Visualizza Risultati Sondaggio: Che ne pensi di WCAG e Leggi sull'accessibilità?

Partecipanti
18. Non puoi votare in questo sondaggio
  • Le WCAG 1 sono un'ottima base di partenza ed un più che accettabile punto di arrivo

    0 0%
  • La Legge Stanca rappresenta lo stato dell'arte sull'accessibilità

    0 0%
  • WAI e Legge Stanca sono solo un punto di partenza, serva una normativa Europea in merito

    11 61.11%
  • Nessuna normativa può obbligare alla cultura dell'accessibilità, è il mercato che deve dare una svolta

    5 27.78%
  • L'accessibilità, il WCAG, il W3C sono un orpello non cultura per un web di qualità

    1 5.56%
  • Non mi sono ancora fatto un'idea in merito oppure non so rispondere

    1 5.56%
+ Rispondi alla Discussione
Risultati da 1 a 19 di 19

WCAG, Legge Stanca, normative sull'accessibilità. Che ne pensate?

Ultimo Messaggio di Vale76 il:
  1. #1
    Esperto L'avatar di hogudo
    Data Registrazione
    May 2006
    Località
    Bologna
    Messaggi
    2,159
    Segui hogudo su Twitter Aggiungi hogudo su Google+ Aggiungi hogudo su Facebook Aggiungi hogudo su Linkedin

    WCAG, Legge Stanca, normative sull'accessibilità. Che ne pensate?

    Stamattina, mi sono alzato (vi evito il bella ciao ) ed ho iniziato a riflettere, forse anche perchè lunedì si terrà a Parigi il convegno europeo Les services en ligne accessibles, pour le bénéfice de tous (chissà se l'anno prossimo potremo andare anche noi... ).

    Detto questo per ragionare insieme e chiedere il vostro parere sui termini di una cultura di contenuti per tutti.

    A mio avviso le ipotesi potrebbero essere.
    • Le WCAG sono un'ottima base di partenza ed un più che accettabile punto di arrivo
    • Le WCAG sono state una base, datata oltretutto di qualche anno, superata dalla Legge Stanca che rappresenta lo stato dell'arte sull'accessibilità
    • WAI e Legge Stanca sono solo un punto di partenza, serva una normativa Europea in merito
    • Nessuna normativa può obbligare alla cultura dell'accessibilità, meglio che sia il W3 con le WCAG 2 e soprattutto il mercato a dare uno scossone all'ambiente. Poi nel caso le varie nazioni o comunità si adegueranno e favoriranno socialmente e con politiche di sviluppo la nascita di una cultura ed il rispetto di tali linee (anche con leggi applicative)
    • L'accessibilità, il WCAG, il W3C sono un orpello non cultura per un web di qualità, al massimo facciamo una doppia versione dei siti e puntiamo tutto su applicazioni multimediali spinte e pensiamo al mercato dell'oggi


    Naturalmente essendo un sondaggio anonimo, non posso sapere e bannare a vita gli utenti che votano la penultima voce

    Se questa discussione fosse di vostro interesse, vi prego di motivare la scelta.

    Ciao
    PS: io non voto per primo per non influenzare
    Ultima modifica di hogudo; 27-01-07 alle 13:00

  2. #2
    Non iscritto L'avatar di Paola_mi
    Data Registrazione
    Mar 2006
    Località
    Cinisello Balsamo
    Messaggi
    1,263
    Ho votato, ero un po' indecisa ma poi ho votato la terza voce.
    Quello che più mi manda in bestia è che c'è un'ignoranza di fondo... nessuno (o quasi) sa cosa sia e a cosa serva un sito accessibile...

  3. #3
    User Attivo L'avatar di Il_Rappo
    Data Registrazione
    May 2006
    Località
    Roma
    Messaggi
    1,290
    Citazione Originariamente Scritto da Paola_mi
    Ho votato, ero un po' indecisa ma poi ho votato la terza voce.
    Quello che più mi manda in bestia è che c'è un'ignoranza di fondo... nessuno (o quasi) sa cosa sia e a cosa serva un sito accessibile...

    Voto anche io la tre ed aggiungo: serve una campagna di sensibilizzazione rivolta all'utente finale (compratore del sito), che informi e sensibilizzi questi tipi di utente. Il guaio è che, non possiamo sensibilizzarli sull'accessibilità quando ancora non credono nei siti web.




  4. #4
    Esperto L'avatar di Andrez
    Data Registrazione
    Mar 2005
    Località
    Sull'isola del giorno prima
    Messaggi
    8,243
    OK, ho votato pure io la 3

    E mò?
    [...che pur votando 3 nessuno dei miei siti è degnamente accessibile e validato]

    La verità è che c'è l'ignoranza di fondo ... ma non solo quella.
    Nessuno (o quasi) sa di cosa si stia parlando e chi lo sa... non ha abbastanza motivazioni per muoversi diversamente.
    E questo non deve mandarci in bestia, ma solo farci riflettere.

    Specialmente dovrà farci riflettere il risultato di questo sondaggio, in quanto sappiamo bene che la stragrande maggioranza di noi nei fatti poi applica la 4 [se non la 5] e se mai passi saranno fatti in futuro in un'altra più responsabile direzione, sarà solo perchè probabilmente i motori cominceranno a dimostrare di essere più sensibili nei confronti di siti adeguatamente accessibili e magari pure validati.
    Ultima modifica di Andrez; 28-01-07 alle 07:55

  5. #5
    Non iscritto L'avatar di Paola_mi
    Data Registrazione
    Mar 2006
    Località
    Cinisello Balsamo
    Messaggi
    1,263
    Io direi anche un'altra cosa... finché esisterà IE sarà quasi impossibile avere siti perfettamente accessibili e usabili, secondo me...

  6. #6
    Esperto L'avatar di hogudo
    Data Registrazione
    May 2006
    Località
    Bologna
    Messaggi
    2,159
    Segui hogudo su Twitter Aggiungi hogudo su Google+ Aggiungi hogudo su Facebook Aggiungi hogudo su Linkedin
    Non vorrei colpevolizzare troppo IE7 che comunque, ora che l'ho testato, mi sembra notevolmente meglio del 6.
    A parità FF2 mi sembra abbia perduto qualcosa rispetto al 1.5

    Detto questo ora la situazione è che siamo noi a dover sensibilizzare l'ambiente, con il nostro lavoro quotidiano, con la partecipazioni ad associazioni ed iniziative, con la divulgazione del nostro entusiasmo proteso verso un web migliore in cui crediamo, magari proprio dalle pagine di questo forum che mi sembra all'altezza di reggere anche questa sfida

  7. #7
    Esperto L'avatar di Elvino
    Data Registrazione
    Jul 2006
    Località
    prov di Vicenza
    Messaggi
    531
    Ho votato anch'io la terza...
    In Italia senza obblighi nessuno fa mai niente!

    Ma finalmente ho trovato l'argomento giusto che convincerà e interesserà anche il burocrate più cocciuto del pianeta!
    http://www.brucelawson.co.uk/index.p...cessible-porn/

    il link non è diretto, quindi spero non ci siano problemi...

  8. #8
    User L'avatar di lafra
    Data Registrazione
    Feb 2006
    Località
    Milan
    Messaggi
    606
    Citazione Originariamente Scritto da Paola_mi
    Quello che più mi manda in bestia è che c'è un'ignoranza di fondo... nessuno (o quasi) sa cosa sia e a cosa serva un sito accessibile...
    Citazione Originariamente Scritto da Il_Rappo
    serve una campagna di sensibilizzazione rivolta all'utente finale (compratore del sito), che informi e sensibilizzi questi tipi di utente. Il guaio è che, non possiamo sensibilizzarli sull'accessibilità quando ancora non credono nei siti web.
    Citazione Originariamente Scritto da Andrez
    La verità è che c'è l'ignoranza di fondo ... ma non solo quella.
    Nessuno (o quasi) sa di cosa si stia parlando e chi lo sa... non ha abbastanza motivazioni per muoversi diversamente.
    Io vi quoto tutti, sono pienamente d'accordo con il fatto che si rende necessaria la diffusione di una cultura dell'accessibilità, perchè nessuno sa esattamente cosa vuol dire avere a disposizione un sito accessibile.
    Per molti il sito accessibile è solo quello che passa la validazione senza pensare ai reali e concreti benefici per gli utenti.
    Penso che debba essere il mercato il primo promotore di queste azioni di sensibilizzazione e per questo motivo ho votato la quarta risposta:

    Nessuna normativa può obbligare alla cultura dell'accessibilità, è il mercato che deve dare una svolta

  9. #9
    Esperto L'avatar di Elvino
    Data Registrazione
    Jul 2006
    Località
    prov di Vicenza
    Messaggi
    531
    Citazione Originariamente Scritto da lafra
    Io vi quoto tutti, sono pienamente d'accordo con il fatto che si rende necessaria la diffusione di una cultura dell'accessibilità, perchè nessuno sa esattamente cosa vuol dire avere a disposizione un sito accessibile.
    Per molti il sito accessibile è solo quello che passa la validazione senza pensare ai reali e concreti benefici per gli utenti.
    Penso che debba essere il mercato il primo promotore di queste azioni di sensibilizzazione e per questo motivo ho votato la quarta risposta:

    Nessuna normativa può obbligare alla cultura dell'accessibilità, è il mercato che deve dare una svolta
    Non condivido affatto.
    Se nessuno sa esattamente cosa vuol dire avere a disposizione un sito accessibile, non vuol dire lo voglia sapere o che gli possa interessare.
    Il mercato senza normative, porta il caos... delle questioni etiche non gliene può fregar di meno.

    Esempio lampante sono le barriere architettoniche, l'accessibilità nella mobilità.
    Sono passati 18 anni dal Decreto Ministeriale n. 236 del 14 giugno 1989

    "Prescrizioni tecniche necessarie a garantire l'accessibilità, l'adattabilità e la visitabilità degli edifici privati e di edilizia residenziale pubblica sovvenzionata e agevolata, ai fini del superamento e dell'eliminazione delle barriere architettoniche."
    http://www.mediatau.it/sb/aree/legis..._pp_236_89.htm

    Pur con contributi per interventi su immobili privati già esistenti ove risiedono in forma effettiva, stabile ed abituale disabili
    LEGGE 13/89 - BARRIERE ARCHITETTONICHE
    http://www.disabili.com/content.asp?...&L=1&idMen=481

    Leggo da: http://www.pubbliaccesso.gov.it/bibl...5/parte_16.htm

    Resta un problema, infine, la presenza di barriere architettoniche: oltre i due terzi delle persone intervistate hanno evidenziato come non siano ancora stati installati dei dispositivi per il superamento dei gradini di accesso alla loro abitazione.

    Aspettiamo con calma il mercato, forse fra 30 anni.....

  10. #10
    Non iscritto L'avatar di Paola_mi
    Data Registrazione
    Mar 2006
    Località
    Cinisello Balsamo
    Messaggi
    1,263
    Come possiamo muoverci?

  11. #11
    User Attivo L'avatar di Il_Rappo
    Data Registrazione
    May 2006
    Località
    Roma
    Messaggi
    1,290
    Citazione Originariamente Scritto da Paola_mi
    Come possiamo muoverci?
    Se intanto, tramite gt organizzassimo una campagna di sensibilizzazione?

    Buttiamo giù due paginette, e le uppiamo su gt.it, ovviamente scrivendo comunicati stampa e tutto per dare una discreta visibilità alla cosa.


  12. #12
    Esperto L'avatar di hogudo
    Data Registrazione
    May 2006
    Località
    Bologna
    Messaggi
    2,159
    Segui hogudo su Twitter Aggiungi hogudo su Google+ Aggiungi hogudo su Facebook Aggiungi hogudo su Linkedin
    Se intanto, tramite gt organizzassimo una campagna di sensibilizzazione?

    Buttiamo giù due paginette, e le uppiamo su gt.it, ovviamente scrivendo comunicati stampa e tutto per dare una discreta visibilità alla cosa.
    La cosa mi sembra molto interessante e fattibile.
    Nel dettaglio come ci si potrebbe muovere secondo voi?

  13. #13
    User L'avatar di lafra
    Data Registrazione
    Feb 2006
    Località
    Milan
    Messaggi
    606
    Citazione Originariamente Scritto da Elvino
    Non condivido affatto.
    Se nessuno sa esattamente cosa vuol dire avere a disposizione un sito accessibile, non vuol dire lo voglia sapere o che gli possa interessare.
    Il mercato senza normative, porta il caos... delle questioni etiche non gliene può fregar di meno.
    Ciao Elvino, scusami ma forse non mi sono spiegata bene.

    Io non sto dicendo che non dovrebbe esserci un'apposita normativa ma che da sola non è sufficiente... cioè parlo della differenza tra avere una cultura dell'accessibilità e il sentirsi obbligato ad adempiere a degli obblighi.

    L'esempio che hai fatto tu in merito alle barriere architettoniche ad esempio è lampante ed è una cosa che mi sta molto a cuore perchè ho una cugina disabile, che fortunatamente non si trova qui in Italia ma in Inghilterra dove il livello di sensibilità e la cultura dell'attenzione nei confronti dei non abili sono decisamente più avanzati rispetto alla nostra.

    Spero di aver chiarito il mio punto di vista... ora proverò a pensare alla domanda di hogudo

    Citazione Originariamente Scritto da hogudo
    Nel dettaglio come ci si potrebbe muovere secondo voi?

  14. #14
    Non iscritto L'avatar di Paola_mi
    Data Registrazione
    Mar 2006
    Località
    Cinisello Balsamo
    Messaggi
    1,263
    Citazione Originariamente Scritto da hogudo
    La cosa mi sembra molto interessante e fattibile.
    Nel dettaglio come ci si potrebbe muovere secondo voi?
    Secondo me, bisognerebbe prima di tutto spiegare cosa si intende per accessibilità dei siti web.
    La persona che comincia a leggere può anche non averne mai sentito parlare, quindi sarebbe bene illustrare perfettamente di cosa si tratta.

    Dopodiché bisognerebbe spiegare nel dettaglio, i vantaggi che può portare un sito accessibile.

    Per catturare l'attenzione del lettore, ogni punto andrebbe scritto da qualcuno davvero capace di non farlo diventare un polpettone, ma qualcosa di piacevole.

    Non so, l'ho buttata lì...

  15. #15
    L'avatar di Giorgiotave
    Data Registrazione
    Oct 2004
    Località
    Monasterace
    Messaggi
    37,836
    Visita il canale Youtube di Giorgiotave
    Citazione Originariamente Scritto da Il_Rappo
    Se intanto, tramite gt organizzassimo una campagna di sensibilizzazione?
    GT è molto molto favorevole

    Giorgio Taverniti Blog. Ma davvero ancora non ti sei iscritto al Canale YouTube? Ogni martedì ore 12.00

    26. Come fare soldi e guadagnare online: le nuove frontiere!?

  16. #16
    User L'avatar di Bamse
    Data Registrazione
    Dec 2006
    Località
    Roma
    Messaggi
    695
    mmmmm ho votato la 3° che più si avvicinava al mio pensiero.

    Credo che un po' debba essere il mercato ed un po' una normativa il più possibile sovranazionale.

    La mia impressione è che però, internet sia sconosciuto a livello europeo visto che ne le istituzioni ne il parlamento legiferano su un aspetto importantissimo per non dire strategico della nostra società

    In ogni caso credo che un forum come GT abbia un impegno etico nell'informare i lettori su questi aspetti


  17. #17
    Banned L'avatar di Vale76
    Data Registrazione
    May 2006
    Località
    Abruzzo
    Messaggi
    485
    Citazione Originariamente Scritto da Paola_mi Visualizza Messaggio
    Io direi anche un'altra cosa... finché esisterà IE sarà quasi impossibile avere siti perfettamente accessibili e usabili, secondo me...
    Siamo talmente lontani dal concetto di "Accessibilità", che sarebbe già un passo avanti se tutti i siti italiani fossero "usabili", con codice corretto e pulito, e leggeri. Invece molto spesso sono infarciti di codice non valido, vecchio, ridondante, e con materiali per nulla ben strutturati e ottimizzati, con le conseguenze ben intuibili per chi vive ancora il dramma del digital divide e del 56k.
    A costo di essere impopolare, è da tanto tempo che sostengo che la colpa non è solo di microsoft e di IE, ma soprattutto della Quirks Mode: finché IE continuerà a garantire tolleranza dietro la scusa della "retrocompatibilità", i testardi che non vogliono porsi il problema continueranno a fare pasticci e non siti web.
    Anche con persone a me vicine, a cui sono affezionata, ho fatto più volte questo discorso, e ai più menefreghisti non ho mai nascosto, pur essendo loro amica, come la penso sull'argomento: e chi mi conosce sa che la cosa che mi manda in bestia sono le ricorrenti scuse del tipo 'non ho tempo', 'ma la maggior parte dell'utenza usa IE o al massimo Firefox' ecc
    quando senza un minimo di impegno non si raggiungerà MAI nessun risultato degno di nota. Quindi a questa scandalosa cocciutaggine rispondo che si meritano che un giorno tutti i browsers del pianeta diventino completamente incompatibili ai loro siti, e poi vediamo se non si decidano a studiare le basi dell'html! So che sono dura, non l'ho mai nascosto, ma rispetto chi ci prova ma disprezzo chi se ne frega del problema.

    Per la cronaca, ho votato anche io per la 3a opzione, pur avendo oscillato un attimo per la 4a e spiego subito perché.
    Il garantire un Web usabile e fruibile anche alle fasce più deboli è un dovere, però, purtroppo, se la cosa non è sentita, come dicevo prima, avvengono gli atteggiamenti di menefreghismo che dicevo. Dev'essere, a mio avviso, una metamorfosi che parta da dentro. Questo naturalmente per i siti amatoriali, ovvio che per i siti commerciali e istituzionali, una legge che obbligasse all'accessibilità fosse sacrosanta.


  18. #18
    Non iscritto L'avatar di Paola_mi
    Data Registrazione
    Mar 2006
    Località
    Cinisello Balsamo
    Messaggi
    1,263
    Vale, ti quoto in toto...

  19. #19
    Banned L'avatar di Vale76
    Data Registrazione
    May 2006
    Località
    Abruzzo
    Messaggi
    485
    Citazione Originariamente Scritto da Paola_mi Visualizza Messaggio
    Vale, ti quoto in toto...
    Grazie Paola

    [OT: approfitto per farti i complimenti per i tuoi tre siti, è da molto che ti seguo, e mi piace molto come lavori. ]

+ Rispondi alla Discussione

Tag per Questa Discussione

^ Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •  
  • Il codice BB è Attivato
  • Le faccine sono Attivato
  • Il codice [IMG] è Attivato
  • Il codice [VIDEO] è Attivato
  • Il codice HTML è Disattivato
  • Trackbacks Attivato
  • Pingback Attivato
  • Refback Attivato

SEO by vBSEO 3.6.0 PL2 ©2011, Crawlability, Inc.