+ Rispondi alla Discussione
Risultati da 1 a 6 di 6

Dipendente e apertura P.IVA regime semplificato

Ultimo Messaggio di nicobonetti il:
  1. #1
    User
    Data Registrazione
    Jun 2007
    Messaggi
    40

    Dipendente e apertura P.IVA regime semplificato

    Salve,
    sono dipendente a tempo indet. presso un'azienda , con qualifica generica di tecnico informatico.

    Sono stato all' agenzia delle entrate e sono venuto a conoscenza del regime semplificato, per piccoli imprenditori.

    Li mi hanno detto che se sul contratto di lavoro dipendente, non ho scritto particolari clausole posso aprire tranquillamente un attività imprenditoriale a regimi minimi, anche nello stesso settore di attività.

    Mi viene un dubbio poichè in passato mi ero già informato e mi pare che ci sia un problema di concorrenza... e quindi che anche se questa attività risulta legale, l'azienda con cui ho un contratto di dipendenza potrebbe Licenziarmi.

    Qual è la verità su questa questione?
    Ultima modifica di nicobonetti; 23-09-09 alle 12:23

  2. #2
    OEJ
    OEJ è offline
    Esperto
    Data Registrazione
    May 2008
    Messaggi
    1,834
    Per quanto riguarda i rapporti con la tua azienda, i dipendenti sono tenuti ad evitare di svolgere attività che possano creare concorrenza al datore di lavoro (a meno che quest'ultimo, informato di tutto, non approvi).
    Per il resto, esistono alcune incompatibilità dettate dalla legge (per esempio a carico degli impiegati pubblici), ma al di fuori di questi divieti un dipendente può benissimo aprirsi una sua attività.

    Ti consiglio di contattare un commercialista prima di aprire la partita IVA, in quanto il regime dei contribuenti minimi a volte è conveniente e a volte no: dipende dalla specifica situazione di ognuno. Ed esistono altri regimi contabili che forse per te potrebbero rivelarsi più convenienti... non si può sapere a priori.
    Visto che un commercialista ti servirà comunque, comincia a cercarlo subito.

    Infine, un'annotazione tecnica: il termine corretto è "regime agevolato per i contribuenti minimi", o "forfettone" secondo il linguaggio corrente.
    Non parlare di contabilità semplificata, perchè quella è un'altra cosa e rischi di confonderti.

  3. #3
    User
    Data Registrazione
    Jun 2007
    Messaggi
    40
    Grazie, per la risposta dettagliata e chiara.

    Per la concorrenza:
    un esempio, mettiamo che io sia un tecnico e lavoro per un azienda, però voglia anche insegnare ad altri (privati) sotto pagamento le mie conoscenze (che ho aquisito negli anni con autoistruzione, in quanto l'aziend anon si è mai degnata di offrirmi un corso)... anche li sarebbe concorrenza? L'azienda non fa business con l'insegnamento..

    Per quanto riguarda il commercialista:
    sono stato all' agenzia delle entrate e qui mi è stata proposta come soluzione il "regime agevolato per i contribuenti minimi".
    Spiegandomi anche che la contabilità di fine anno guadagni-spese
    è talmente facile da indicare nel modello unico che non avrei avuto bisogno di un commercialista.

    Alla base di questo c'è una semplice motivazione:
    un dipendente che vuole aprire un altra attività o lo fa per passione o per un guadagno extra.

    Essendo io nel secondo caso e quindi cercando un extra, ho bisogno di una soluzione a costo zero. Il commercialista costa. E troppo per un piccolo impernditore alle prime armi. Quindi pensavo alla contabilità fai date.
    Forse si, magari un consulto iniziale per vedere se ci siano altre vie oltre a quella della PIVA in "regime agevolato per i contribuenti minimi"...


    Ma ho un dubbio, in caso io apra PIVA con il "forfettone" :-)
    e malauguratamente non abbia nessun guadagno,
    ci sono delle spese che dovrei pagare comunque, che mi sono sfuggite alla lettura della guida... oppure è proprio come dicono paghi solo il 20% a fine anno sul ricavo?

    Grazie!
    Ultima modifica di nicobonetti; 24-09-09 alle 12:44

  4. #4
    OEJ
    OEJ è offline
    Esperto
    Data Registrazione
    May 2008
    Messaggi
    1,834
    Citazione Originariamente Scritto da nicobonetti Visualizza Messaggio
    Per la concorrenza:
    un esempio, mettiamo che io sia un tecnico e lavoro per un azienda, però voglia anche insegnare ad altri (privati) sotto pagamento le mie conoscenze (che ho aquisito negli anni con autoistruzione, in quanto l'aziend anon si è mai degnata di offrirmi un corso)... anche li sarebbe concorrenza? L'azienda non fa business con l'insegnamento..
    Direi che non vedo concorrenza... l'azienda non rischia di perdere clienti a causa della tua attività secondaria, quindi non ci dovrebbero essere problemi.


    Citazione Originariamente Scritto da nicobonetti Visualizza Messaggio
    Il commercialista costa. E troppo per un piccolo impernditore alle prime armi. Quindi pensavo alla contabilità fai date.
    Forse si, magari un consulto iniziale per vedere se ci siano altre vie oltre a quella della PIVA in "regime agevolato per i contribuenti minimi"...


    Ma ho un dubbio, in caso io apra PIVA con il "forfettone" :-)
    e malauguratamente non abbia nessun guadagno,
    ci sono delle spese che dovrei pagare comunque, che mi sono sfuggite alla lettura della guida... oppure è proprio come dicono paghi solo il 20% a fine anno sul ricavo?

    Grazie!
    Si paga il 20% sulla differenza fra ricavi e costi. E confermo che la contabilità, e anche la dichiarazione dei redditi, sono relativamente semplici da tenere.
    Ma esistono altri adempimenti (come il modello 770, per dirne uno) che non sono altrettanto alla mano.

    Sul commercialista, se proprio non lo vuoi, almeno procurati un manuale che ti spieghi l'ABC su come si fa una fattura, come e quali spese si possono dedurre, quali sono i vari adempimenti eccetera.
    Se vai in libreria, ne trovi una caterva.
    Io ti consiglio "Contribuenti minimi" della casa editrice FAG, che fra l'altro riporta molti esempi su quando è conveniente tale regime e quando non lo è.

  5. #5
    User
    Data Registrazione
    Jun 2007
    Messaggi
    40
    Citazione Originariamente Scritto da OEJ Visualizza Messaggio
    ***
    Modello 770? Pensavo dovessi fare solo il modello unico (mi hanno detto cosi o feorse è la stessa cosa?)... boh il 730 sono 5 anni che me lo faccio da solo autocompilato... no problem.. però magari è un altra storia...

    Graze mille per il suggerimento del libro, sicuramente lo cercherò!
    Ultima modifica di lorenzo-74; 25-09-09 alle 15:05 Motivo: evitare di quotare inutilmente, scrivere correttamente le maiuscole.

  6. #6
    User
    Data Registrazione
    Jun 2007
    Messaggi
    40
    Citazione Originariamente Scritto da OEJ Visualizza Messaggio
    .... il regime dei contribuenti minimi a volte è conveniente e a volte no: dipende dalla specifica situazione di ognuno. Ed esistono altri regimi contabili che forse per te potrebbero rivelarsi più convenienti... non si può sapere a priori.
    A proposito di questo:
    mi scrivete quali possono essere secondo voi gli altri regimi contabili + convenienti ammissibili per una persona che ha già un contratto dipendente e che vorrebbe iniziare una piccola attività?
    GRAZIE!

+ Rispondi alla Discussione

^ Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
  • Il codice BB è Attivato
  • Le faccine sono Attivato
  • Il codice [IMG] è Attivato
  • Il codice [VIDEO] è Attivato
  • Il codice HTML è Disattivato
  • Trackbacks Attivato
  • Pingback Attivato
  • Refback Attivato

SEO by vBSEO 3.6.0 PL2 ©2011, Crawlability, Inc.