+ Rispondi alla Discussione
Pagina 1 di 4 123 ... UltimaUltima
Risultati da 1 a 15 di 48

Rivoluzione: la liberizzazione delle estensioni!!!

Ultimo Messaggio di Giorgiotave il:
  1. #1
    L'avatar di Giorgiotave
    Data Registrazione
    Oct 2004
    Località
    Monasterace
    Messaggi
    37,136
    Segui Giorgiotave su Twitter Aggiungi Giorgiotave su Google+ Aggiungi Giorgiotave su Facebook Aggiungi Giorgiotave su Linkedin Visita il canale Youtube di Giorgiotave

    Rivoluzione: la liberizzazione delle estensioni!!!

    Un indirizzo internet che dopo il punto finisce con una qualsiasi parola. Qualcosa che ci piace, per esempio (.amoremio, .il miogatto, .lasagne e via di questo passo) e in qualsiasi lingua, anche in russo, arabo o in cinese. La liberalizzazione dei dominii e adesso potrebbe diventare realtà. Giovedì l'Icann, la società che assegna nomi e numeri identificativi sulla rete, potrebbe allentare le regole finora ferree che permettono solo domini legati ai nomi dei paesi (.it, .uk), al commercio (.com) o alle organizzazioni (.org,.net). L'annuncio è stato dato oggi nella capitale francese, nel corso della 32esima riunione dell'organizzazione.


    Fonte: Repubblica.it
    Giorgio Taverniti Blog.

    FastForward: il Web Marketing, una settimana prima. 4a PUNTATA!!! Come idiozie e penalizzazioni stanno creando un web peggiore!
    Non perderti nemmeno una puntata...iscriviti al canale su YouTube!

  2. #2
    Utente Premium L'avatar di Girovago
    Data Registrazione
    Mar 2007
    Messaggi
    533
    A me proprio non piace, preferivo l'attuale situazione.

  3. #3
    Utente Premium
    Data Registrazione
    Dec 2005
    Messaggi
    686
    concordo, prevedo un incasinamento dal punto di vista comunicativo e tematico non indifferente.
    Ciao! Passa sul mio blog :)

  4. #4
    User
    Data Registrazione
    Apr 2008
    Messaggi
    120
    Ma è qualcosa di sicuro??
    Già immagino l'uso che possono fare gli spammers

  5. #5
    User
    Data Registrazione
    Jun 2008
    Messaggi
    47
    Spammers o no, potrebbe rivelarsi la rivoluzione per il mondo del free su internet; qualche altro service potrebbe dare domini gratuiti come fa dot.tk! speriamo che diventi qualcosa di utile alla comunità open source! Non vedo l' ora che arrivi domani (oramai mancano solo una decina di minuti!)

  6. #6
    User L'avatar di Crockett
    Data Registrazione
    Jun 2008
    Messaggi
    14
    Ottima notizia...in questo modo i domini .com aumenteranno ancora di valore.
    E' solo l'ennesima manovra dell'Icann per incassare più soldi.
    Ultima modifica di Crockett; 24-06-08 alle 02:27

  7. #7
    Utente Premium L'avatar di bmastro
    Data Registrazione
    Nov 2007
    Messaggi
    1,843
    Citazione Originariamente Scritto da Crockett Visualizza Messaggio
    Ottima notizia...in questo modo i domini .com aumenteranno ancora di valore.
    mah, questo mi pare nolto difficile.
    Detta "x" la massa monetaria impiegata nel web per l'acquisto dei domini, se viene suddivisa nei vari TLD non vedo perchè i .com dovrebbero aumentare di valore, tanto più che entrerebbero in gioco dei TLD molto appetibili per certi settori del mercato (.car, .moto, .xxx, .sex, .free, ecc. ecc.)

    O.T. Ma come mai quando scrivo "x" senza virgolette mi esce per?
    Ultima modifica di bmastro; 24-06-08 alle 11:17
    Top Web Hosting - Il Web Hosting ideale per chi ha più siti internet

  8. #8
    User L'avatar di Crockett
    Data Registrazione
    Jun 2008
    Messaggi
    14
    Non sono d'accordo.
    Basta analizzare il mercato e le vendite.
    Più nascono nuove estensioni, più il .com cresce di valore (e spesso anche di traffico).

    Queste nuove estensioni nascono solo per far guadagnare più soldi all'Icann e qualunque domainer straniero potrà confermarti quello che ti sto dicendo io adesso.

    Porteranno solo confusione e aumenteranno sia lo spam sia lo scam.

    Pensa per un'azienda importante a livello mondiale che casino...i rischi di cybersquatting non faranno che aumentare, quindi più wipo e quindi più soldi (di nuovo).

    Comunque ringrazio per queste nuove estensioni...in questo modo la leadership del .com durerà ancora anni.

    Personalmente non ne registrerò nemmeno una ma se dovessi proprio farlo registrerei soltanto queste

    .con
    .c0n
    .co0m
    .coom
    .ccom
    .comm
    .cpom
    .comn

    Kevin Ham docet.
    Ultima modifica di Crockett; 24-06-08 alle 11:35

  9. #9
    ModSenior L'avatar di mister.jinx
    Data Registrazione
    May 2007
    Località
    Toscana
    Messaggi
    8,621
    Segui mister.jinx su Twitter Aggiungi mister.jinx su Google+ Aggiungi mister.jinx su Facebook Aggiungi mister.jinx su Linkedin Visita il canale Youtube di mister.jinx
    Oltre il lato speculativo della cosa guarderei anche il lato "pratico".
    I nomi a dominio con le estensioni che utilizziamo attualmente si stanno esaurendo e tra poco -salvo cambiamenti come questo dell' ICANN- saremmo stati costretti a registrare/digitare/gestire roba del tipo machebelloquestonomeadominiochehoregistratopercheg lialtrinoneranoliberi.com con tutto quello che ne consegue a livello di "usabilità" spicciola... posta elettronica e quant'altro.

  10. #10
    Utente Premium L'avatar di bmastro
    Data Registrazione
    Nov 2007
    Messaggi
    1,843
    Citazione Originariamente Scritto da Crockett Visualizza Messaggio
    Non sono d'accordo.
    Basta analizzare il mercato e le vendite.
    Più nascono nuove estensioni, più il .com cresce di valore (e spesso anche di traffico).

    Queste nuove estensioni nascono solo per far guadagnare più soldi all'Icann e qualunque domainer straniero potrà confermarti quello che ti sto dicendo io adesso.

    Porteranno solo confusione e aumenteranno sia lo spam sia lo scam.

    Pensa per un'azienda importante a livello mondiale che casino...i rischi di cybersquatting non faranno che aumentare, quindi più wipo e quindi più soldi (di nuovo).

    Comunque ringrazio per queste nuove estensioni...in questo modo la leadership del .com durerà ancora anni.

    Personalmente non ne registrerò nemmeno una ma se dovessi proprio farlo registrerei soltanto queste

    .con
    .c0n
    .co0m
    .coom
    .ccom
    .comm
    .cpom
    .comn

    Kevin Ham docet.
    Kevin Ham docet?
    ma non è che dopo aver preso 320mila domini con i TLD tradizionali adesso se la sta facendo addosso perchè ha paura di vedere il suo impero crollare?

    personalmente i domini preferisco vederli sviluppati, piuttosto che sprecati nel parcheggio (e logicamente non mi riferisco a chi ha qualche centinaio di domini, ma a questi casi assurdi, come quello di Ham)
    Top Web Hosting - Il Web Hosting ideale per chi ha più siti internet

  11. #11
    User L'avatar di Crockett
    Data Registrazione
    Jun 2008
    Messaggi
    14
    Citazione Originariamente Scritto da bmastro Visualizza Messaggio
    Kevin Ham docet?
    ma non è che dopo aver preso 320mila domini con i TLD tradizionali adesso se la sta facendo addosso perchè ha paura di vedere il suo impero crollare?

    personalmente i domini preferisco vederli sviluppati, piuttosto che sprecati nel parcheggio (e logicamente non mi riferisco a chi ha qualche centinaio di domini, ma a questi casi assurdi, come quello di Ham)
    Se la sta facendo addosso??

    Ce la sta facendo addosso vorrai dire.
    reinvent.com/our_business_reinvent_ip.html

    vancouver.com

    Guarda che domini altro che chiacchiere.
    Ultima modifica di Crockett; 24-06-08 alle 12:11
    Compro LLL.com

  12. #12
    User
    Data Registrazione
    Nov 2007
    Messaggi
    324
    Io immagino già la confusione. Utenti che digitano il .com o il .it alla fine quando non ci vuole, oppure che lo tolgono dai domini in cui ci vuole.
    Acquisiranno valore i domini di terzo livello simili e quindi quelli principali di secondo.

    es:
    nome1.nome2 >> nome1.nome2.com
    quindi più traffico per il nome2.com

    Secondo me il budget o massa monetaria dedicata ai domini non é costante. L'iniziativa dell'ICANN é volta proprio ad aumentare questo budget con la forza. Pensate a quante aziende saranno costrette a registrare nomi per proteggere i loro marchi. Questo é tutta moneta in più, una specie di "tassa", per le aziende. I domainer che ci crederanno investiranno di più del loro normale budget e questo l'ICANN lo sa é un modo per creare valore per se dal nulla .

    Il valore di un'estensione é determinato dalla sua storia. I domini .com hanno alle spalle molti siti importanti con quantità enormi di traffico. Solo se su questi nuovi domini verranno realizzati progetti altrettanto importanti nel tempo acquisiranno valore, non prima di sicuro.

  13. #13
    User L'avatar di Crockett
    Data Registrazione
    Jun 2008
    Messaggi
    14
    Concordo su tutto.

    Leggo che queste nuove estensioni costeranno almeno $50,000.
    Se confermato non cambierà assolutamente niente.
    Ultima modifica di mister.jinx; 21-09-08 alle 12:41 Motivo: fullquote non necessario quando rispondi di seguito
    Compro LLL.com

  14. #14
    Utente Premium L'avatar di bmastro
    Data Registrazione
    Nov 2007
    Messaggi
    1,843
    dove l'hai letto?
    è una fonte dell'Icann?
    Ultima modifica di mister.jinx; 21-09-08 alle 12:41 Motivo: fullquote non necessario (come sopra)
    Top Web Hosting - Il Web Hosting ideale per chi ha più siti internet

  15. #15
    User L'avatar di Crockett
    Data Registrazione
    Jun 2008
    Messaggi
    14
    Sono voci che girano tra i registrars Usa in queste ore.
    Non è confermato, ma è molto probabile.
    Compro LLL.com

+ Rispondi alla Discussione
Pagina 1 di 4 123 ... UltimaUltima

Tag per Questa Discussione

^ Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
  • Il codice BB è Attivato
  • Le faccine sono Attivato
  • Il codice [IMG] è Attivato
  • Il codice [VIDEO] è Attivato
  • Il codice HTML è Disattivato
  • Trackbacks Attivato
  • Pingback Attivato
  • Refback Attivato

SEO by vBSEO 3.6.0 PL2 ©2011, Crawlability, Inc.