La patch (letteralmente "pezza"), detta anche hot fix, è un file eseguibile che viene creato per aggiornare un software oppure per risolvere errori di scrittura del codice, i c.d. bugs.

Sebbene create per aggiornare, può capitare che alcune patch causino una software regression, un bug per cui un processo smette di funzionare dopo un certo evento, oppure una software performance regression, situazione in cui la versione attuale dell'aggiornamento risulta funzionare peggio della precedente.


Ci sono due tipi di patch, la patch sorgente e la patch binaria.

Le patch binarie vengono generalmente rilasciate dai produttori di software che intendono tutelare i propri diritti di proprietà sui codici sorgente: in questi casi la patch è un file direttamente eseguibile che va a modificare o a sostituire il file binario.

Le patch sorgenti invece sono molto diffuse nel mondo open-source: sono dei semplici file di testo (i listati dei sorgenti) che contengono il nuovo codice da inserire nel file.


Service Pack:

Nel caso in cui il software sia di grandi dimensioni - è il caso dei sistemi operativi come Windows - l'insieme della patch necessarie a correggere problemi vengono fornite in un unico file detto Service pack incrementale, se aggiorna la precedente versione di service pack, mentre è detto completo se aggiorna il software a partire dalla versione messa in commercio.


La parola patch si riferisce anche a tipi di crack di software protetti da licenze.

Vengono infatti tolte le limitazioni delle versioni distribuite gratuitamente (Demo, Trial, Tryout) tramite un patcher, che confrontando il software bloccato con uno legalmente sbloccato, crea una patch capace di sbloccare il software al pari della licenza.


Fonte: wiki it/uk


  • Questa pagina è stata modificata per l'ultima volta il 9 lug 2009 alle 19:17.
  • Questa pagina è stata letta 4 230 volte.