+ Rispondi alla Discussione
Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima
Risultati da 1 a 50 di 75

E se volessi aprire un negozio online?

Ultimo Messaggio di SeoDonato il:
  1. #1
    Banned L'avatar di fabioski
    Data Registrazione
    May 2005
    Messaggi
    866

    E se volessi aprire un negozio online?

    Super domanda che richiede una super risposta.
    Se io volessi aprire un negozio online che vende articoli sportivi da montagna cosa devo fare?
    Cioè, sia burocraticamente che "tecnicamente" cosa devo fare.
    Supponiamo che il sito con il carrello della spesa io lo sappia fare... poi cosa devo fare? Iscriversi a qualche albo/associazione? Contattare le dite che fanno scarponi, maglioni ecc?
    Fare richiesta per pagare con carta di credito?
    Chi sa dirmi "tutto" e di più? Se le info sono espresse in maniera "ordinata" ne verrà fuori un topic utilissimo per tutti

  2. #2
    Utente Premium L'avatar di celmania
    Data Registrazione
    Mar 2005
    Località
    Palermo (PA)
    Messaggi
    180
    Ciao,
    non è indispensabile avere un negozio "in mattoni". Devi aprire la p.iva e comunicare al comune in cui risiedi che vuoi aprire un attività commerciale. In questa sede dovrei specificare il luogo in cui vendi cioè l'indirizzo del sito web.

    Fai moltissima attenzione ai t ruffatori. Prendono di mira i nuovi siti ancora inesperti.

    In particolare:

    1) Se ti pagano con carte di credito clonate (cosa normale) a rimetterci sarai tu e non il legittimo titolare della carta di credito ne la banca che gestisce la transazione. Fatti mandare un fax con il documento di identità del titolare della carta di credito (non serve praticamente a nulla ma ti da una minima speranza in caso di contenzioso con cartasi).

    2) Fai viaggiare i pacchi sempre assicurati. Considera che alcuni pacchi verranno aperti e consegnati ai clienti vuoti.

    3) Non accettare assegni per nessun motivo.

    4) Ignora le molte richieste di acquisto che riceverai da Singapore, dalla Nigeria e simili.

    ciao

    preso da alverde.net

  3. #3
    Banned
    Data Registrazione
    Apr 2005
    Messaggi
    2,096
    Ciao fabioski,

    Azz.. mica una buccia di fico come si dice dalle mie parti .

    Praticamente vorresti analizzare partendo da zero tutto ciò che occorre per aprire un e-shop, bella sfida !

    Intanto una premessa, sono conscio che gli aspetti fiscali e burocratici siano importanti, ma questa non è proprio la sezione giusta ed io non sono assolutamente la persona giusta, quindi proverò intanto a risponderti sugli altri aspetti.

    Non credo che esista un modo giusto in assoluto, io posso dirti come mi comporterei personalmente. Ovviamente parto dal presupposto che esista un minimo di conoscenza degli articoli e del settore che si va a trattare.

    Elenco per sommi capi, poi sviluppiamo con gli altri:

    Studio di fattibilità

    Cioè stabilire in linea di massima se è un'operazione che potrà avere buone probabilità di successo o meno. Valutare tutte le possibili spese, fornitori, personale realizzazione del sito logistica e tutto il resto.

    Informazioni commerciali

    Informarsi presso amici negozianti, probaili fornitori, quali siano i prezzi all'ingrosso ed i prezzi al pubblico degli articoli che andremo a trattare.

    Piano di Marketing

    Stabilire dei budget di investimento e dei traguardi temporali.
    Stabilire tutte le azioni necessarie per rendere l'azienda, in questo caso il sito, visibile e facilmente raggiungibile dai potenziali clienti,pianificare campagne pubblicitarie mirate.

    pianificazione della logistica

    Contattare aziende di spedizioni, definire i tempi di consegna della merce, decidere come e dove immagazzinare la merce.

    Pagamenti

    Contattare e chiedere informazioni su come gestire i pagamenti online effettuati dai clienti, informarsi su costi e tempi.

    realizzazione del sito

    Quà c'è da scrivere per ore, mi limiterò per adesso a dire solo che andrà prima di tutto progettato in funzione degli utenti/clienti ed andranno studiati sia testo che grafica ad un solo fine, quello di riuscire a realizzare il maggior numero di vendite in rapporto al numero di visitatori oltre ad avere contenuti tali da essere "ben visto" dai motori di ricerca.

    Partire con le campagne pubblicitarie online ed offline e la promozione sui motori di ricerca.

    A questo punto è tutto pronto per iniziare a vedere se le previsioni erano giuste, i budget adeguati ed i traguardi raggiungibili.

    Ora questo è molto stringato, direi di sviluppare un punto alla volta e vedere come ce la caviamo.

    PS Solo una curiosità: ma te il negozio online lo vuoi aprire perdavvero ?

  4. #4
    User Attivo L'avatar di must
    Data Registrazione
    Mar 2005
    Località
    Gozo, Malta
    Messaggi
    4,347
    Segui must su Twitter Aggiungi must su Google+ Aggiungi must su Facebook Aggiungi must su Linkedin
    il discorso e' talmente vasto e complesso che meriterebbe un'intera sezione del forum (che proposi tempo fa al buon giorgio ).

    ti hanno gia' dato buone indicazioni per ora.

    aggiungo solo un piccolo dettaglio (avendo aperto in contemporanea negozio online e negozio offline): e' piu' facile vendere offline.


  5. #5
    Banned L'avatar di fabioski
    Data Registrazione
    May 2005
    Messaggi
    866
    Citazione Originariamente Scritto da emmebar
    PS Solo una curiosità: ma te il negozio online lo vuoi aprire perdavvero ?
    Sono un ing. meccanico che non riesce a trovare lavoro ne da ingegnere ne da cameriere ne da operaio, ne da spazzino.
    Grazie alle borse di studio mi resta ancora 4 euro nel conto in banca... Ma ho capito che non me lo posso permettere.
    L'idea del COSA vendere potrebbe funzionare davvero.
    Intanto continuiamo con il topic che mi sembra davvero TROPPO interessante.

    La realizzazione del sito è l'ultimo dei problemi.
    Fare un carrello elettronico non penso sia complicato, ed il pagamento tramite cc può essere fatto affidando il servizio a Banca Sella e tu paghi un tot al mese.

    Restano i problemi delle "carte da fare" e della ricerca delle aziende e degli accordi con le stesse.
    Non avevo pensato al problema "spedizioni".
    Sto leggendo questo artivcolo:
    http://www.romaexplorer.it/marketing...clickstore.htm spero sia utile (lo devo ancoa leggere).
    Grazie.

  6. #6
    User Attivo L'avatar di must
    Data Registrazione
    Mar 2005
    Località
    Gozo, Malta
    Messaggi
    4,347
    Segui must su Twitter Aggiungi must su Google+ Aggiungi must su Facebook Aggiungi must su Linkedin
    a occhio quell'articolo mi sembra piu' che altro un messaggio pubblicitario.

    per quanto riguarda il sito e la sua realizzazione, puoi prendere oscommerce, impari a modificarlo un po', e ci fai molto.

    il problema sta:

    1) burocrazia per l'avvio dell'attivita' (nulla di che, sia chiaro)
    2) logistica (imballaggi + corriere espresso)
    3) banca (conto aziendale + gateway bancario)

    questo vuol dire anche sostenere dei costi, non solo dedicare tempo. e prima di fare un investimento e' meglio pianificare, altrimenti ci si trova in una situazione ancora peggiore.

    intendiamoci, non sto certo dicendo di lasciar perdere o simili. solo non credo che l'avvio di una attivita' imprenditoriale debba essere guidata dalla mancanza di alternative (statisticamente succede questo: nei periodi di maggiore crisi, vengono aperte il maggior numero di aziende. la domanda che mi pongo io pero' e': si, ma quante durano?).

    sono tempi duri, e lo sono un po' per tutti. questo porta ad accelerare i pensieri alla ricerca di soluzioni. solo che spesso chi ha fretta non va veloce

  7. #7
    User Attivo
    Data Registrazione
    Dec 2004
    Località
    abito sulla luna e ogni volta che mi telefono è un'interrurbana
    Messaggi
    2,414
    io mi comporterei in modo un po' diverso.

    con l'investimento di qualche euro e un po' di tempo creerei un sito informativo sui prodotti che vuoi vendere (senza però venderli ancora).

    quindi elencare i campi di utilizzo, perchè scegliere una tipologia di prodotto invece che un'altra, inventarsi gli argomenti insomma.

    questo ti permette di creare un sito che non sia un elenco di prodotti da vendere ma un sito che ha utenti interessati all'argomento.

    cercare per quanto possibile di creare una comunity attorno all'argomento (newsletter, forum, commenti agli articoli e quanto riesci a mettere in piedi).

    in questa fase, nella quale ancora non vendi nulla, raccimola 2 soldi con la pubblicità (adsense TD o quello che vuoi).

    in tempo qualche mese ottieni visibilità da parte dei motori ed il sito comincia a viaggiare.
    statistiche alla mano puoi andare nei negozi / grossisti a proporti come rivenditore ma puoi anche andare dai negozi e proporre di vendere gli spazi del tuo sito per fare pubblicità a loro (occhio a non tagliarti le gambe da solo, scegli con cura negozi che non ti siano concorrenti).

    puoi vendere spazi pubblicitari anche ad associazioni o squadre che hanno a che fare con il tuo argomento, puoi cercare a tua volta pubblicità su riviste del settore.

    in questo modo hai un più ampio spetro di attività.

    buona fortuna.

  8. #8
    User Attivo L'avatar di Ranius
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Località
    Stresa
    Messaggi
    1,004
    per quanto riguarda il piano di Web marketing bisogna anche considerarne un così detto piano "B" in caso che il primo fallisse... quindi come hai intenzione di vendere?
    Ricorda che i prodotti che saranno nel tuo "paniere" dovranno essere ben equilibrati sia sotto un livello di prezzo sia sotto un livello di qualità!
    Su che mercato ti proponi di agire? Mondiale, cittadino, regionale, italiano eccetera eccetera
    adesso che andiamo verso l'inverno cosa offriresti come "incentivo" per venire a comprare nel tuo negozio? Ad esempio prezzi bassi, oppure promozioni speciali tipo, compra gli sci e noi ti "regaliamo" gli scarponi
    quanti competitors ci sono nel tuo campo? E nella tua zona? E cosa fanno loro?

    E queste sono solo alcune delle domande che bisogna farsi quando si redige il Web Marketing Plan

  9. #9
    Utente Premium
    Data Registrazione
    May 2005
    Località
    Tenerife
    Messaggi
    361
    Ciao lo so che sembra un pò una follia,ma perchè non cercare lavoro all'estero?ci saranno tante aziende per esempio negli stati uniti che cercano un ingegnere meccanico..e lì non ti trattano a pesci in faccia come qua

  10. #10
    Banned L'avatar di fabioski
    Data Registrazione
    May 2005
    Messaggi
    866
    Citazione Originariamente Scritto da marcio
    Ciao lo so che sembra un pò una follia,ma perchè non cercare lavoro all'estero?ci saranno tante aziende per esempio negli stati uniti che cercano un ingegnere meccanico..e lì non ti trattano a pesci in faccia come qua
    I permessi non te li danno più. Finiscono in 5 minuti il 1° gennaio.

  11. #11
    User Attivo L'avatar di Ranius
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Località
    Stresa
    Messaggi
    1,004
    in più è anche più facile, sotto alcuni punti di vista, riuscire a "crearsi" il lavoro nel proprio paese... qui c'è la tua famiglia che in caso di crisi ti sta vicino mentre invece li, per i primi tempi, non c'è nessuno!
    sto andando in OT...

  12. #12
    Utente Premium
    Data Registrazione
    May 2005
    Località
    Tenerife
    Messaggi
    361
    Citazione Originariamente Scritto da fabioski
    I permessi non te li danno più. Finiscono in 5 minuti il 1° gennaio.
    certo il visto non è facilissimo da trovare ma se sei bravo e specializzato te lo fanno,cmq certo se non hai voglia di lasciare il paese è inutile!

  13. #13
    User Attivo L'avatar di Ranius
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Località
    Stresa
    Messaggi
    1,004
    ma, se proprio dovessi emigrare andrei in Canada...

  14. #14
    777
    777 è offline
    User Attivo
    Data Registrazione
    Jan 2005
    Località
    Boston (Toscana)
    Messaggi
    1,722
    Citazione Originariamente Scritto da fabioski
    I permessi non te li danno più. Finiscono in 5 minuti il 1° gennaio.
    Ho lo stesso problema, piu' o meno...
    Cosmic FM by DJ Noisy su contattoradio.it

  15. #15
    Banned
    Data Registrazione
    Apr 2005
    Messaggi
    2,096
    Ragazzi, stiamo lentamente, ma neanche tanto, scivolando OT.

    Proporrei di riprendere questa interessante discussione dall'intervento di Tymba che espone un approccio diverso dal mio e da quello di Must.

    Io e Must abbiamo esposto delle idee adatte a chi disponga di un minimo di capitale da investire, e non mi sembra sia il caso di fabioski; Tymba invece propone un approccio al problema più adatto al caso reale che io personalmente ritengo comunque molto valido.

    Alla fine si tratta di investire tempo e conoscenza per cui i soldi servono molto meno.

    Una volta poi che il sito comincerà a portare dei guadagni potranno essere prese in considerazione anche le altre azioni per trasformarlo in una vera attività imprenditoriale con tutto quello che ne consegue.

    Di certo i tempi non saranno brevissimi, ma in questo caso il rischio è minimo dato il basso investimento e le possibilità di guadagno comunque ci sono.

    Un' idea potrebbe anche essere quella di proporsi ad un operatore già affermato ma non presente sul web come una specie di rivenditore in rete.

    Più o meno la proposta potrebbe essere di questo tipo:

    Tu realizzi il sito che rimarrà tuo, implementi un catalogo con i prodotti del commerciante o dell'azienda le ordinazioni passano tutte da te che poi le inoltri all'azienda che provvede alla spedizione ed all'incasso e poi ti gira una percentuale sulle vendite stabilita.

    In questo modo entrambi i soggetti possono avere dei vantaggi, il webmaster ottiene un guadagno per il suo lavoro, l'azienda apre un nuovo canale di vendita con zero spese e zero rischio in quanto se il sito vende paga una provvigione, altrimenti non spende nulla.

    Attenzione, io l'ho fatta semplice ma ci sono molti aspetti da valutare e puntualizzare per evitare che una delle due parti possa subire degli svantaggi.

    Prendetelo come uno spunto di discussione e vediamo cosa ne pensate.

  16. #16
    Esperto L'avatar di i2m4y
    Data Registrazione
    Mar 2005
    Località
    Como
    Messaggi
    7,947
    Non voglio portar sf@@a ma qualcuno si ricorda Giacomelli sport.... quanti dipendenti, quanti investimenti....

    1) ci vogliono ben, ma ben più di 4 euro per partire (guardate Oliviero Store).
    2) ci vuole la consulenza di chi fa partire aziende per mestiere
    3) si tratta dell'apertura di una normalissima attività di impresa per il commercio di articoli sportivi (quindi tutte le formalità del caso), poi l'impresa articolarerà le sue vendite su di un canale particolare (internet).

    Per quanto riguarda 1): trovare soci di capitale e soci operativi (da solo ho dubbi sulla possibilità di gestire tutto). Rivolgersi eventualmente a società di venture capital od ai c.d. "business angels" (con solidi e documentati business plan) per ottenere soldi per l'avviamento.
    Per il 2) io mi rivolgerei ad un commercialista ed ad un esperto di marketing/ricerche di mercato con cui elaborare il business plan da sottoporre ai finanziatoriapportatori di capitale.
    Per il 3) ci pensa con facilità il tuo commercialista.

    Certo che se la vastità di un topic normalmente pesa un chilo... questo è sulle 2-3 tonnellate !!


    La soluzione di intermediare le vendite di altri è molto azzeccata e ben più facile. Servono meno risorse e l'attività è quella di agente di commercio (per cui esistono diverse trafile burocratiche).

    Ciao,

    Paolo.

  17. #17
    Banned L'avatar di fabioski
    Data Registrazione
    May 2005
    Messaggi
    866
    Pregiatissimo Dottor Commercialista, supponiamo che l'Illustrissimo fabioski escluda quello di aprire un vero e proprio negozio (mancanza di "coniglietti") ed opti per fare come ha accennato Lei ed altri da rivenditore.
    L'Illustrissimo fa un sito e lo predispone per vendere giacche a vento. Contatta 3 aziende produttrici di giacche a vento sportive e tutte e tre le dicono:
    - Senta Illustrissimo, noi accettiamo, Lei prende gli ordini dal sito, ce li gira e poi spediamo noi. Lei prende il 50% dell'utile generato dalla vendita-

    L'Illustrissimo accetta.
    Burocraticamente deve aprire la odiosa p.iva? Deve fare delle "carte" firmate da qualche notaio o commercialista?
    La cosa non puoi essere fatta come "una cosa tra amici"basata sulla parola tre le 3 aziende e L'Illustrissimo?

    Quanta difficoltà. E quanti paletti che ci sono per non far decollare le idee dei giovani

    Colgo l'occasione per porVi Cordiali Saluti,
    Con Immutata stima,
    il rispettabilissimo sottosegretario dell'Illustrissimo.

  18. #18
    Esperto L'avatar di i2m4y
    Data Registrazione
    Mar 2005
    Località
    Como
    Messaggi
    7,947
    Esimio Faboski,

    quella, come detto, potrebbe essere intesa quale attività di "agente di commercio", seppur svolta con modalità avanzate (online).

    Tale attività, oltre allo studio di fattibilità e redditività, non solo vuole:

    1) apertura della partita iva
    2) tenuta della contabilità
    3) iscrizione a forme previdenziali (INPS ed Enasarco, con versamento dei contributi);
    4) dichiarazioni fiscali (IVA, imposte sui redditi ed Irap) e studi di settore

    ma anche una serie di adempimenti presso la camera di commercio:

    1) iscrizione al ruolo (elenco) se in possesso dei requisiti

    Vista la vastità dell'argomento, non compatibile con un post sul forum, preferisco rimandarti ai seguenti link di approfondimento:

    http://www.to.camcom.it/agentierappresentanti

    http://www.ordinearchitetti.mi.it/ne...o_attivita.pdf (guida fiscale all'avvio di una nuova attività).

    Il consiglio, se realmente intenzionato ad intraprendere l'impresa, è quello di rivolgersi ad un dottore commercialista di fiducia che ti guiderà passo-passo.

    Personalmente questa idea di business la giudico più che buona se trovi i giusti partners.


    Purtroppo la legislazione italiana (come quella di tutti gli altri paesi occidentali) non prevede la forma di impresa denominata "tra amici"... essa equivarrebbe a quella denominata "in nero", che oltre che immorale è anche vietata.
    Al contempo partners seri (i negozi che rappresenteresti) al 99,9% non accetterebbero di fare business "tra amici"... e questo sia per ragioni di serietà che fiscali.

    In bocca al lupo.

    [OT ON]

    Siccome condividiamo la passione per lo sci... non è che hai visto delle previsioni meteo a lungo termine che ci dicono che quest'anno ci saranno nevicate abbondanti sulle alpi?!?!?!?!?!?

    [OT OFF]

    Ciao

    Paolo

  19. #19
    Banned L'avatar di fabioski
    Data Registrazione
    May 2005
    Messaggi
    866
    Citazione Originariamente Scritto da i2m4y
    Esimio Faboski,
    quella, come detto, potrebbe essere intesa quale attività di "agente di commercio", seppur svolta con modalità avanzate (online).
    Tale attività, oltre allo studio di fattibilità e redditività,
    sono obbligatori e vanno depositati da qualche parte?
    non solo vuole:

    1) apertura della partita iva
    2) tenuta della contabilità
    3) iscrizione a forme previdenziali (INPS ed Enasarco, con versamento dei contributi);
    4) dichiarazioni fiscali (IVA, imposte sui redditi ed Irap) e studi di settore
    ma anche una serie di adempimenti presso la camera di commercio:
    1) iscrizione al ruolo (elenco) se in possesso dei requisiti
    Ma se io genero 10 vendite all'anno e guadagno in netto 50 euro, devo lo stesso fare tutti questi casini (li chiamo casini perchè io non ne so nulla).
    Il consiglio, se realmente intenzionato ad intraprendere l'impresa, è quello di rivolgersi ad un dottore commercialista di fiducia che ti guiderà passo-passo.
    Personalmente questa idea di business la giudico più che buona se trovi i giusti partners.
    Quindi se non ho capitale per prendermi le giacche a vento non ce l'ho nemmeno per pagarmi le sicuramente costosissime firme e prestazioni del commercialista.
    Purtroppo la legislazione italiana (come quella di tutti gli altri paesi occidentali) non prevede la forma di impresa denominata "tra amici"... essa equivarrebbe a quella denominata "in nero", che oltre che immorale è anche vietata.
    Al contempo partners seri (i negozi che rappresenteresti) al 99,9% non accetterebbero di fare business "tra amici"... e questo sia per ragioni di serietà che fiscali.
    Si ho capito della storia dell'attività in nero. Ma per volumi di affari estremamente ridotti... potrebbero chiudere gli occhi, tutti e due. Su 50 euro di guadagno mio, se mi affibiano 51 euro di tasse...
    In bocca al lupo.
    Lascio perdere, uff.
    [OT ON]
    Siccome condividiamo la passione per lo sci... non è che hai visto delle previsioni meteo a lungo termine che ci dicono che quest'anno ci saranno nevicate abbondanti sulle alpi?!?!?!?!?!?
    [OT OFF]
    Ciao
    Paolo
    OT: Eheheeheh, se frequentassi il miglior forum sulla neve della rete sapresti che ci sono due ipotesi all'antitesi. Se la stagione seguirà quella Patagonica avremo metri e metri di neve, se si instaurerà una bassa pressione sulla Liguria avremo le Alpi italiane secche e gli appennini stracolmi di neve. Personalmente preferirei si verificasse la prima ipotesi... Il mio motto elettorale: Neve per tutti
    Grazie per le info e per i links


    Il Pregiatissimo.

  20. #20
    User Attivo
    Data Registrazione
    Dec 2004
    Località
    abito sulla luna e ogni volta che mi telefono è un'interrurbana
    Messaggi
    2,414
    non abbatterti ma fai il passo secondo la gamba.

    se hai i soldi investi quelli, se hai la testa investi quella (no aspetta, non intendo in senso letterale!!).


    non avendo capitale da investire fai girare le rotelline per trovare soluzioni che ti permettono di sfruttare le conoscenze ed esperienze avendo guadagni magari minori ma con investimenti pari a zero.
    se tutti si arrendono andiamo tutti a casa e fine.
    qualche idea è saltata fuori da questo post


  21. #21
    Banned L'avatar di fabioski
    Data Registrazione
    May 2005
    Messaggi
    866
    Citazione Originariamente Scritto da Tymba
    non avendo capitale da investire fai girare le rotelline per trovare soluzioni che ti permettono di sfruttare le conoscenze ed esperienze avendo guadagni magari minori ma con investimenti pari a zero.
    Allora aspetto con moltissima ansia gli adsense di yahoo (perchè mi sono giocato la possibilità di usufruire di quelli google cliccando da me sugli annunci... che pirlone).

  22. #22
    Utente Premium L'avatar di micser
    Data Registrazione
    Jul 2005
    Località
    Sardegna
    Messaggi
    157
    Aggiungi micser su Google+ Aggiungi micser su Facebook
    Citazione Originariamente Scritto da must
    il discorso e' talmente vasto e complesso che meriterebbe un'intera sezione del forum (che proposi tempo fa al buon giorgio ).

    ti hanno gia' dato buone indicazioni per ora.

    aggiungo solo un piccolo dettaglio (avendo aperto in contemporanea negozio online e negozio offline): e' piu' facile vendere offline.

    ho 2 negozi off line, ora ho aperto on line, è una guerra !!!!!!
    http://www.nevel.it
    è una guerra dei prezzi, guerra con i CORRIERI, si lavora con margini miseri e rischi grandi.
    è sicuramente molto ma molto piu facile aprire e tenere aperto un negozio tradizionale.

  23. #23
    Esperto L'avatar di i2m4y
    Data Registrazione
    Mar 2005
    Località
    Como
    Messaggi
    7,947
    Citazione Originariamente Scritto da fabioski
    Citazione Originariamente Scritto da i2m4y
    Esimio Faboski,
    quella, come detto, potrebbe essere intesa quale attività di "agente di commercio", seppur svolta con modalità avanzate (online).
    Tale attività, oltre allo studio di fattibilità e redditività,
    sono obbligatori e vanno depositati da qualche parte?
    non solo vuole:

    1) apertura della partita iva
    2) tenuta della contabilità
    3) iscrizione a forme previdenziali (INPS ed Enasarco, con versamento dei contributi);
    4) dichiarazioni fiscali (IVA, imposte sui redditi ed Irap) e studi di settore
    ma anche una serie di adempimenti presso la camera di commercio:
    1) iscrizione al ruolo (elenco) se in possesso dei requisiti
    Ma se io genero 10 vendite all'anno e guadagno in netto 50 euro, devo lo stesso fare tutti questi casini (li chiamo casini perchè io non ne so nulla).
    Il consiglio, se realmente intenzionato ad intraprendere l'impresa, è quello di rivolgersi ad un dottore commercialista di fiducia che ti guiderà passo-passo.
    Personalmente questa idea di business la giudico più che buona se trovi i giusti partners.
    Quindi se non ho capitale per prendermi le giacche a vento non ce l'ho nemmeno per pagarmi le sicuramente costosissime firme e prestazioni del commercialista.
    Purtroppo la legislazione italiana (come quella di tutti gli altri paesi occidentali) non prevede la forma di impresa denominata "tra amici"... essa equivarrebbe a quella denominata "in nero", che oltre che immorale è anche vietata.
    Al contempo partners seri (i negozi che rappresenteresti) al 99,9% non accetterebbero di fare business "tra amici"... e questo sia per ragioni di serietà che fiscali.
    Si ho capito della storia dell'attività in nero. Ma per volumi di affari estremamente ridotti... potrebbero chiudere gli occhi, tutti e due. Su 50 euro di guadagno mio, se mi affibiano 51 euro di tasse...
    In bocca al lupo.
    Lascio perdere, uff.
    [OT ON]
    Siccome condividiamo la passione per lo sci... non è che hai visto delle previsioni meteo a lungo termine che ci dicono che quest'anno ci saranno nevicate abbondanti sulle alpi?!?!?!?!?!?
    [OT OFF]
    Ciao
    Paolo
    OT: Eheheeheh, se frequentassi il miglior forum sulla neve della rete sapresti che ci sono due ipotesi all'antitesi. Se la stagione seguirà quella Patagonica avremo metri e metri di neve, se si instaurerà una bassa pressione sulla Liguria avremo le Alpi italiane secche e gli appennini stracolmi di neve. Personalmente preferirei si verificasse la prima ipotesi... Il mio motto elettorale: Neve per tutti
    Grazie per le info e per i links


    Il Pregiatissimo.

    Studio di fattibilità e redditività, non sono obbligatori, ma sono vivamente raccomandati per scoprire se le idee sono chiare e le previsioni sul futuro del neo-business non siano già dall'inizio un buco nell'acqua.

    Se generi 50€ all'anno non ripaghi nemmeno 2 ore del tuo lavoro di edificazione del tuo sito di e-commerce, lo studio di fattibilità lo evidenzia e quello di redditività inizia a lampeggiare con la scritta "ma sei pazzo?!?!?!" !

    Per partners intendo anche terzi soci finanziatori (soci, amici, parenti, banche, venture capitalists, business angels...) che ti forniscono i soldi credendo nella tua idea, che è sostenuta da uno studio di fattibilità con i controca@@i, che tu userai anche per pagare le prestazioni dei professionisti....

    Ti darei volentieri una benda per i verificatori... ma la legge non ammette sconti... magari si potrebbe studiare un inquadramento alternativo, meno oneroso (visto i volumi), ma sicuramente antieconomico per cifre così basse... resta la possibilità di rischiare.... ma non sono io a potertela suggerire.

    Purtroppo mi posso permettere la frequenza di un solo forum...
    Ti voto se il tuo motto è quello !!!

    Buonasciata...ops.. giornata.



    Paolo.

  24. #24
    Banned L'avatar di fabioski
    Data Registrazione
    May 2005
    Messaggi
    866

    ritorno qui

    Ritorno su questa idea... fare l'ingegnere mi sta facendo morir di fame.

    Allora, io contatto dei distributori di sci; non voglio aprire subito partita iva ma voglio "giocare" utilizzando "la ricevuta di prestazione occasionale".

    Allora:
    li contatto e dico loro che metto online 4 loro modelli di sci, ad ogni vendita generata tramite il mio sito loro mi danno il 10% dell'acquisto.

    Non mi faccio pagare ogni volta ma solo se raggiungo i 500 euro.
    Raggiunta questa soglia mi faccio pagare con ricevuta di prestazione occasionale...
    Posso? Non è una attività continuativa, cioè, i modelli e la vendita sul sito rimane sempre ma io mi faccio pagare solo una volta.

  25. #25
    User
    Data Registrazione
    Aug 2006
    Messaggi
    33
    Ottimo thread, ho trovato molte info utili che non sono riuscito a trovare da altre parti.

    !)E se invece volessi aprire che so', un portale sportivo, devo comunque registrare il sito, avere una partita iva e tutto il resto?
    2)E supponiamo che in seguito volessi "subappaltare" vendita di materiale sportivo, magari sponsorizzando altri siti specializzati, devo comuque adempire tutte quelle pratiche burocratiche?
    E potrei comunque farlo in seguito, una volta che il sito comincia ad avere un buon numero di visitatori?
    3)Se volessi aprire invece un sito con vendita di tour e brevi vacanze, suppongo che dovrei comunque registrare il tutto, giusto?
    4) Al momento risiedo in Inghilterra, credete che mi possa essere piu' semplice fare il tutto qui invece che in Italia?
    5) Ci sono siti di commercialisti online che possono dare ragguagli al riguardo?

    Ringrazio anticipatamente chi rispondera' anche solo ad una delle mie domande e saluto tutti

  26. #26
    User
    Data Registrazione
    Aug 2006
    Messaggi
    33
    Citazione Originariamente Scritto da kerr17
    Ottimo thread, ho trovato molte info utili che non sono riuscito a trovare da altre parti.

    !)E se invece volessi aprire che so', un portale sportivo, devo comunque registrare il sito, avere una partita iva e tutto il resto?
    2)E supponiamo che in seguito volessi "subappaltare" vendita di materiale sportivo, magari sponsorizzando altri siti specializzati, devo comuque adempire tutte quelle pratiche burocratiche?
    E potrei comunque farlo in seguito, una volta che il sito comincia ad avere un buon numero di visitatori?
    3)Se volessi aprire invece un sito con vendita di tour e brevi vacanze, suppongo che dovrei comunque registrare il tutto, giusto?
    4) Al momento risiedo in Inghilterra, credete che mi possa essere piu' semplice fare il tutto qui invece che in Italia?
    5) Ci sono siti di commercialisti online che possono dare ragguagli al riguardo?

    Ringrazio anticipatamente chi rispondera' anche solo ad una delle mie domande e saluto tutti

    Nessuno puo' darmi indicazioni su come devo muovermi?

  27. #27
    L'avatar di Giorgiotave
    Data Registrazione
    Oct 2004
    Località
    Monasterace
    Messaggi
    42,416
    Visita il canale Youtube di Giorgiotave
    Ciao kerr17 e benvenuto nel Forum GT

    Il tuo problema è che devi aprire un altro topic per parlare dei tuoi argomenti, altrimenti sporchiamo questo. Quindi per educazione, nessuno ti ha risposto

    Per le tue domande non legate al web marketing, inoltre, sei nella sezione sbagliata del Forum, le devi fare qui: Web, Fisco e Leggi

    Il Forum GT si rinnova: nuova struttura di categorie, notifiche impostabili che finalmente funzionano e nuove regole per i link e immagini!

  28. #28
    User
    Data Registrazione
    Mar 2006
    Messaggi
    104
    Citazione Originariamente Scritto da fabioski
    Ritorno su questa idea... fare l'ingegnere mi sta facendo morir di fame.

    Allora, io contatto dei distributori di sci; non voglio aprire subito partita iva ma voglio "giocare" utilizzando "la ricevuta di prestazione occasionale".

    Allora:
    li contatto e dico loro che metto online 4 loro modelli di sci, ad ogni vendita generata tramite il mio sito loro mi danno il 10% dell'acquisto.

    Non mi faccio pagare ogni volta ma solo se raggiungo i 500 euro.
    Raggiunta questa soglia mi faccio pagare con ricevuta di prestazione occasionale...
    Posso? Non è una attività continuativa, cioè, i modelli e la vendita sul sito rimane sempre ma io mi faccio pagare solo una volta.
    Ciao ti dirò la mia
    ho avuto esperienze di vendita sia online che con un'attività tradizionale
    oggi non aprirei mai un negozio classico " con mura " salvo casi eccezzionali
    ma non aprirei nemmeno un negozio online se limitato all'italia e se vendessi un prodotto comune
    per me occorre essere geniali se si vuole emergere sul web (come del resto con un sito)e pensare di competere con i grossi.
    però è anche vero che bisogna pur cominciare quindi in ogni caso auguri

  29. #29
    User
    Data Registrazione
    May 2006
    Località
    Edolo
    Messaggi
    611
    ciao fabiosky, io ti consiglio di visitare anche Aicel - La community del Commercio Elettronico, AICEL è la community degli Amici Italiani del Commercio ELettronico in particolare le sezioni "analisi e opportunita' di business" , "aspetti finanziari" e "burocrazia".
    in ogni caso si tratta di un forum specifico dedicato al commercio elettronico in italia e frequentato da parecchi commercianti disponibili a darti consigli .

    spero di esserti stato utile. ciao

  30. #30
    User
    Data Registrazione
    Aug 2006
    Messaggi
    33
    Citazione Originariamente Scritto da Giorgiotave
    Ciao kerr17 e benvenuto nel Forum GT

    Il tuo problema è che devi aprire un altro topic per parlare dei tuoi argomenti, altrimenti sporchiamo questo. Quindi per educazione, nessuno ti ha risposto

    Per le tue domande non legate al web marketing, inoltre, sei nella sezione sbagliata del Forum, le devi fare qui: Web, Fisco e Leggi

    Ok, fatto.

    Grazie mille dell'indicazione e' che purtroppo non avevo ancora visto quella parte del forum, cosi pensavo questo fosse il posto piu' appropriato.
    Mi scuso con tutti.

  31. #31
    User L'avatar di ARKIN
    Data Registrazione
    Apr 2006
    Località
    Prov di Caserta
    Messaggi
    33
    Per prima cosa fai un giro nella camera di commercio della tua provincia, ( sembra stupido come consiglio, ma non lo è comincia a fare li le prima domande, anche se puoi avere molte piu unfo sui vari forum, ma serve a darti un ritmo, a darti idea del tuo e-shop ).

    Cerca di trovare un bravo commercialista ( lasca stare i consigli dei amici e parenti dicendo quello è bravo, accertati personalmente tu della bravura del commercialista, perché in materia di e-commerce sari tu a insegnare a loro, ma come sempre servono )

    Comincia a procurarti le modulistiche varie, studiati tu tutto, perché nemmeno al comune sanno bene quello che ci vuole.

    I passi da fare aprire la partita iva
    Registrare la propria attività al comune con il modulo 6 coma.bis ( cedo che si scriva cosi )
    Registrazione presso la camera di commercio della tua provincia.

    Crea un nome facile e bello da ricordare per il tuo e-shop, non essere tirchio con i domini, registra varie estensioni com, it, org, net, biz, anche se alla fine ne utilizzerai al massimo due,

    Cerca di optare per osCommerce ( come ti suggeriva must, lui ha un bellissimo negozio fatto con osCommerce )


    devi studiare come non mai fatto, un po di tutto marketing on e off line, php, html, mysql, ottimizzazione e posizionamento ( per questo forse e meglio che ti affidi ad un bravo seo, se economicamente c’è la fai, perché una cosa è posizionare un sito html fatto bene, un altro e posizionare un sito e-commerce, controlla la competizione delle key che dovrai posizionare, nel tuo ramo non dovrebbero essere molto competitive ) e molto ancora.

    ancora studiare e ristudiare quello che sai e quello che devi sapere

    MA LA COSA PIU IMPORTANTE NON E LA TUA PREPARAZIONE TECNICA O STRATEGICA SONO COSE CHE SI ACQUISISCONO, MA LA COSA PIU IMPORTANTE DEVI ESSERE CONVINTO DI QUELLO CHE VOI E DI QUELLO CHE VOI RAGGIUNGERE, IL FALLIMENTO NON DIPENDERÀ DALLE TUA CAPACITA TECNICHE, MA DALLA TUA VOLONTÀ E DAL TUO DESIDERIO DI REALIZZARTI.

    È vero devi creare una strategia, avere le idee chiare, studiare la concorrenza, cercare fornitori, risparmiare su tutto.

    Per il pagamento on-line, banca sella va bene, ma san paolo è un colorente forte è ha costi piu bassi rispetto alla sella, i circuito bank pass, va bene anche puoi scegliere la banca piu conveniente a te.

    ( OT non ci posso credere ho fatto la pubblicità alla san paolo, ai ladroni OT )

    Pay Pal non deve mancare, semplice e veloce,

    assegni mai e poi mai ( pero questo discorso lo possiamo ampliare in altro momento, molti e-shop accentano assegni )

    lasca perdere le ordinazioni Russia e altri Singapore ( questo te l’hanno gia detto )

    per le truffe dovremo tenere un post apposito ( non molto tecnico, ma solo di avviso ai vari gestori dei e-shop, non tecnico perché su un forum pubblico ci captano anche i truffatori )

    strategie di marketing e bussnes plan ( priorità numero uno ).

    Che cosa è il marketing, cercherò di spiegarlo in due parole ( in realtà ci vogliono un paio di libri )

    LA REGOLA PIU IMPORTANTE DEL MARKETING È VENDERE, PRIORITÀ ASSOLUTA VENDERE E VENDERE.

    PER VENDERE BENE CI VOGLIONO DELLE TECNICHE E DELLE STRATEGIE E SOPRATTUTTO DELLE IDEE VALIDE , CHE PRENDONO IL NOME DI MARKETING. ( SEMPLICIOTTA COME SPIEGAZIONE MA IL SUCCO È QUELLO DI VENDERE ).

    IL MARKETING TI PERMETTE DI VENDERE IN MODO TALE DA SODDISFARE I DESIDERI DEL CLIENTE, LE NECCESITA DEL CLIENTE, CAPIRE COSA VUOLE IL CLIENTE E COSI VIA.
    INOLTRE MI SONO DIMENTICATO LA COSA PIU IMPORTANTE IL MARKETING SERVE ANCHE A TROVARE DEI NUOVI CLIENTI, MANTENERE QUELLI ATTUALI, E RECUPERARE QUELLI PERSI.

    ASSOLUTAMENTE MAI E POI E POI MAI PENSARE AI CLIENTI COME DEI POLLI DA SPENNARE, O COME UNA MASSA DI CONSUMATORI CHE NON SANNO QUELLO CHE VOGLIONO, COSI DA PIAZZARLI LE PRIME COSE AVETE SOTTO MANO, MAI E POI MAI ( LE FURBETTE CONSERVIAMOLI PER ALTRE OCCASIONI ).

    Le indagini di mercato servono, ma non sono necessarie, se tu credi in quello che fai e in quello che vendi, non c’è mercato che tenga, ( se uno riesce a vendere dei frigo a dei eschimesi, cosa c’è di male, mi direte che non hanno bisogno del frigo, e chi li abbiamo ingannati, be se è cosi tutti noi non abbiamo bisogno di molte cose che ogni giorno acquistiamo, ipod, cellulari, scarpe nike o addidas, le suonerie per i cellulari, le vacanze ai tropici, il fuori strada per chi abita in citta, e tante piccole cose ancora che nemmeno ci rendiamo conto che stiamo acquistando ).

    Acquistiamo non per necessita, ma per il desidero di soddisfare le nostre piccoli desideri, e purtroppo ne abbiamo tanti.

    Un idea per il tuo e-shop sarebbe quella di cercarti un partner e-shop che tratta le vacanze invernali, in modo tale da che chi acquista una vacanza in montagna ha 10-20% di sconto nel tuo e-shop, e viceversa chi acquista articolo per la montagna un sconto per la vacanza ( anche se ha gia stabilito la sua meta, di dare la possibilità di utilizzare lo sconto per l’anno seguente ).

    Devi navigare un po per il web per capire e avere un idea del e-commerce.

  32. #32
    User L'avatar di ARKIN
    Data Registrazione
    Apr 2006
    Località
    Prov di Caserta
    Messaggi
    33
    Raggazi scusate ho postato senza leggere la seconda pagina,

    allora completo un po il discorso,

    come ha detto i2m4y, per avviare una qualsiasi attivita serve la partita iva ,
    x i2m4y, peccato che tu sia di Como, perché un commercialiste come te dalle mie parti servirebbe.

    La cosa piu importante per un imprenditore e-commrce, e di sfruttare le semplificazioni che l’e-commerce da la possibilità di semplificate.


    · Avere un negozio virtuale, ( un negozio in strada è molto piu costoso )
    · Evitate un vero e proprio magazzino, appagarsi sui fornitori
    · Importante creare un accordo con i produttori o fornitori, oltre a un prezzo di vendita competitivo, anche un accordo tipo,
    IO TROVO I CLIENTI E VENDO TUTTO QUELLO CHE VOI MI PROPONETE ( O PRODUCANO ).

    · Non acquistare la merce, ma fare un accordo tipo sopra citato, si ricevono le ordinazioni si procede al ritiro dal fornitore, che successivamente vera pagato.
    · Semplificare al massimo la fase della spedizione, e trovare un accordo con fornitori in modo tale da non avere la casa o ufficio o cantina piena di merce.
    · Negozio on-line semplice, niente rappresentanza o agente ( perché bisogna iscriversi ad un albo, e frequentare un corso costo circa 800-900 euro ).


    Per i fondi per avviare la tua attività, devi avere po di inventiva, ( tipo prestiti ai parenti, amici ecc, ricerca di un socio economicamente valido ) senza ricorrere ai prestiti delle banche o varie agenzie di strozzini.

    Se parti del idea, ma guadagnerò poco, ma poi se non c’è la faccio.

    Cominci male, anzi malissimo,

    credi nel e-commerece, credi nelle tue capacita, credi in quello che vendi hai un desiderio di avviare un attività imprenditoriale senza i ma e i se.

    Allora poi procedere, ma se noi sei sicuro lascIa perdere.
    Ultima modifica di ARKIN; 14-08-06 alle 18:42

  33. #33
    Utente Premium L'avatar di KING_Hack
    Data Registrazione
    Mar 2005
    Località
    Aquileia
    Messaggi
    1,723
    Ho dato una letta solo oggi a questo 3d che devo dire mi sembra davvero interessante e guardacaso proprio ora (2.17am ) ho trovato questo documento preistorico per il tempo calcolato da internet (anno 2000) ma cmq mi sembrava carino segnalarlo giusto per poter magari mettere a confronto le idee che scaturiscono adesso nel 3d con quelle che erano 6 anni fa (almeno leggendo la ricerca dei 2 autori):

    http://www.psico.univ.trieste.it/fan...oli/ecomm.html


  34. #34
    User L'avatar di xtiger
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Località
    Torino
    Messaggi
    525
    Citazione Originariamente Scritto da fabioski
    Ritorno su questa idea... fare l'ingegnere mi sta facendo morir di fame.

    Allora, io contatto dei distributori di sci; non voglio aprire subito partita iva ma voglio "giocare" utilizzando "la ricevuta di prestazione occasionale".

    Allora:
    li contatto e dico loro che metto online 4 loro modelli di sci, ad ogni vendita generata tramite il mio sito loro mi danno il 10% dell'acquisto.

    Non mi faccio pagare ogni volta ma solo se raggiungo i 500 euro.
    Raggiunta questa soglia mi faccio pagare con ricevuta di prestazione occasionale...
    Posso? Non è una attività continuativa, cioè, i modelli e la vendita sul sito rimane sempre ma io mi faccio pagare solo una volta.

    ________________________________________

    CIAO FABIOSKY....
    In un certo senso questo Thread vale piu' di mille parole di mille elezioni elettorali perche' dal tuo intervento scaturisce la PROFONDA CRISI che colpisce il nostro paese e chi di dovere continua a dire che Tutto va bene,che tutto si sta sistemando,che l'economia gira...

    Col cavolo...

    Io mi posso benissimo mettere nei tuoi panni perche' sono stato imprenditore/commerciante di un bazar di articoli di vario genere con un regolare negozio aperto al pubblico...
    Risultato...
    Un fallimento.
    Dopo un anno ho chiuso...

    E sai perche'.
    Ho sottovalutato la cosa...

    Ho pensato che i famosi aiuti alle nuove imprese esistessero anche per le piccole realta'(impresa indivisuale) NON E' COSI'...
    Occorre fare tutto da soli.

    Purtroppo...
    Quindi a differenza degli altri io TI INVITO a Pensarci bene e non confidare nella sorte o nella fortuna...

    Se non hai del denaro liquido pari ad ALMENO 15.000 euro come minimo non Pensarci nemmeno ad aprire un'attivita' on line o off-line...

    Ci sono troppi rischi...

    Con cifre inferiori parti gia' con il piede sbagliato...

    IL BUSINESS PLAN va redatto scrupolosamente e vedrai che se adotterai tutti gli accorgimenti del caso e un corretto studio di fattibilita' la cifra che dovrai avere a disposizione di Base dovra' essere ben piu' alta di quella che io ti ho indicato.

    L'intervento di Tymba e degli altri riguardo al portale verticale o portale dedicato e' applicabile ma solo se non inserisci la pubblicita'...

    Se pensi di guadagnare con gli sponsor ,Adsense o altri sappi che per poter fare tutto cio' occorre comunue la partita I.V.A per poter denunciare correttamente gli introiti e inquadrare l'attivita'.

    Quindi soldi anche in questo caso...

    Come minimo non meno di 10.000 euro.(Se parti con meno rischi di fallire dopo 1 anno o 2) e io sto parlando di piccole attivita' e di IMPRESE INDIVIDUALI senza soci etc..

    Per quanto riguarda la rivendita occorre appunto non solo possedere i requisiti e l'iscrizione all'albo degli agenti di commercio ma in quest caso occorre un piano di sviluppo per quanto riguarda i possibili interessati ad un'intermediazione commerciale...

    Se non si posseggono i requisiti richiesti occorre fare un corso+esame alla camera di commercio o presso altra sede che ti permette di avere appunto i requisiti.
    Di solito questo corso e' a pagamento (almeno nella mia zona, Torino)

    Per quanto riguarda l'attivita' in se occorrera':

    1) Apertura partita i.v.a alla agenzia delle entrate.(Ti consiglio di scegliere il regime agevolato per le nuove imrpese) all'agenzia delle entrate dovrai indicare i CODICI ATTIVITA' e compilare anche un modulo relativo alla vendita per corrispondenza.

    2) Iscrizione alla camera di comemrcio (circa 80 euro all'anno)

    3) Iscrizioni all'inps per versare i contributi (Circa 2350 euro all'anno di minimale per impresa individuale)

    4) Segnalazione in comune dell'attivita' con tutte le informazioni del caso.(dovrai anche compilare il modulo della tarsu,la tassa sull'imondizia e indicare la "vendita per corripodenza")

    4B) Trovare un buon commercialista o affidarsi al tutor dell'agenzia delle entrate(scongiliato) Ci sono le associazioni di categoria che offrono anche servizi di contabilita' (Es. ASCOM)

    5) Il locale commerciale.

    Ti consiglio di prendere comunque un piccolo locale commerciale anche se la tua intenzione e' quella di vendere solo on line.

    L'affitto del locale commericale dipende ovviamente dalla zona,dai metri quadrati etc...

    Io direi che un localino di 30 35 m2 in una zona abbastanza centrale si aggira attorno ai 500-550 euro al mese (comprese le eventuali spese condominiali,tutto il resto escluso)

    Se scegli di vendere ache off-line(io te lo consigilio) valuta bene,anzi benissimo la zona...

    Una zona troppo distante dal centro significa introiti notevolmente inferiori rispetto ad una zona ben servita(anche dai mezzi pubblici)

    Se nella zona ci fosse possibilita' di parcheggiare sarebbe ancora meglio

    Per quanto riguarda il tipo di prodotti da vendere occorre fare un attento esame e valutare soprattuto le percentuali di ricarico(che sull'elettronica e informatica sono da fame)

    Sappi che molti distributori all'ingrosso non mettono a disposizioni i loro listini per rivenditori se non mandi loro le informazioni sulla tua denominazione sociale,sulla partita I.V.A (quasi tutti a me hanno chiesto la visura camerale)

    Quindi difficilmente riuscirai a risalire ai prezzi all'ingrosso se non sei gia' possessore della partita I.V.A(poi puoi sempre avere fortuna e trovare qualcuno che te li manda lo stesso)

    Calcola che all'iinizio dovrai pagare tutto cio' che acquisti...Il conto vendita lo utilizzano pochissimi distributori e solo dopo qualche tempo.
    Sperando che il tutto venda poi venduto al dettaglio

    Per gestire un'attivita' nel modo migliore sia on line che offline occorrono inoltre:

    1) Tempo e dedizione.

    2) Software dedicati alla logistica che possibilmente si interfacciano con il sito E-COMMERCE in modo da dare la disponibilita' quasi in tempo reale.
    Occorre creare un magazzino ordinato e ben inquadrato.

    3) Un eccellente sito E-COMMERCE ed alcune figure che possano darti una mano a posizionarlo nei motori,a renderlo markettaro (esperti di web-marketing) piu' naturalmente qualcuno/a che aggiorni i prodotti,faccia da commerciale verso i fornitori etc.etc..

    Da solo e' impossibile fare tutto nel modo migliore.

    Dovrai quidi avere dei collaboratori.

    4) Dovrai avere tra el altre cose,dei registri(tipo quello dei corrispettivi,fondamentale) un software per creare fatture,taccuini per le ricevute fiscali o un registratore di cassa(per la vendita off-line)

    C'e' molto altro ma queste sono le cose piu' importanti.

    Pensaci bene.

    CIAO.

  35. #35
    Esperta L'avatar di nelli
    Data Registrazione
    Apr 2005
    Località
    Firenze
    Messaggi
    2,036
    Segui nelli su Twitter Aggiungi nelli su Facebook Aggiungi nelli su Linkedin
    mamma mia questo Thread è veramente pieno di cose interessante.. molte delle quali meriterebbero approfondimenti a parte.

    da una parte mi sembra di avvertire che tutti ti stiano mettendo in guardia (non dico scoraggiando) con spese, pratiche burocratiche e passi vari da seguire

    una persona "normale" non ha proprio idea di cosa voglia dire fare persino un business plan!.. affidarsi a una schiera di professionisti per ogni passaggio (dal commercialista all'esperto di seo) ti costerebbe molto più di quanto tu pensi di ricavare..

    d'altra parte con un po' di ingegno, mantenendoti nella legalità, puoi trovare soluzioni alternative a un ecommerce "puro". penso alle idee di tambu, ai portali dove vendere pubblicità sia con adsense che secondo un modello avanzato di remunerazione (come dici tu pay per sell) ..

    pero' se ti piace l'idea del commercio elettronico, ti dico per esperienza personale (di non so quanti negozi messi su per i nostri clienti), le rogne maggiori sono state:
    - frodi varie (dalla carta rubata, alla merce apparentemente non arrivata, alle transazioni disconosciute dai clienti..)
    - problemi di logistica
    - totale ignoranza in materia da parte di : banche tradizionali, commercialisti (eh fossero tutti come il nostro mitico paolo), personale nelle camere di commercio..
    purtroppo io ti parlo di esperienze di qualche anno fa, magari nel 2006 qualcosa è cambiato
    Il mio blog di web marketing: www.elenafarinelli.it

  36. #36
    User L'avatar di xtiger
    Data Registrazione
    Jun 2005
    Località
    Torino
    Messaggi
    525

    Infatti...

    Citazione Originariamente Scritto da nelli
    mamma mia questo Thread è veramente pieno di cose interessante.. molte delle quali meriterebbero approfondimenti a parte.

    da una parte mi sembra di avvertire che tutti ti stiano mettendo in guardia (non dico scoraggiando) con spese, pratiche burocratiche e passi vari da seguire

    una persona "normale" non ha proprio idea di cosa voglia dire fare persino un business plan!.. affidarsi a una schiera di professionisti per ogni passaggio (dal commercialista all'esperto di seo) ti costerebbe molto più di quanto tu pensi di ricavare..

    d'altra parte con un po' di ingegno, mantenendoti nella legalità, puoi trovare soluzioni alternative a un ecommerce "puro". penso alle idee di tambu, ai portali dove vendere pubblicità sia con adsense che secondo un modello avanzato di remunerazione (come dici tu pay per sell) ..

    pero' se ti piace l'idea del commercio elettronico, ti dico per esperienza personale (di non so quanti negozi messi su per i nostri clienti), le rogne maggiori sono state:
    - frodi varie (dalla carta rubata, alla merce apparentemente non arrivata, alle transazioni disconosciute dai clienti..)
    - problemi di logistica
    - totale ignoranza in materia da parte di : banche tradizionali, commercialisti (eh fossero tutti come il nostro mitico paolo), personale nelle camere di commercio..
    purtroppo io ti parlo di esperienze di qualche anno fa, magari nel 2006 qualcosa è cambiato
    Come giustamente afferma Nelli(anche'essa in un certo senso conoscitrice anche se indirettamente di alcuni fattori e problemi nessuno e' qui per scoraggiarti...

    Cio che credo si voglia fare e' proprio "indicare" "menzionare" e "far riflettere"...

    Io ci sono passato come detto prima e' ho fallito...
    Capita...
    Ero inesperto e non ho avuto tanti bei consigli come quelli che ora noi tutti ti stiamo dando...

    Devi tenere presente che lo spirito di una comunita' e' anche indice in un certo senso di fratellanza...

    Tutto cio' significa che cio' che si crive su Gt e' frutto di un interscambio al fine di Aiutare,informare,menzionare e far riflettere...

    Noi tifiamo tutti per te ma allo stesso tempo vogliamo metterti in guardia su tutto cio' che puo' accadere.
    Se non e' una "GRANDE FAMIGLIA" questa non so quale lo sia

  37. #37
    User Attivo L'avatar di must
    Data Registrazione
    Mar 2005
    Località
    Gozo, Malta
    Messaggi
    4,347
    Segui must su Twitter Aggiungi must su Google+ Aggiungi must su Facebook Aggiungi must su Linkedin
    Giorgio mi sa che qui prima o poi ti tocca darmi retta ed aprire una sezione sull'e-commerce

  38. #38
    Esperta L'avatar di Fuffissima
    Data Registrazione
    Oct 2005
    Messaggi
    935
    Citazione Originariamente Scritto da must
    Giorgio mi sa che qui prima o poi ti tocca darmi retta ed aprire una sezione sull'e-commerce
    QUOTO!!!
    I'm Nothing™ - -> NON CLICCARE <-

  39. #39
    L'avatar di Giorgiotave
    Data Registrazione
    Oct 2004
    Località
    Monasterace
    Messaggi
    42,416
    Visita il canale Youtube di Giorgiotave
    Citazione Originariamente Scritto da must
    Giorgio mi sa che qui prima o poi ti tocca darmi retta ed aprire una sezione sull'e-commerce
    Ti dico la verità: se Emmebar non fosse andato in ferie, nel forum privato dei moderatori ne staremmo già parlando. Ecco c'è un topic
    Il Forum GT si rinnova: nuova struttura di categorie, notifiche impostabili che finalmente funzionano e nuove regole per i link e immagini!

  40. #40
    User
    Data Registrazione
    Jun 2006
    Località
    Rome
    Messaggi
    517
    Scusa ma...se non hai molti soldi per partire... ebay ti fa schifo?
    Nel senso...piazza i tuoi articoli su eBay...vedi come va...poi prendi le tue decisioni. Dico una stupidaggine?

    Se vuoi fare il sito da solo, rivolgiti a PayPal, non paghi nessun canone, apri il tuo negozio e vedi come va. Se ci sono richieste e visite, e ne vale la pena, apri la partita iva e poi tutto il resto della trafila...

  41. #41
    User Attivo L'avatar di must
    Data Registrazione
    Mar 2005
    Località
    Gozo, Malta
    Messaggi
    4,347
    Segui must su Twitter Aggiungi must su Google+ Aggiungi must su Facebook Aggiungi must su Linkedin
    Citazione Originariamente Scritto da ideasnextdoor
    Scusa ma...se non hai molti soldi per partire... ebay ti fa schifo?
    Nel senso...piazza i tuoi articoli su eBay...vedi come va...poi prendi le tue decisioni. Dico una stupidaggine?

    Se vuoi fare il sito da solo, rivolgiti a PayPal, non paghi nessun canone, apri il tuo negozio e vedi come va. Se ci sono richieste e visite, e ne vale la pena, apri la partita iva e poi tutto il resto della trafila...
    scusa, ma se apre un negozio su ebay, perchè poi aprire partita iva e fare trafila? anzi, a quel punto può pure allargare la sua offerta includendo escort, organi e colosseo.

  42. #42
    User
    Data Registrazione
    Jun 2006
    Località
    Rome
    Messaggi
    517
    Mh...mi pare che per vendere come negozio su ebay devi avere la partita iva...

    eheheh...non male l'idea di vendere il colosseo...

    Trovi tanto malvagia l'idea di vendere su ebay?

  43. #43
    User Attivo L'avatar di must
    Data Registrazione
    Mar 2005
    Località
    Gozo, Malta
    Messaggi
    4,347
    Segui must su Twitter Aggiungi must su Google+ Aggiungi must su Facebook Aggiungi must su Linkedin
    no no, affatto.
    trovo però malvagia l'esistenza, di ebay.

  44. #44
    User
    Data Registrazione
    Jun 2006
    Località
    Rome
    Messaggi
    517
    hmm...e come mai? per le truffe che ci sono o in genere? è un modo pratico per i collezionisti di vendere le cose, forse più di un sito. La cosa che ha datos fiducia a me in eBay è che non sai mai se è una truffa oppure no. Personalmente ne stavo per prendere una...meno male che mi sono informato prima di fare l'aquisto.

  45. #45
    User Newbie
    Data Registrazione
    Sep 2006
    Messaggi
    7
    Ciao a tutti,
    potrei fare una domanda a riguardo?
    ma se restassi dipendente dell'azienda in cui lavoro e aprissi partita iva per vendere su ebay, il tutto....in soldoni quanto mi costerebbe (non parlo del reddito, quello penso sarà in base alla somma dei due reditti) INPS, PARTITA IVA, ECC.
    Grazie in anticipo, e complimenti per il sito

  46. #46
    Utente Premium L'avatar di Furious
    Data Registrazione
    Apr 2006
    Messaggi
    449
    Leggendo i post di Arkin non ho potuto che sorridere di fronte al progetto che mi era stato proposto qualche mese fa... in pratica avrei dovuto costruire un sito, mettere un negozio on-line, posizionare il sito e vendere i prodotti

    Per fortuna il progetto sembra sia tramontato e non ho iniziato a fare niente... manco superman ce l'avrebbe fatta

  47. #47
    User Newbie L'avatar di miwi
    Data Registrazione
    Aug 2006
    Località
    Ferrara
    Messaggi
    7
    Citazione Originariamente Scritto da napo73
    Ciao a tutti,
    potrei fare una domanda a riguardo?
    ma se restassi dipendente dell'azienda in cui lavoro e aprissi partita iva per vendere su ebay, il tutto....in soldoni quanto mi costerebbe (non parlo del reddito, quello penso sarà in base alla somma dei due reditti) INPS, PARTITA IVA, ECC.
    Grazie in anticipo, e complimenti per il sito

    Ciao Napo, io ho la tua stessa intenzione: rimanere dipendente e vendere sia su e-bay che tramite online store.
    Se ti può interessare, alcuni mesi orsono, dopo deludenti risposte dai commercialisti che su questo argomento ne sapevano meno di zero, sono andato all'INPS ad informarmi.
    E' emerso quanto segue:
    - Posso aprire la partita iva anche se sono dipendente.
    - Non sono tenuto a pagare la cifra minima di contributi INPS dato che ci pensa l'azienda dove sono assunto.
    - Non sono costretto a pagare gli anticipi per la parte di contributi che versa l'azienda.
    - Ovviamente debbo pagare l'aliquota sul guadagno generato da lavoro autonomo.
    - Per ottenere tali agevolazioni (non sono da poco) il lavoro da dipendente deve essere il lavoro prevalente.
    - Il criterio per stabilire quale dei due lavori sia quello prevalente è il tempo. Nel senso che se da dipendente lavori 8 ore al giorno e ne lavori 2 per la seconda attività, allora il tuo lavoro prevalente è quello da dipendente. Non importa se come dipendente guadagni 1000 euro e come autonomo ne guadagni 15000.


    Purtroppo mi fido poco anche della risposta dell'INPS.
    Non posso nemmeno darti notizie certe perchè ancora non ho aperto la partita iva. Vorrei farlo a giorni.

    Se anche tu ti informi, possiamo confrontare le informazioni ed evitare brutte sorprese. Vista l'incopetenza degli esercizi pubblici .......


    Ciaooooooooooooo
    Non c'è riposare che stanchi

  48. #48
    User
    Data Registrazione
    Jun 2006
    Località
    Rome
    Messaggi
    517
    Io conosco gente che vende su eBay e tutte ste spese mica le ha...boh, ma chi parla di spese e sole incredibili lo fa per esperienza o per intuizione?

  49. #49
    User Attivo L'avatar di must
    Data Registrazione
    Mar 2005
    Località
    Gozo, Malta
    Messaggi
    4,347
    Segui must su Twitter Aggiungi must su Google+ Aggiungi must su Facebook Aggiungi must su Linkedin
    Citazione Originariamente Scritto da ideasnextdoor
    Io conosco gente che vende su eBay e tutte ste spese mica le ha...boh
    come boh? hai giá detto tutto!
    1) vende su ebay
    2) queste spese non le ha

    ovvio. e questo fenomeno ha anche un nome: evasione fiscale.

  50. #50
    User
    Data Registrazione
    Jun 2006
    Località
    Rome
    Messaggi
    517
    ahahah...ah ecco...

    mettiamo però un ragazzino che vende la propria collezione di figurine, anche lui evade fiscalmente? Come la mettiamo allora con gli annunci sui vari portaportese? Ci sono migliai di annunci dove si vendono collezioni di dischi usati tra appassionati...anche loro evadono?

+ Rispondi alla Discussione
Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima

Tag per Questa Discussione

^ Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
  • Il codice BB è Attivato
  • Le faccine sono Attivato
  • Il codice [IMG] è Attivato
  • Il codice [VIDEO] è Attivato
  • Il codice HTML è Disattivato
  • Trackbacks Attivato
  • Pingback Attivato
  • Refback Attivato

SEO by vBSEO 3.6.0 PL2 ©2011, Crawlability, Inc.