+ Rispondi alla Discussione
Risultati da 1 a 8 di 8

Consenso utilizzo db di indirizzi

Ultimo Messaggio di MrZoma il:
  1. #1
    User
    Data Registrazione
    Oct 2010
    Messaggi
    21

    Consenso utilizzo db di indirizzi

    Ciao a tutti, avrei bisogno di un prezioso consiglio. In anni di lavoro online ho collezionato un numero considerevole di indirizzi mail, alcuni di contatti personali, altri da s.n., altri ancora da mail ricevuto in cui il mittente non ha utilizzato il ccn. Il numero è ragguardevole, supera le migliaia, e ho deciso di provare a utilizzare questo db per azioni di mailmarketing. Il mio problema è il consenso al primo invio.
    Cosa mi consigliate di fare?


    Ho inoltre, a parte, raccolto un db di mail aziendali, ragguardevole anche quest'ultimo. Vale la stessa regola che per gli indirizzi privati?

  2. #2
    User
    Data Registrazione
    Oct 2010
    Messaggi
    21
    nessuno può darmi un consiglio?

  3. #3
    Utente Premium L'avatar di bago
    Data Registrazione
    Mar 2009
    Messaggi
    731
    Sicuramente non puoi usare gli indirizzi ricevuti in CC. Non so cosa intendi con "s.n." .
    In generale le email di chi ti ha scritto le puoi usare per rispondere sullo stesso argomento.

    Sulla legalità dell'operazione dovresti rivolgerti ad un legale, la materia è molto complessa ed interpretabile... io posso dirti che se gli indirizzi sono vecchi di "anni" molto probabilemnte la metà non funziona più e quando proverai a fare un invio massivo verrai messo in qualche blacklist e nemmeno la metà che funziona le riceverà. Avrai buttato tempo e soldi, secondo me.

  4. #4
    Utente Premium L'avatar di Nazzareno
    Data Registrazione
    May 2008
    Località
    Milano
    Messaggi
    325
    Segui Nazzareno su Twitter Aggiungi Nazzareno su Google+ Aggiungi Nazzareno su Facebook Aggiungi Nazzareno su Linkedin Visita il canale Youtube di Nazzareno
    Tutti contatti con cui hai avuto una relazione di business (a cui hai venduto qualcosa, o solo ti hanno chiesto un preventivo) sicuramente li puoi usare. Su tutti gli altri eviterei, come dice Bago.
    Nella prima email dovresti linkare l'informativa ed essere più esplicito (e sintetico) possibile spiegando chi sei, dove hai raccolto il dato, come lo userai, con quale finalità e come si può disiscriversi.

  5. #5
    Utente Premium L'avatar di bago
    Data Registrazione
    Mar 2009
    Messaggi
    731
    Questa volta non sono del tutto d'accordo con Nazzareno. Ovvero farei ricadere nel primo gruppo solo gli indirizzi AZIENDALI con i quali hai avuto relazioni di business.

    Se un sito che fa preventivi si mette a inviare email a tutti i PRIVATI che hanno fatto una richiesta di preventivo tramite modulo online e NON hanno dato uno SPECIFICO consenso per l'iscrizione ad una newsletter allora SECONDO ME violerebbe la normativa.

    Non mi risulta ci siano scappatoie per mandare una newsletter ad un privato senza che sia stato lui a darti un consenso specifico per ricevere tale newsletter.

    Nessuno ti impedisce di rispondere ad una email di contatto rispondendo al quesito del potenziale cliente ed invitandolo ad iscriversi alla newsletter, ma da qui a iscriverlo "di fatto" ce ne passa.

    Da quello che so, sarebbe diverso se invece fossimo negli stati uniti o in altri paesi dove la normativa sul trattamento dei dati personali non è così stringente come in italia: in quei paesi spesso è lecito iscrivere di fatto alla newsletter un utente che ti ha fatto una richiesta contatto (purchè dici chi sei e che metti sempre la possibilità di disiscriversi).

  6. #6
    User
    Data Registrazione
    Oct 2010
    Messaggi
    21
    Ok, grazie per le dritte. Per "s.n." intendo social network. E se dovessi, per esempio, utilizzare un indirizzo mail personale in cui spiego che il loro contatto mi è arrivato in maniera casuale e che vorrei "mettermi in regola" chiedendo di spuntare la casella di privacy?

  7. #7
    Utente Premium L'avatar di Nazzareno
    Data Registrazione
    May 2008
    Località
    Milano
    Messaggi
    325
    Segui Nazzareno su Twitter Aggiungi Nazzareno su Google+ Aggiungi Nazzareno su Facebook Aggiungi Nazzareno su Linkedin Visita il canale Youtube di Nazzareno
    No, quello non si può fare. Riguardo ai contatti con cui hai avuto relazioni di business (es. clienti), considerando che i numeri non sono esagerati, non vedo grossi rischi nell'utilizzarli anche se sono di privati. Certo come dice Bago per essere tranquillo 100% dovresti verificare bene l'informativa e il trattamento con un buon avvocato. Comunque sicuramente il primo messaggio non deve essere una newsletter, ma una email di primo contatto come descritto sopra.

  8. #8
    User
    Data Registrazione
    Oct 2010
    Messaggi
    21
    Ok, perfetto: prima mail per spiegare e chiedere l'autorizzazione al trattamento dei dati. Già così si dovrebbe fare un bel po' di pulizia. Ma secondo voi vale anche con i privati?

+ Rispondi alla Discussione

Tag per Questa Discussione

^ Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
  • Il codice BB è Attivato
  • Le faccine sono Attivato
  • Il codice [IMG] è Attivato
  • Il codice [VIDEO] è Attivato
  • Il codice HTML è Disattivato
  • Trackbacks Attivato
  • Pingback Attivato
  • Refback Attivato

SEO by vBSEO 3.6.0 PL2 ©2011, Crawlability, Inc.