+ Rispondi alla Discussione
Risultati da 1 a 3 di 3

Hobby che potrebbe diventare fonte remunerativa

Ultimo Messaggio di Ale91 il:
  1. #1
    User Newbie L'avatar di Ale91
    Data Registrazione
    Nov 2018
    Località
    TV
    Messaggi
    2

    Hobby che potrebbe diventare fonte remunerativa

    Salve,

    Sono Alessandro e sono un neo iscritto al forum.
    Per prima cosa volevo ringraziare per lo spazio che mi mettete a disposizione per chiedere consiglio.
    Vi espongo il mio quesito ora..
    Da qualche anno a questa parte mi diletto in lavori di falegnameria a tempo perso, creando oggetti di arredo piccoli come portafiori, lanterne ect, utilizzando quando posso oggetti di recupero.. da inserire nella mia abitazione.
    Spesso e volentieri amici e parenti mi "Commissionano" qualche piccolo lavoretto, che ovviamente facendolo per passione, non chiedo mai alcun compenso se non il rimborso del costo dei materiali quando serve.
    Fortunatamente le mie creazioni riscuoto spesso successo tra chi le vede e la frase:" Ma perché non le vendi su internet?!" Mi viene spesso fatta, tra lo scherzoso e il serio da chi apprezza.

    E quindi oggi mi chiedo... ma se volessi vendere alcune delle mie creazioni, senza complicarmi la vita aprendo una partita IVA o creando una società, posso farlo senza infrangere la legge? Come posso fare?

    Grazie per l'attenzione.

  2. #2
    User L'avatar di apocaliv
    Data Registrazione
    Feb 2008
    Messaggi
    60
    Ciao ale91,
    dipende cosa intendi per vendere "alcune delle mie creazioni".
    Abbiamo due casi possibili:
    1) Ogni tanto crei qualche oggetto, circa uno al mese quando hai un pò di tempo, e poi decidi di rivenderlo su un sito web del settore o in un negozio, il prezzo di tali oggetti non è molto alto (sotto i 200 euro per esempio).
    In caso di vendita OCCASIONALE di prodotti, e sotto la soglia di €5000 l'anno, non è richiesta la partita iva. E' importante che la vendita sia occasionale, cioè ogni tanto credi un prodotto e poi lo vendi.
    2) Voglio aprire un sito dove metto a catalogo tutte le mie creazioni e le vendo, volendone fare un attività. In questo caso è obbligatoria l'apertura della p.Iva e (almeno) l'apertura di una ditta individuale (artigiana).

    Quindi tocca a te scegliere come fare. Se vuoi iniziare a mettere qualche tua creazione su internet (su alcuni siti specializzati, oppure su ebay e via dicendo), restando in quei limiti che ti ho scritto sopra, non hai nessun obbligo di apertura di partita iva, ma dovrai effettuare regolare ricevuta e inserirla nella dichiarazione dei redditi (oppure se vendi su alcuni store specializzati online, saranno loro a farti la ritenuta d'acconto).

  3. #3
    User Newbie L'avatar di Ale91
    Data Registrazione
    Nov 2018
    Località
    TV
    Messaggi
    2
    Salve Apocaliv, grazie per la risposta.

    Si, la prima opzione è la più probabile e veritiera: Di oggetti all'anno ne costruirò 5-6 o anche meno, quindi credo che il termine occasionale si addice proprio alla frequenza di costruzione-vendita, per quanto riguarda la soglia dei 5000 euro .. credo che rimarrò abbondantemente sotto!

+ Rispondi alla Discussione

^ Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
  • Il codice BB è Attivato
  • Le faccine sono Attivato
  • Il codice [IMG] è Attivato
  • Il codice [VIDEO] è Attivato
  • Il codice HTML è Disattivato
  • Trackbacks Attivato
  • Pingback Attivato
  • Refback Attivato

SEO by vBSEO 3.6.0 PL2 ©2011, Crawlability, Inc.