Buonasera a Tutti,
vi scrivo per una questione molto delicata che spero di essere in grado di riassumere in modo sufficientemente chiaro.
Sono socio al 50% di una SRL da cui ho intenzione di uscire entro l'anno per svariati motivi tra i quali il principale è che l'altro socio, in due anni di attività, ha contribuito a meno del 10% del fatturato e non ha nessuna intenzione di lavorare con il riconoscimento di commissioni su clienti portati.
La mia intenzione è quella di traghettare gradualmente, idealmente da giugno a dicembre 2018, i contratti coi "miei clienti" (90% del fatturato, appunto) dalla SRL a una P. IVA che aprirei ad hoc per poi uscire definitivamente a fine anno dalla SRL e restare con la sola P. IVA.
Il traghettamento, nello specifico, avverrebbe nel momento della scadenza del contratto con la SRL di ciascun cliente da me portato che ovviamente non avrebbe nessun problema a seguirmi, anzi.
La domanda è se si tratta di una strada percorribile a livello legislativo e se invece credete sarebbe auspicabile non aprire nessuna P. IVA in parallelo per quei 6 mesi e pensare a un'altra possibilità - se si quale?
Grazie mille e buona serata,
Penelope