I modelli di colore descrivono i colori che vediamo e usiamo nelle immagini digitali. Ogni modello, ad esempio RGB, CMYK, HSB o LAB rappresenta un metodo diverso (solitamente numerico) di descrivere il colore.


Lo spazio colore, o spazio colorimetrico, è una variante del modello di colore e include una gamma (intervallo) specifica di colori. Ogni periferica (monitor o stampante) ha un proprio spazio colore e può riprodurre solo i colori della gamma di tale spazio. Quando trasferite un´immagine da una periferica all´altra, i colori possono variare perché le periferiche interpretano i valori RGB o CMYK in base al proprio spazio colorimetrico.


Un modello di colore è un modello matematico astratto che permette di rappresentare i colori in forma numerica, tipicamente utilizzando tre o quattro valori o componenti cromatiche (per esempio RGB e CMYK sono modelli di colore). Un modello di colore si serve cioè di un'applicazione che associa ad un vettore numerico un elemento in uno spazio dei colori.


Per produrre il colore, il monitor del computer utilizza una combinazione di luce rossa, verde e blu. Ciò significa che i milioni di colori prodotti dal monitor possono essere descritti tutti in termini di quantità di rosso, verde e blu. Questi tre componenti di colore formano la base del MODELLO DI COLORE RGB (Red, Green e Blue). Ciascuno dei tre colori che compongono il modello di colore RGB può avere valori compresi fra 0 e 255.Dato che il modello RGB è basato su colori di luce, a valori RGB alti producono quantità di luce elevate. Di conseguenza, valori RGB alti producono colori più chiari. Quando per tutti e tre i componenti di colore è specificato il valore massimo, il colore risultante sarà il bianco. Poiché il modello RGB crea colori mediante l'aggiunta di luce, esso viene definito, anche, modello di colore additivo.


Quando i colori visualizzati sul monitor vengono riprodotti su carta, l'inchiostro si sostituisce alla luce. Il metodo più comune per la riproduzione su carta di immagini a colori consiste nel combinare inchiostri di colore ciano, magenta, giallo e nero. Questi quattro colori sono i componenti del MODELLO DI COLORE CMYK (Cyan, Magenta, Yellow e blacK). Generalmente, i colori che compongono il modello di colore CMYK vengono descritti in numero percentuale (da 0 a 100).Gli inchiostri producono colore perché riflettono determinati colori di luce e ne assorbono altri; gli inchiostri scuri assorbono più luce. Dato che il modello di colore CMYK è basato su colori di inchiostro, elevate percentuali di colore producono colori scuri. In teoria, combinando 100% di ciano, 100% di magenta e 100% di giallo, si ottiene il nero. In realtà, è necessario aggiungere inchiostro nero al modello di colore per compensare le limitazioni degli inchiostri. Poiché il modello di colore CMYK crea colori mediante l'assorbimento della luce, esso viene definito modello di colore sottrattivo.

I modelli di colore RGB e CMYK sono entrambi basati su metodi di riproduzione del colore pratici. Esistono altri modelli di colore che non lo sono e che offrono modalità diverse di operazioni con il colore. Molti di questi modelli di colore alternativi sono già disponibili. Il più comune fra essi è il MODELLO DI COLORE HSB che si basa su valori di tonalità, saturazione e luminosità. Tonalità è il colore di base, saturazione è la forza di un colore o la sua distanza dal grigio e luminosità è la quantità di bianco contenuta in un colore. Un colore con saturazione 0 corrisponde a una sfumatura di grigio (dal bianco al nero). Un colore con luminosità 0 è nero, mentre un colore con luminosità 100 è bianco. Dato che il modello di colore HSB non si basa su miscele di colori, l'uso di questo modello semplifica la ricerca del colore desiderato. Il modello di colore LAB venne sviluppato per essere indipendente dall' hardware.


--W.style 20:30, Ott 25, 2007 (parte dell'articolo è tratto da wikipedia)


  • Questa pagina è stata modificata per l'ultima volta il 10 giu 2009 alle 19:57.
  • Questa pagina è stata letta 2 944 volte.