*significato multiplo*


La Long Tail (coda lunga) nel Marketing

E'un termine ideato da Chris Anderson nel 2004; "The long tail. Why the future of business is selling less of more"

- (perchè il futuro dell'economia è vendere una minor quantità  di un maggior numero di beni) -


Secondo Anderson nell'economia dell'abbondanza non è più consigliabile limitarsi a produrre alcuni pochi beni di massa, tali da poter essere considerati un comune denominatore per tutti gli utenti, ma diviene sempre più interessante concentrarsi sulla coda, la long tail, capace di offrire un mercato di più vaste dimensioni, composto da infinite piccole richieste di altrettante diverse comunità  di utenti.


LongTail 01.jpg



La Long Tail (coda lunga) nel Posizionamento dei Motori di Ricerca

Applicando il concetto della long tail nel posizionamento dei motori di ricerca, si può fare riferimento a quella grande massa di key che singolarmente, essendo di nicchia, portano pochissimo traffico ma che considerate nella loro moltitudine possono essere competitive nei risultati sulle poche key principali.


Possiamo considerare un interessante intervento costruito sul concetto della Long Tail ma riferito alle keyword, presentato al SES di Milano 2007 da Susan Geraeds nella sessione Analisi delle Keyword e Targeting come riporta qui Alex:


Susan sostiene che l'insieme delle keyword può essere suddiviso in due parti; la prima parte formata dalla testa e la seconda dalla lunga coda.


Le key che si trovano nella testa delle ricerche sono parole chiave che rientrano in questi casi:

  • composte da poche parole
  • presentano un alto volume di traffico per ogni singola key
  • spesso sono ricerche che includono un marchio
  • ricerche "??pigre"? o a scopo informativo

Risulta di solito difficile ottenere un buon posizionamento per queste key.


Le keyword che invece sono nella lunga coda presentano queste caratteristiche:

  • tipicamente frasi lunghe
  • volume di traffico basso per ogni singola frase
  • ricerche descrittive senza marchio

In questi casi di solito lâ??utente sa quello che sta cercando, ed entra nel sito spesso con scopo di acquisto. Risultano dunque key ottime per avere traffico di qualità in nicchie di mercato competitivo.


Il concetto è quindi che le keyword che rientrano nella Coda Lunga possono portare più traffico qualificato che non le ricerche che risultano nella testa.

Nel caso di Venere.com, infatti, queste generano il 60% del totale del traffico.


Per espandere le parole chiave della long tail, Susan ci consiglia di:

   * Guardare i risultati su Google per le nostre top keyword
   * Estrarre il testo dei primi 5 â?? 10 risultati
   * Eliminare "??stop words"? (di, da , e , è, ecc.) e altre parole comuni
   * Documentare il tutto in un glossario di parole singole o coppie di parole
   * Usare le parole ottenute nel contenuto della pagina ed integrarle nelle campagne PPC


Altri processi che sono di aiuto in questa procedura sono riferibili all'osservazione dei testi ottenuti da:

  • Analisi dei log files (parole con 1 â?? 2 hit)
  • Articoli di giornale che parlano del tema della vostra pagina
  • Blog che parlano del tema della vostra pagina
  • Forum, reviews ed altro â??user generated contentâ? sullâ??argomento
  • Tool (p.es. seodigger.com) per vedere per quali frasi lunghe hanno un buon posizionamento i vostri concorrenti.


--Andrez 06:51, Ago 9, 2008 (CET)


  • Questa pagina è stata modificata per l'ultima volta il 9 mar 2010 alle 07:52.
  • Questa pagina è stata letta 12 789 volte.