a
    contattarci per ulteriori richieste.

    Testo della Richiesta:

    Spett.le INPS,
    volevo iniziare un secondo lavoro, aprendo sito online (ebay o altro)
    di
    commercio elettronico; secondo lavoro perchè sono già un dipendente di
    una
    azienda Editoriale.
    Essendoci già una mia posizione INPS aperta, ed essendo il mio lavoro
    principale quello da dipendente, mi sono state fornite queste
    indicazioni:

    "Nel momento in cui si fa l''iscrizione alla Camera di Commercio,
    tuttavia,
    la Camera di Commercio
    stessa comunica all''INPS l''inizio attività, quindi dopo alcuni mesi
    ti
    arriverà dall''INPS la richiesta di pagamento dei contributi da lavoro
    autonomo. A quel punto sarà sufficiente che tu ti faccia rilasciare dal
    tuo
    datore di lavoro una dichiarazione che sei assunto a tempo pieno e
    consegni

    questa dichiarazione all''INPS (Ufficio Commercianti - Artigiani)."

    Sono stato mal consigliato?


    A voi i commenti!

  10. #60
    Utente Premium L'avatar di Furious
    Data Registrazione
    Apr 2006
    Messaggi
    449
    "Sarà cancellato come commerciante"... semmai sarà iscritto come commerciante...

  11. #61
    User Newbie
    Data Registrazione
    Sep 2006
    Messaggi
    7
    Citazione Originariamente Scritto da Furious
    "Sarà cancellato come commerciante"... semmai sarà iscritto come commerciante...


    penso volesse intendere che all'INPS come lavoro prevalente sarà il lavoro subordinato, e non verrà tenuto conto quello di commerciante (quindi cancellato).

    io l'ho inteso così

  12. #62
    User Newbie
    Data Registrazione
    Sep 2006
    Messaggi
    1

    Info per inizio attività

    Lo so, forse le mie domande sono un pò confuse ma vorrei sapere alcune cose infatti anch'io vorrei avviare un attività commerciale come secondo lavoro.
    Inanzitutto vorrei sapere se un negozio su ebay viene considerato e-commerce.Per me sarebbe come pubblicare un annuncio in un giornale locale ma forse mi sbaglio. Un altra cosa che vorrei capire è se acquistando da altri paesi come gli USA dovrei sempre richiedere una fattura dettagliata della merce oppure potrei acquistare come stock.Inoltre, se avessi della merce acquistata prima di avere avviato l'attività, come dovrei procedere per una vendita corretta?.
    Spero che qualcuno mi capisca. Grazie

  13. #63
    Banned L'avatar di fabioski
    Data Registrazione
    May 2005
    Messaggi
    866
    Citazione Originariamente Scritto da ideasnextdoor
    Scusa ma...se non hai molti soldi per partire... ebay ti fa schifo?
    Nel senso...piazza i tuoi articoli su eBay...vedi come va...poi prendi le tue decisioni. Dico una stupidaggine?

    Se vuoi fare il sito da solo, rivolgiti a PayPal, non paghi nessun canone, apri il tuo negozio e vedi come va. Se ci sono richieste e visite, e ne vale la pena, apri la partita iva e poi tutto il resto della trafila...
    Allora vi dico che lavorando da ingegnere e senza fare ferie e senza spese in 5 mesi di lavoro non ho ancora messo da parte i soldi per l'Inps Vabbè, lasciamo perdere, tutti sanno che in Italia era meglio andare a fare il pizzaiolo che andare a studiare ingegneria (per il lato prettamente economico intendo... le soddisfazioni che hai risolvendo un integrale difficile una bella prosciutto e funghi non te le da).
    Scusate la digressione ma voglio che i giovani sappiano che se studi attualmente ed in Italia farai fatica ad arrivare a fine mese se non hai paparino.

    Ebay.
    Avevo iniziato lungo questa strada. Ho detto contatto i 10 più grnadi produtrtori di sci europei e chiedo che prezzi mi fanno per X paia di sci di un certo tipo, modello passato di moda.
    Risultato:
    NESSUNO MI HA RISPOSTO!!!

    Ed ecco un eventuale perchè, e da qui capirete un'altra BARRIERA per il negozio online
    Le email che ho trovato sui siti probabilmente non erano delle "case madri" ma dei rivenditori italiani o della zona.
    I negozianti che vendono sci applicano rincari ASSURDI su ogni paio di sci. Pensate che ad inizio stagione vendono sci a 1000 euro che poi ad aprile trovi a 300 euro.

    Un rappresentante che frequenta il mio sito, contattato da me, ha detto che i negozianti si arrabbiano con gl iimportatori se questi forniscono "nuovi" negozi o peggio ancora negozi online.

    In poche parole ESISTE UNA CORPORAZIONE che tende a tenere altissimi i prezzi.

    Quindi non ho avuto nemmeno un contatto. Io avevo già in mente che target soddisfare e per questo target non solo non ci sono negozi specializzati in Italia ma addirittura online non ce ne sono (alcuni sono in germania e svezia).

    Comunque non mollo... non riuscirò mai a prendermi la MINI (auto) se faccio solo l'ingegnere "disegnatore di cosette insulse"

  14. #64
    User Newbie
    Data Registrazione
    Jul 2007
    Messaggi
    3

    Tesina

    Buongionro a tutti, sono uno studente..e in accordo con il docente universitario di valutazione economica ho deciso di affrontare x l'esame: l'apertura di un negozio online,valutando tutto il percorso da fare, dall'apertura della partita iva, la domanda in comune, il business plan di un'ipotetica attività commerciale...e tutta la burocrazia che serve...Mi sono accorto che c'è parecchia "ignoranza" in materia, e facendo una ricerca in internet ho trovato questo forum che mi potrebbe essere di grande aiuto visto che mi sembra di aver visto che ci sono molti utenti preparati in materia.
    Ho intenzione di fare un lavoro ad hoc, non mi interessa prendere il 30 e lode, ma poter mettere un pò di chiarezza a riguardo, e che magari potrebbe tornare utile a qualche altra persona...A giorni pensavo di fare un salto alla camera di commercio, ma se qualcuno mi potrebbe già dare dei suggerimenti, delle dritte, un aiuto,ne sarei pienamente grato, 1000 grazie

  15. #65
    Banned L'avatar di fabioski
    Data Registrazione
    May 2005
    Messaggi
    866
    Ciao Ciumi.
    Quando avrai preparato la tua tesina per l'esame la metterai online e consultabile da tutti?

  16. #66
    User Newbie
    Data Registrazione
    Jul 2007
    Messaggi
    3

    Tesina

    Ciao, io sono già all'opera x raccogliere più informazioni che mi possono tornare utili x la tesina, e se riesco a fare un buon lavoro la metto sicuramente online. Certo che se qualcuno mi potesse dare un aiuto, un suggerimento ne sarei pienamente grato e sarei certo di fare un lavoro utile a più persone....grazie

  17. #67
    User Newbie
    Data Registrazione
    Jan 2008
    Messaggi
    1
    [...]
    Ultima modifica di r2d2-bot; 11-01-08 alle 11:01

  18. #68
    ModSenior L'avatar di r2d2-bot
    Data Registrazione
    Oct 2005
    Messaggi
    68
    Ciao Mario1, il tuo Post è stato editato essendo un chiaro invito ad eludere le regolari leggi vigenti dello Stato Italiano.

    Questi genere di "consigli" non sono accettati dal Regolamento del Forum GT

    14.5. L'amministratore e/o i moderatori, a norma di legge, hanno il dovere di eliminare o modificare, senza avviso, qualsiasi post che ritengano, a loro insindacabile giudizio, diffamatorio, offensivo, ingiurioso o comunque contrario alle Leggi Italiane o alle presenti Regole.
    14.6. In caso di ritenuta violazione delle Leggi od Ordinamento Italiano, l'Amministratore è tenuto a segnalare l'accaduto alle Autorità competenti al più presto, ed ove ne ricorra il caso a consegnare ad esse ogni documentazione in proprio possesso relative alla presunta violazione ed all'utente che l'ha commessa.
    Ti consiglio di rileggere attentamente il regolamento prima di postare ancora, e di evitare altri post di questa tipologia.
    Regole del Forum Usare i MP per eventuali commenti

  19. #69
    User Newbie
    Data Registrazione
    Jan 2008
    Messaggi
    1
    Io ho aperto un negozio gratis su negos.it, ve lo consiglio. Mi occupo di elettronica ma ci si può iscrivere in qualsiasi categoria

  20. #70
    User
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Messaggi
    227
    ciao a tutti... la discussione è molto interessante.

    Io però avrei un'esigenza, vendere gadgets del mio sito. Quindi piccole cose, magliette, portachiavi ed altro con il logo del sito. Possibile che debba aprire partita iva e regolarizzarmi per fare questo? ...non so quanta merce riuscirò a vendere... probabilmente pochissima, per pochi utenti fidelizzati... mhm...

  21. #71
    User Newbie
    Data Registrazione
    Mar 2008
    Messaggi
    1

    Apertura negozio online

    se vuoi aprire un negozio che funzioni online posso indirizzarti e visita il mio sito trovi molte informazioni. link da copiare nella barra degli indirizzi, estermoprofitto.com/[email protected]


    ciao.....
    Informazioni riservate: wbmmillenium.com

  22. #72
    User
    Data Registrazione
    Mar 2008
    Messaggi
    61
    Citazione Originariamente Scritto da dufresne Visualizza Messaggio
    ciao a tutti... la discussione è molto interessante.

    Io però avrei un'esigenza, vendere gadgets del mio sito. Quindi piccole cose, magliette, portachiavi ed altro con il logo del sito. Possibile che debba aprire partita iva e regolarizzarmi per fare questo? ...non so quanta merce riuscirò a vendere... probabilmente pochissima, per pochi utenti fidelizzati... mhm...
    quoto
    chi ha piu' info in merito o esperienza per fare lumi lo ringrazierei.
    ma la domanda principale e': obbligatorio avere una partita iva?

  23. #73
    User L'avatar di bricky
    Data Registrazione
    Jun 2006
    Località
    Treviso
    Messaggi
    699
    Si ragazzi, è obbligatoria la partita iva.
    Si parla di vendere in modo continuativo dei beni online, quindi rientra nelle attività imprenditoriali.
    Vi consiglio di fare un giro nella sezione Fisco/Leggi, ci sono numerose discussioni in merito.

  24. #74
    User Newbie
    Data Registrazione
    Jan 2009
    Messaggi
    1
    Sono necessari:

    • partita iva (circa 100 euro l'anno)
    • iscrizione inps (oltre 2.000 euro l'anno di minimale)
    • autorizzazione comunale alla vendita online
    • un commercialista

    *****
    Ultima modifica di Stefano; 11-01-09 alle 20:04 Motivo: No autopromozione

  25. #75
    User L'avatar di SeoDonato
    Data Registrazione
    Dec 2016
    Località
    Alessandria
    Messaggi
    26
    Segui SeoDonato su Twitter
    Ciao il negozio online andava bene magari circa 5-7 anni fa... oggi un ecommerce fa fatica a decollare e per farlo serve un budget non di poco conto, ciò che invece può esserti davvero utile è scegliere i prodotti di punta dell'attività e puntare con Landing Page alla vendita di quei prodotti... Lo stesso Facebook sta cercando di andare in quella direzione..
    Ultima modifica di CheckNow; 24-05-19 alle 12:56 Motivo: No autopromozione!
    Verifica regolamento firme!

+ Rispondi alla Discussione
Pagina 2 di 2 PrimaPrima 12

Tag per Questa Discussione

^ Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
  • Il codice BB è Attivato
  • Le faccine sono Attivato
  • Il codice [IMG] è Attivato
  • Il codice [VIDEO] è Attivato
  • Il codice HTML è Disattivato
  • Trackbacks Attivato
  • Pingback Attivato
  • Refback Attivato

SEO by vBSEO 3.6.0 PL2 ©2011, Crawlability, Inc.