Salve a tutti,

una decina di giorni fa sono stato informato (oralmente, di scritto nn mi è ancora giunto nulla, ah le poste) dal mio avvocato che si sono concluse delle indagini preliminari su di me al termine delle quali mi trovo imputato di un reato con pena massima di tre anni. Su consiglio dell'avvocato verrà chiesto un patteggiamento per non incorrere in lunghe perizie ed indagini, udienze...con cui si spera in una pena che possa venire sospesa (< 2 anni).
Questa l'introduzione. Tra qualche giorno dovrei firmare un contratto di sostituzione maternità di due soli mesi che non vorrei perdere, solamente che ora penso di avere carichi pendenti :So che l'azienda (settore telecomunicazioni, migliaia dipendenti) fa firmare una autocertificazione ma nn so se richiede carichi pendenti o solo precedenti penali...nel dubbio (cui mi troverò faccia a faccia solo al momento della firma!) non so se rischiare un falso perchè mi hanno detto che è difficile si informino se non creo problemi in azienda (ci ho già lavorato 18 mesi, precario).Sinceramente non voglio altri problemi.
Vi chiedo:
- se ammetto di avere carichi pendenti, valutano cmq assunzione?dipende dal reato?
- è possibile che i carichi in una decina di giorni siano già scesi sul certificato ?
- posso fare lo gnorri visto che non ho firmato nessuna "presa visione" delle conclusione delle indagini (appena avvenuta)
- altre soluzioni??

Sono stato già abbastanza stupido a sbagliare con il reato, non vorrei fare ulteriori passi falsi, ma un lavoro oggi è oro ed anche 2 soli mesi sono importanti

Vi ringrazio moltissimo per eventuali suggerimenti