Il DeWitt’s Twenty-8-Eight Regulator A.S.W. Horizons è un orologio dal design unico, un omaggio al periodo Art Déco da cui trae ispirazione, e più in particolare alle tendenze che hanno caratterizzato l’America dopo la Grande Depressione. Durante questo periodo diversi designer industriali americani rimasero affascinati dallo stile Streamline e progettarono un’ampia gamma di prodotti innovativi e moderni come automobili, navi, fabbriche e persino ristoranti girevoli.

A fare da sfondo a questa nuova creazione DeWitt non è altro che la maestosa città di New York, durante il periodo creativo e fiorente degli anni ’30. una città nuova e moderna, crocevia di culture ed epoche diverse.

Il nuovo Twenty-8-Eight Regulator A.S.W. Horizons è dotato del celebre calibro DW 8014, accolto con entusiasmo durante la presentazione al salone Baselworld 2010. Questo nuovo Tourbillon automatico è il primo movimento regolatore complicato ad integrare un Tourbillon interamente sviluppato e prodotto dalla Manifattura DeWitt e, cosa ancora più importante, introduce un dispositivo brevettato ed estremamente ingegnoso di Carica Automatica Sequenziale (A.S.W.), azionato da una massa oscillante periferica.

La massa oscillante periferica è collegata ad un anello che presenta al suo interno un profilo sinusoidale. Questa forma particolare attiva a sua volta il sistema brevettato A.S.W. che permette al movimento di funzionare in un range ideale, compreso tra il 92% e il 96% della coppia della molla motrice. Il rotismo principale ha così la certezza di ricevere un flusso di energia costante e stabile grazie alla carica in sequenza del bariletto.

Due piccoli bracci, che scorrono su e giù lungo il profilo sinusoidale, caricano così il bariletto fino a raggiungere il 96% della carica completa del movimento, quindi una leva rilascia il dente che carica il bariletto e lo obbliga a continuare il suo movimento in aria, invece di agganciarsi alla ruota. Il movimento continua a funzionare attingendo alle proprie riserve di energia fino a toccare il 92% di carica, punto in cui il dente si riaggancia nuovamente. Questa meraviglia della tecnica consente di utilizzare un unico bariletto di tipo manuale su un range di funzionamento ideale, evitando così tutti i difetti di marcia riscontrati quando si utilizzano molle slittanti sui calibri automatici di tipo convenzionale.

Composto da 320 elementi, il calibro DW 8014 è la dimostrazione perfetta dell’audacia creativa dei maestri orologiai DeWitt, associando la tradizione orologiera del Tourbillon DW 8028 all’incredibile innovazione tecnologica introdotta dal dispositivo A.S.W. Il cuore del bilanciere batte al ritmo di una spirale Straumann Hairspring® con curva Phillips ed è costruito in lega infrangibile, autocompensante, inossidabile e antimagnetica. L’omogeneità raggiunta dal filo e la laminatura ultraprecisa della spirale (0,0001 mm) garantiscono l’elevata precisione del meccanismo.

Il Twenty-8-Eight Regulator A.S.W. Horizons è uno splendido omaggio ad una città dai mille volti e dalle mille sfaccettature. Il quadrante è sormontato da un imponente edificio newyorkese in stile Art Déco formato da quattro colonne che si affacciano grandiosamente sul meccanismo Tourbillon. Sulla parte inferiore, l’edificio a forma di padiglione si allarga fino ad avvolgere la gabbia del Tourbillon creando solide fondamenta che si estendono su entrambi i lati. Una struttura perfettamente equilibrata e impreziosita da un motivo a raggi solari che evoca la luce soffusa della sera.

La parte restante del quadrante è occupata da un sottile gioco di sovrapposizioni e di effetti di trasparenza. Il vetro zaffiro tinto con tonalità marrone cioccolato riflette alla perfezione il calore dell’oro rosa sprigionato dall’edificio centrale e dalla cassa, oltre a permettere di intravedere i misteri che si celano all’interno dell’orologio.

Le lancette delle ore e dei minuti si trovano al centro e sono a forma di spada a due tagli, come due colonne supplementari che dettano lo scorrere del tempo. In contatto diretto con la gabbia del Tourbillon, la lancetta dei secondi morti resta immobile fino a quando il secondo non è trascorso, a dimostrazione del livello di precisione raggiunto dalle oscillazioni del bilanciere. La riserva di carica di 72 ore è indicata ad ore 9 da una lancetta che percorre un settore di 180°.

La cassa rotonda da 46 mm è in oro rosa 18 carati e presenta proporzioni particolarmente gradevoli. È leggermente più sottile della famosa collezione Accademia ed è ornata sui fianchi da 48 colonne imperiali. Un’attenzione particolare è stata dedicata alla lunetta, ornata con colonne le cui finiture satinate e lucide producono stupendi riflessi. Anche le anse sono state ridisegnate e curvate leggermente per mantenere un profilo armonioso.

Il fondello in vetro zaffiro offre uno spettacolo su cui vale la pena soffermarsi: la danza di una massa periferica aerodinamica a carica bidirezionale che consente una visione perfetta e senza ostacoli degli stupendi ponti Art Déco. È inoltre possibile ammirare la leva dei secondi morti, azionata dalla gabbia del Tourbillon e sospinta da un piccolo pignone, che scivola lungo ogni dente della ruota dei secondi per agganciarsi al dente successivo, ad intervalli di un secondo.

Infine, non va dimenticato che il Twenty-8-Eight Regulator A.S.W. Horizons risponde appieno alle esigenti norme imposte dalla manifattura di orologi DeWitt per quanto riguarda le finiture: Côtes de Genève, satinatura delle superfici, perlage, lucidatura e anglage.