Buongiorno a tutti,
ho una questione da porvi su cui chiedo se possbile un consiglio/consulenza.
Ho un mandato monomandatario legato alla mia attuale SNC. Nel frattempo ho aperto una SRLS, che sostituirà la SNC nel mandato.
La preponente, mi ha detto che essendo l'attuale portafoglio clienti legato alla SNC, anche aprendo oggi un nuovo mandato sulla SRLS, le provvigioni legate al vecchio mandato potranno essere fatturate solo dalla SNC e con la nuova SRLS potrò fatturare solo il nuovo.
Invece, in accordo con loro ovviamente, ci deve essere una continuità nel portafoglio e io devo poter fatturare già da subito con la SRLS tutto quello che viene maturato dal portafoglio clienti attuale.
Mi hanno quindi proposto di mandare disdetta del mandato con la SNC in modo tale da "liberare" il portafoglio clienti attuale e legarmelo subito sulla SRLS in modo da poter fatturare fin da subito le provvigioni con la SRLS.
Spero fino a questo punto di essere stato chiaro.
Le mie perplessità sono:
1) dando disdetta (con effetto immediato? ci sono dei termini di preavviso nel contratto di mandato…) , c'è qualche articolo/dicitura per tutelarmi da eventuali problematiche? Lavoro con loro da anni e siamo in ottimi rapporti (seconda agenzia d'Italia per loro) e tutto questo era già ampiamente previsto nei mesi scorsi, però il fatto di dare disdetta (la firma del nuovo mandato è contestuale) mi crea un certo disagio.
2) avendo degli arretrati da ricevere (che mi stanno pagando, ma dilazionati in accordo), dando disdetta rischio qualcosa sulla ricezione degli arretrati?
I dubbi sul passaggio sono parecchi, ma è un passaggio necessario.
Grazie a chi vorrà approfondire.
saluti
Alessandro