Guerrilla marketing, come descrive Jay Conrad Levinson nel suo noto libro del 1982 Guerrilla Marketing, è un inconvenzionale e forse disinvolto metodo per realizzare e promuovere attività promozionali invasive ma basate su budget veramente contenuti.


Queste forme di promozione sono spesso progettate in modo tale che l'obiettivo finale d'utenza di riferimento sia reso inconsapevole del messaggio promozionale che riceve e di essere stati quindi bersagliati da forme a volte subliminali di induzione ad un azione (di solito acquisto).

Per questo il guerrilla marketing è anche considerato una forma di marketing celato o nascosto (stealth marketing).


180px-Guerilla_Escalator.jpg

Il marketing celato o nascosto

Il buzz marketing o stealth marketing, (o come lo chiamano i detrattori adescamento di blatte ) è una specie di guerrilla marketing dove i consumatori non sono in grado di comprendere di essere coinvolti in una operazione semisubliminale di coinvolgimento all'acquisto di un prodotto o servizio.

Ad esempio, una azienda pubblicitaria che coinvolge un noto attore o una persona socialmente famosa nell'uso di certi prodotti in modo chiaro e convincente ed esponendolo in luoghi dove il target d'utenza è presente in massa.


--Andrez 09:57, Ago 24, 2007 (CEST)


  • Questa pagina è stata modificata per l'ultima volta il 8 lug 2009 alle 00:18.
  • Questa pagina è stata letta 2 333 volte.