+ Rispondi alla Discussione
Risultati da 1 a 8 di 8

modello prestazione occasionale

Ultimo Messaggio di alexius9089 il:
  1. #1
    User
    Data Registrazione
    Oct 2009
    Messaggi
    136

    modello prestazione occasionale

    Salve,

    ho necessità di scrivere una ricevuta con ritenuta d'acconto per prestazione occasionale per una ditta d'informatica che ha usufruito di mia prestazione.

    Scusate i troppi giri di parole, ma non conosco bene la terminologia né ho mai fatto ricevute simili.

    Ho googlato per trovare un modello utile, ma ho trovato modelli parecchio differenti e ho visto che dovrei pagare anche una marca da bollo; mi son fermato in attesa di un vostro consiglio. Devo pagare la marca da bollo? Dovrei guadagnare circa 110€ al netto.

    L'azienda mi ha detto tuttavia di scrivere in carta semplice i miei dati, l'oggetto della prestazione, i dati dell'azienda, l'importo lordo percepito e ciò che resta a me al netto.
    È corretto?

    La prestazione si riferisce alla vendita di un contratto ad aziende clienti per servizi informatici, quindi è soggetto ad IVA. Tuttavia l'azienda mi ha detto di calcolare la mia % sul contratto venduto escludendo l'IVA.
    Il totale ottenuto è il mio compenso lordo, devo poi lasciare all'azienda il 20% di questo totale per la ritenuta alias tasse da versare; l'80% è il mio netto, poi da qui in fase di denuncia di redditi dovrei pure pagarci le tasse - ignoro in che misura - .

    Ok, non mi resterà niente in saccoccia se considero pure le spese che ho sostenuto per concludere il contratto e che l'azienda non considera minimamente - avessi PIVA forse potrei scaricare tali spese -; comunque è corretto ciò che ho scritto?

    Un probabile modello di ricevuta che mi è venuto in mente:

    Ricevuta Nr. x con ritenuta d'acconto per prestazione occasionale in ambito informatico.

    Collaboratore: Nome Cognome
    Codice Collaboratore: xxx
    Nato a Comune (Provincia) il Giorno/Mese/Anno
    Residente in Via, Civico, CAP, Comune (Provincia)
    C.F: Codice Fiscale

    Committente: Nome Azienda
    Sede: Via, Civico, CAP, Comune (Provincia)
    P. IVA: PIVA

    Oggetto della prestazione: Descrizione della prestazione, (vendita di contratti per servizi informatici)
    Azienda cliente: Nome dell'azienda cliente
    Codice cliente: xxx
    Servizi acquistati: Elenco dei Servizi

    Percentuale lorda sul totale (IVA esclusa) sul contratto: xx% (vorrei indicare la mia % sul totale visto che questa varia alla tipologia di contratto firmato dal cliente)
    Totale lordo: xxx,xx€
    Ritenuta del 20%: xx,xx€
    Totale al netto: xxx,xx€

    Data Giorno/Mese/Anno

    Firma
    __________


    Che ne dite?

    Infine l'azienda mi ha detto che potrei indicare ciò che mi pare come oggetto che comunque essendoci una certa fiducia mi farebbe questa cortesia. Se facessi così, ci guadagnerebbe l'azienda oppure il sottoscritto?

    Grazie.
    Ultima modifica di carrandry; 19-04-10 alle 09:30

  2. #2
    User
    Data Registrazione
    Oct 2009
    Messaggi
    136
    Ho letto questo topic giorgiotave.it/forum/prestazioni-occasionali-co-co-co-e-co-co-pro/750-le-collaborazioni-occasionali-sintesi.html.

    La mia confusione è aumentata in quanto non saprei se scegliere tra "PRESTAZIONI MERAMENTE OCCASIONALI" e "PRESTAZIONI OCCASIONALI COORDINATE" e non ho capito se la ricevuta da dare all'azienda e la redazione del contratto siano la stessa cosa o meno.

    Premetto che l'azienda non mi ha dato nessun documento e che mi abbia richiesto solamente una dichiarazione in carta semplice così come ho indicato nel primo topic.

    Grazie.

  3. #3
    Banned
    Data Registrazione
    Nov 2009
    Messaggi
    658
    Il modello va bene.
    Devi mettere la marca da € 1,81.
    La percentuale del tuo "guadagno" la calcoli sul valore senza iva.
    Le tasse da pagare dipendono dal tuo reddito dato che questo "guadagno" si cumula.
    Il 20% che "lasci" all'azienda è una ritenuta che devi portare in detrazione dalla tua dichiarazione.
    Se hai avuto spese inerenti puoi scaricarle in dichiarazione dei redditi (devono essere OGGETTIVAMENTE inerenti).

  4. #4
    User
    Data Registrazione
    Oct 2009
    Messaggi
    136
    Citazione Originariamente Scritto da CONTE77 Visualizza Messaggio
    Il modello va bene.
    Non ho fatto nessun riferimento a nessuna legge; va bene lo stesso? Altrimenti quale devo indicare? Nell'altro topic riassuntivo indicava due tipologie di prestazione occasionale...
    Citazione Originariamente Scritto da CONTE77 Visualizza Messaggio
    Devi mettere la marca da € 1,81.
    La percentuale del tuo "guadagno" la calcoli sul valore senza iva.
    Le tasse da pagare dipendono dal tuo reddito dato che questo "guadagno" si cumula.
    Indi non mi resta niente in saccoccia... xD
    Citazione Originariamente Scritto da CONTE77 Visualizza Messaggio
    Il 20% che "lasci" all'azienda è una ritenuta che devi portare in detrazione dalla tua dichiarazione.
    Ok. Per poter documentare questa detrazione debbo avere una copia della ritenuta con la marca (indi son due per la stessa prestazione)? L'azienda deve firmarla oppure è sufficiente solamente la mia firma?
    Citazione Originariamente Scritto da CONTE77 Visualizza Messaggio
    Se hai avuto spese inerenti puoi scaricarle in dichiarazione dei redditi (devono essere OGGETTIVAMENTE inerenti).
    La benzina, che adesso non posso documentare, ma per un'altra occasione simile si.

    Grazie per le risposte.

  5. #5
    User
    Data Registrazione
    Oct 2009
    Messaggi
    136
    Ho letto che la marca da bollo sarebbe a carico di chi riceve la ricevuta ma se non la mette i guai li passo io, e di solito si procede che chi emette la ricevuta inserisce la marca e la addebita al ricevente della stessa.

    Inoltre se la ricevuta è colpita da IVA, sarei esente dalla marca. Ma io per definizione non pago IVA, indi non sembra una presa in giro? A meno che la mia % di guadagno sia calcolata sul totale IVA inclusa e che poi in ricevuta opero le relative detrazioni.
    La mia % di guadagno infatti è calcolata sul totale che l'azienda guadagna, IVA inclusa.

    Non ho capito inoltre quante copie si debbano fare, se non erro due copie, una firmata da me da dare al committente e una firmata dal committente che va a me?

    Grazie.

  6. #6
    User L'avatar di Stranoweb
    Data Registrazione
    May 2008
    Località
    Ischia
    Messaggi
    514
    Aggiungi Stranoweb su Facebook
    Volevo chiedere una cosa.... Facendo la ritenuta d'acconto mi vale anche come periodi di lavoro assicurato?
    Ringrazio tutti
    Vacanze al mare: Last Minute Hotel Ischia

  7. #7
    Esperto L'avatar di Siantona
    Data Registrazione
    Jan 2010
    Località
    Roma
    Messaggi
    728
    Salve stranoweb
    Con le collaborazioni occasionali, il lavoro prestato non è "assicurato". Non si paga infatti nessun tipo di assicurazione contro gli infortuni (inail) o previdenziali ed assicurativi (inps). Una forma di lavoro "assicurato" è invece il lavoro accessorio.
    Dottore Commercialista e Revisore dei Conti
    Consulenza Tributaria Commerciale e del Lavoro http://www.gruppoantonacci.it

  8. #8
    User Newbie
    Data Registrazione
    May 2010
    Messaggi
    6
    Scusate, ma se si tratta di lavoro occasionale, perchè nel modello si parla di IVA?
    Magari non ho capito nulla e sto confondendo fischi con fiashi.
    Mi sto informando da poco, quindi appena non mi trovo con quello che ho letto mi sorgono dubbi ed incertezze ^^

+ Rispondi alla Discussione

^ Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
  • Il codice BB è Attivato
  • Le faccine sono Attivato
  • Il codice [IMG] è Attivato
  • Il codice [VIDEO] è Attivato
  • Il codice HTML è Disattivato
  • Trackbacks Attivato
  • Pingback Attivato
  • Refback Attivato

SEO by vBSEO 3.6.0 PL2 ©2011, Crawlability, Inc.