*significato multiplo*

HUB (hardware)

Nelle tecnologie delle reti informatiche, un hub è il dispositivo di rete che opera come nodo di smistamento di una rete informatica LAN contenente componenti elettroniche.

Gli hub vengono utilizzati negli schemi a 10Base-T o 100BaseTx per modificare la topologia della rete facendola diventare stellare.

L'hub consente una facile verifica di guasti nei cavi di rete e semplici aggiunte o rimozioni di nodi senza intervenire in altri host.

La distanza massima di operatività tra stazioni e hub deve essere inferiore ai 100 m. (150 m. per doppini di cat.5).


Tramite gli hub operanti a livello fisico, se vengono trasmessi dei frame da un nodo, questi vengono ricevuti ed eventualmente scartati da tutti gli altri PC, inoltre non può esserci una trasmissione contemporanea da più host. In altri termini mentre si sta trasferendo un file ad un'altra macchina in una rete LAN, gli altri devono rimanere in attesa della terminazione. Gli switch al contrario degli hub evitano le collisioni dei frame, permettono più trasmissioni contemporaneamente e talvolta supportano velocità e reti differenti.


HUB site (Posizionamento nei Motori di Ricerca)

Con il termine Hub site vengono descritti quei siti web che presentando un elevato numero di outbound links possono essere considerati come vetrine virtuali per diverse imprese provenienti da settori più o meno eterogenei.


Hub di richiamo

Per redistribuire PR all'interno di una struttura del sito.


Pagine hub o "Hub di richiamo" sono pagine che presentano come unico scopo quello di superare uno o più livelli della struttura trasferendo quindi pagerank in maniera diretta ai sottolivelli, evitando cosi il normale "degrado" quantitativo del PR potenziando determinate pagine o aree di un sito.


Gli Hub di richiamo vengono costruiti sulla base dei contenuti del sito.

In un giornale online, per esempio, potremmo creare un hub con gli ultimi 20 articoli o ancora meglio con i 20 articoli più commentanti portando cosi pagerank direttamente alle pagine più interessanti del nostro sito (presupponendo che maggiori commenti corrispondano ad un maggiore interesse dei lettori).


Tale fenomeno ha un duplice effetto: da un lato accresce le potenzialità di posizionamento dei sottolivelli del sito, dall'altro incrementa il valore assoluto della struttura interna che, incrementando il PR anche ai sottolivelli, aumenta di fatto in maniera esponenziale gli effetti sui livelli superiori (fenomeno inverso della redistribuzione del PR su una struttura ad albero).


Gli hub di richiamo devono però essere costruiti in maniera intelligente tenendo in considerazione 2 aspetti principali: 1) dovranno essere perfettamente visibili ai motori di ricerca; 2) linkati dalla homepage rischiano di essere al tempo stesso molto visitati dagli utenti.


Ecco quindi che queste pagine di richiamo dovranno di fatto essere pagine con uno scopo reale per il lettore, altrimenti si rischia di convogliare traffico in pagine di scarsa utilità con effetti negativi sui visitatori ed eventualmente anche sugli introiti del sito.


  • Questa pagina è stata modificata per l'ultima volta il 8 lug 2009 alle 00:21.
  • Questa pagina è stata letta 4 508 volte.