+ Rispondi alla Discussione
Risultati da 1 a 2 di 2

La Voice Technology al servizio del bene sociale: il progetto Euphonia

Ultimo Messaggio di Giorgiotave il:
  1. #1
    Esperto L'avatar di alepom
    Data Registrazione
    Dec 2012
    Località
    Padova
    Messaggi
    19
    Segui alepom su Twitter Aggiungi alepom su Facebook Aggiungi alepom su Linkedin

    La Voice Technology al servizio del bene sociale: il progetto Euphonia

    Ho creato la discussione per parlarvi del progetto Euphonia di Google. Un progetto che comprende molti aspetti altamente tecnogici ed innovativi, come Voice Technology, speech recognition, machine learning e intelligenza artificiale.. ma soprattutto ne comprende uno più importante, ovvero quello del bene sociale.

    La maggior parte degli aspetti della vita implica la comunicazione verso le altre persone e la loro comprensione.

    Molti danno questa comprensione per scontata. Ma è facilmente immaginabile la frustrazione che si proverebbe se gli altri non riuscissero a capire il modo in cui ci esprimiamo.
    Questa è la realtà per milioni di persone che soffrono di disturbi del linguaggio causati da condizioni neurologiche come ictus, SLA, sclerosi multipla, lesioni traumatiche al cervello e Parkinson.

    Il team del progetto Euphonia sta usando l'IA per migliorare la capacità della macchina di comprendere diversi schemi di linguaggio, come il linguaggio alterato.
    Per farlo, ad esempio, ha collaborato con diversi istituti registrando le voci di persone affette da SLA ed elaborando algoritmi in grado di trascrivere in maniera affidabile le parole pronunciate da persone con questo tipo di difficoltà di linguaggio.

    La tecnologia si basa sulla trasformazione dei campioni vocali in una rappresentazione visuale del suono, per poi addestrare il sistema al riconoscimento.
    Il motivo per il quale si utilizza l'elaborazione di immagini, probabilmente, è per ottenere un processo più snello e meno complesso rispetto ad un'elaborazione audio.

    Oltre a migliorare il riconoscimento vocale, Google sta anche addestrando algoritmi di intelligenza artificiale personalizzati per rilevare suoni o gesti, e quindi intraprendere azioni come la generazione di comandi vocali verso Google Home o l'invio di messaggi di testo. Ciò può essere particolarmente utile per le persone che sono gravemente disabili e che non possono parlare.

    RIFERIMENTI


    Parallelamente a questo progetto, stanno nascendo anche applicazioni vocali a supporto della terapia. Ad esempio nel campo della logopedia.

    Gli assistenti vocali, infatti, consentono ai terapisti di seguire le persone durante gli esercizi a casa.

  2. #2
    L'avatar di Giorgiotave
    Data Registrazione
    Oct 2004
    Località
    Monasterace
    Messaggi
    42,416
    Visita il canale Youtube di Giorgiotave
    Ciao Ale,
    seguo notizie di questo tipo da vicino, vorrei una bella virata di Google Home e simili verso questo uso.

    Già il lavoro di trascrizione su un device di quello che viene detto è pazzesco. Se pensiamo a chi non sente, per esempio, cambia tutto perché può interagire in modo migliore con le altre persone, anche solo per andare a prendere un caffè.

    Riuscire a usare questi strumenti per migliorare tutti nella comunicazione è un qualcosa che dovremmo metterci in testa che lo facciamo per noi, per tutti noi.

    Embeddo il video di esempio che hai segnalato
    Il Forum GT si rinnova: nuova struttura di categorie, notifiche impostabili che finalmente funzionano e nuove regole per i link e immagini!

+ Rispondi alla Discussione

Tag per Questa Discussione

^ Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
  • Il codice BB è Attivato
  • Le faccine sono Attivato
  • Il codice [IMG] è Attivato
  • Il codice [VIDEO] è Attivato
  • Il codice HTML è Disattivato
  • Trackbacks Attivato
  • Pingback Attivato
  • Refback Attivato

SEO by vBSEO 3.6.0 PL2 ©2011, Crawlability, Inc.