Se nei rapporti sul rendimento scegliete di guardare le richieste con corrispondenza, ora trovate anche due nuove misure: "visualizzazione attiva misurabile" e "visualizzazione attiva visualizzabile".

Con la premessa che è attivo solo per AfC ( AdSense for Content ) e che per tracciarlo non bisogna utilizzare il vecchio codice di AdSense, è un dato molto interessante che permette di migliorare il rapporto tra inserzionisti ed editori.

In pratica, il sistema è in grado di determinare se un visitatore ha attivamente guardato un annuncio ( "active view" ), un'azione che per convenzione IAB si considera verificarsi quando almeno il 50% del banner è stato mostrato per almeno un secondo.

La prima vista ci dice per quanto del nostro inventory è possibile effettuare questa misura, mentre la seconda vista ci dà il dato effettivo di quanti annunci ( in percentuale rispetto al totale misurabile ) sono stati effettivamente visti ( secondo il criterio soprariportato ).

Insieme al tracciamento in Google Analytics dello scroll di pagina, gli strumenti AdSense per meglio comprendere come i visitatori "vivono" le nostre pagine, migliorano di giorno in giorno