Con il pay per impression il publisher guadagna una certa somma x per ogni messaggio pubblicitario visualizzato nel proprio sito. In realtà solo siti con un’audience elevata riescono a vendere i propri spazi con la modalità pay per impression (che in teoria è la modalità pù corretta di remunerazione, poi l’inserzionista aumenta la notorietà del proprio brand già con la visualizzazione di messaggi pubblicitari, anche in assenza di click).

Detto questo, bisogna valutare quali flussi di cassa possono essere generati nel tempo dalla vendita di spazi pubblicitari con modalità pay per impression, al fine di calcolare il valore attuale di questi flussi secondo la formula già nota:

Bisogna determinare:

•  il valore delle impression, cioè quanto si verrà pagati per ogni impression generata. Il valore dipende dal target del proprio sito web e dalle tematiche del sito. Siti tematici relativi alla finanza, ai finanziamenti, al turismo hanno di solito una maggiore appetibilità per gli sponsor; siti generalisti, legati all’intrattenimento e alla pornografia sono di norma meno appetibili (poiché gli utenti che visitano tali siti più difficilmente effettuano azioni redditizie per lo sponsor). E’ possibile avere un’idea di massima del valore delle impression vedendo i listini di chi vende spazi per impression (direttamente o tramite concessionaria), guardando le campagne pay per impression attive su circuiti come www.Tradedoubler.com www.Zanox.com oppure guardando i guadagni per 1.000 impression di una certa tematica con circuiti tipo Adsense .

•  Il numero di impression. Dipende dalle pagine viste e dal numero di messaggi pubblicitari (banner, annunci testuali,..) presenti sulle pagine. In merito al numero di impression generate, conosciamo solo i dati presenti e quelli passati (a patto di disporre di statistiche corrette), ma non quelli del futuro (che sono invece quelli rilevanti per determinare i flussi di cassa generabili).

Un modo per stimare il traffico futuro è effettuare l’interpolazione dei dati passati, per trovare una tendenza di medio periodo. Proiettare i dati di traffico passati nel futuro è corretto se si dispone di una serie storica di dati sufficientemente rilevante da cui partire. In caso contrario, può essere utile stimare i dati di traffico dei siti concorrenti per effettuare una previsione sul traffico che potremo generare.

Il valore dei flussi di cassa generati in un dato periodo sarà dato da:

flusso di cassa periodo t 0 = n. impression periodo t 0 * valore unitario impression

Supponiamo di dover valutare un sito web che ha ogni mese 10.000 visitatori unici, ognuno dei quali visita 10 pagine.

Il traffico (pagine viste) del sito cresce del 10% su base annua.

Il tema è quello della finanza: già oggi si riescono a vendere spazi pubblicitari con pay per impression (2 spazi pubblicitari su ogni pagina) ad un valore di 2 euro ogni 1.000 impression.

Ipotizzando la stabilità del valore delle impression, del trend di crescita e ragionando su un orizzonte temporale di 4 anni, qual è il valore di questo sito?

Come prima cosa stimiamo il numero di impression:

anno 1 = 10.000 visite/mese * 10 pagine viste * 12 mesi * 2 banner/pagina = 2.400.000 impression

anno 2 = 2.400.000 * (1+ 10%) = 2.640.000 impression

anno 3 = 2.640.000 * (1 + 10%) = 2.904.000 impression

anno 4 = 2.904.000 * (1 + 10%) = 3.194.000 impression

Ora trasformiamo le impression in flussi di cassa (2 euro ogni 1.000 impression):

anno 1 = 2.400.000 / 1.000 * 2 = 4.800 euro

anno 2 = 2.640.000 / 1.000 * 2 = 5.280 euro

anno 3 = 2.904.000 / 1.000 * 2 = 5.808 euro

anno 4 = 3.194.000 / 1.000 * 2 = 6.389 euro

Abbiamo trovato la distribuzione temporale dei flussi di cassa. Applichiamo la formula:

Come “i” applichiamo sempre un tasso ponderato per il rischio dell’operazione. Come prima, ipotizziamo i = 12%.

Il VAN oggi dei flussi di cassa sarà quindi:

4.800/1,12 + 5.280/(1,12*1,12) + 5.808/(1,12*1,12*1,12) + 6.389/(1,12*1,12*1,12*1,12) =

4.285 + 4.209 + 4.134 + 4.060 =

16.688 euro


Scarica la guida in formato PDF

> Link utili:

> Copyright: uesta guida è realizzata da Giacobbe Mauro per Giorgiotave.it. E' possibile riprodurre la guida nei propri siti non modificando i contenuti, il Copyright ed i link utili. Puoi prenderla da qui.