Bitmap è la tecnica utlizzata in computer grafica per descrivere un'immagine, tale grafica viene anche più comunemente chiamata grafica raster. In questo tipo di grafica le immagini sono composte da griglie di pixel.

Il pixel è l´unità base dell´immagine, ovvero è il singolo quadratino in formato digitale (che ha un suo colore specifico) disposto con altri pixel sulle griglie che formano un´immagine; il termine deriva dalla contrazione dell´inglese "picture element".

La qualità delle bitmap dipende proprio dalla risoluzione, cioè dalla quantità di pixel presenti nell´immagine, che in base a ciò sarà più o meno ricca e particolareggiata.

Nella grafica raster/bitmap l'immagine viene vista come una scacchiera e ad ogni elemento della scacchiera, che in termine tecnico viene chiamato pixel, viene associato uno specifico colore.

Se l'immagine contiene pochi colori (max 256) si crea un elenco di colori da utilizzare e nella scacchiera viene inserito l'indice specifico del colore del pixel, se invece si vogliono utilizzare molti più colori, il singolo pixel non definisce più l'indice ad una tavolozza di colori ma definisce il colore direttamente.


Il colore possono essere definiti RGB ovvero unione di componenti Rosso, verde, blu.

Tale grafica può risultare svantaggiosa quindi se un utente necessita di apportare modifiche all'immagine, inquanto in caso di zoom la risoluzione diventa bassissima e spesso l'immagine si sgrana. E' invece ideale per rappresentare immagini, per modificare contrasti luminosità e applicare effetti quali filtri.

--W.style 17:30, Ago 9, 2007


  • Questa pagina è stata modificata per l'ultima volta il 10 giu 2009 alle 20:45.
  • Questa pagina è stata letta 2 939 volte.