Pare di sì, secondo Nicola del Ben.

Ha fatto una serie di test e indagini che confermano la sua ipotesi e alla fine conclude con 7 punti, ve ne riporto due interessanti


  1. LinkedIn ha la capacità di interpretare l'audio nel video e di utilizzarlo per indicizzare i post.
  2. La cosa forse più importante: siccome LinkedIn è in grado di indicizzare l'audio è importantissimo valutare la correlazione che poi si viene a creare tra quello che guardiamo e la pubblicità contestuale che acquistiamo. Questo perchè il targeting viene sicuramente valutato usando anche questo parametro.




Social: Altro