brigante [bri-gàn-te] s.m.

Anticamente, chi viveva di rapine nelle campagne o sui monti; bandito, masnadiero.

Storicamente, uomo armato appartenente a una piccola compagnia; soldato mercenario.

Nel secolo XVIII e, in particolare, dopo l'unità nazionale italiana (1861-'65), così era definito ogni aderente al movimento del brigantaggio meridionale.

In ambito scherzoso, briccone, birbante.

Anticamente, uomo gioviale, frequentatore di allegre brigate: era questo frate Cipolla ... il miglior brigante del mondo (Boccaccio, Decameron).


Derivato di brigare, a sua volta da briga, voce di etimo incerto.


Sinonimi: malfattore, fuorilegge, delinquente, malvivente, grassatore; manigoldo, furfante, lazzarone, canaglia, farabutto, mascalzone, ribaldo; (in senso scherzoso) birbone, birbante, briccone, malandrino; discolo, monello, birichino.


--Leonov 17:04, Gen 3, 2009 (CET)


  • Questa pagina è stata modificata per l'ultima volta il 3 feb 2009 alle 23:24.
  • Questa pagina è stata letta 1 076 volte.