+ Rispondi alla Discussione
Risultati da 1 a 2 di 2

Farmacista - Enpaf - Inps e compatibilità.

Ultimo Messaggio di i2m4y il:
  1. #1
    User Newbie
    Data Registrazione
    Oct 2005
    Località
    rho
    Messaggi
    1

    farmacista

    Buonasera,
    sono un farmacista dipendente da farmacia privata. E' mia intenzione esercitare la libera professione dal gennaio 2006, e' possibile
    per un farmacista essere libero professionista lavorando solo per una farmacia oppure bisogna avere piu' committenti affinche' l'Inps 'tolleri' questa posizione, non versando i contributi Inps ma solo i contributi Enpaf? In alternativa sarebbe possibile mantenere un part time in farmacia privata e esercitare la libera professione per un'altra farmacia? O in framacie diverse? Oppure ancora esercitare unicamente la libera professione per una o piu' farmacie continuando a versare volontariamente i contributi Inps?
    In quali casi e' possibile versare contributi Enpaf ridotti?
    Grazie,
    dott. Enrico Chiminello

  2. #2
    Esperto L'avatar di i2m4y
    Data Registrazione
    Mar 2005
    Località
    Como
    Messaggi
    7,945
    Buongiorno dottor Chimi e benvenuta sul forum,

    innanzitutto mi scuso se ho separato il suo quesito dal topic dove era posto, ma per regolamento è meglio postare argomenti diversi in topic diversi.

    Purtroppo non ho una esperienza specifica per ciò che concerne la cassa previdenziale privata Enpaf e dunque mi duole rimandarla a quella per maggiori approfondimenti.

    Vorrei esprimere però la mia modesta opinione sul primo dei suoi quesiti:
    reputo che sia possibile svolgere l'attività professionale anche con un solo committente e contributi Enpaf, senza che l'Inps possa contestare la posizione.
    Se in effetti la questione è tutt'altro che priva di fondamento, la mia convinzione è che se lei è iscritto ad un Ordine professionale ne deve seguire il sentiero in tutto e per tutto, posizioni fiscali e previdenziali specifiche comprese.
    La sua è infatti professione intellettuale, definita ex lege, e le professioni intellettuali mal si conciliano con la subordinazione tipica del lavoro dipendente (cfr. articolo de Il Sole 24 ore del 31/10/2005, pag. 61), ma anche in questo caso il consiglio è quello di rifarsi all'ordinamento della sua professione, che purtroppo non conosco.

    Paolo.

+ Rispondi alla Discussione

Tag per Questa Discussione

^ Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
  • Il codice BB è Attivato
  • Le faccine sono Attivato
  • Il codice [IMG] è Attivato
  • Il codice [VIDEO] è Attivato
  • Il codice HTML è Disattivato
  • Trackbacks Attivato
  • Pingback Attivato
  • Refback Attivato

SEO by vBSEO 3.6.0 PL2 ©2011, Crawlability, Inc.