GPL è un acronimo ricorsivo che sta ad indicare General Public License.

E' stata creata per accompagnare il Free Software (Software Libero, ma non espressamente gratuito) per mantenere tale software veramente libero da obblighi o costrizioni che altre licenze impongono.

La GPL è determinata fondamentalmente dalle 4 regole fondamentali:

0.Libertà di eseguire il programma, per qualsiasi scopo;
1.Libertà di studiare come funziona il programma e adattarlo alle proprie necessità. L'accesso al codice sorgente ne è un prerequisito;
2.Libertà di ridistribuire copie in modo da aiutare il prossimo;
3.Libertà di migliorare il programma e distribuirne pubblicamente i miglioramenti, in modo tale che tutta la comunità ne tragga beneficio. L'accesso al codice sorgente ne è un prerequisito.

La GPL si può definire una licenza di tipo "virale" in quanto il Software originale legato ad essa o il software modificato da un altro utente dovrà per forza mantenere il programma da lui personalizzato allegandolo alla stessa licenza, cioè la GPL, mantenendo così per sempre l'assoluta libertà di quel software.


  • Questa pagina è stata modificata per l'ultima volta il 10 giu 2009 alle 20:52.
  • Questa pagina è stata letta 2 806 volte.