Una difficoltà dei motori di ricerca e degli spider è quella dei cookie: era risaputo che gli spider non ricevevano cookie.

Ora invece un nuovo brevetto dichiara che i crawler accettano i cookie e che possono esserci più crawler che navigano la stessa pagina condividendo il cookie per:
1) risolvere i problemi di spiderizzazione di pagine con cookie;
2) rendere la spiderizzazione un'operazione più facile in parallelo quando si usano più spider.

Il brevetto di Google è questo.

Fonte della notizia: seobythesea.com/?p=1488